Coltivare erbe medicinali

come essiccare il rosmarino

Coltivare erbe medicinali significa avere erbe curative sempre a disposizione quando ci occorrono, ad esempio per preparare le nostre tisane a base di erbe o per gli usi di cucina. La coltivazione delle erbe medicinali non richiede particolari conoscenze colturali; possono essere coltivate in vaso o vaschette sul balcone oppure in giardino.

Coltivare erbe medicinali, l’aloe vera
Tra le erbe aromatiche più impiegate nella fitocosmesi, troviamo l’Aloe vera, una pianta grassa nota da millenni per le sue proprietà medicinali. Ecco alcune indicazioni sulla sua coltivazione.

  • Preferire terreni secchi e calcarei
  • Privilegiare un luogo soleggiato e innaffiarla moderatamente: le foglie si devono mantenere succulente e di colore verde chiaro.
  • Nel sud e nelle isole, innaffiare la pianta con maggiore frequenza e posizionarla in una zona mediamente soleggiata
  • Nel nord, proteggere la pianta dal freddo durante i mesi invernali, ed eventualmente ricoverarla sotto una tettoia o in un terrazzo coperto, per evitare che il gelo la danneggi.

Coltivare erbe medicinali, la lavanda

  • Preferire suoli calcarei ben drenati anche se cresce bene in tutti i terreni
  • Evitare innaffiature troppo abbondanti.
  • Per la messa dimora in balcone, preferire vasi piuttosto grandi, poiché possono crescere anche fino ad oltre un metro in altezza
  • Per la messa a dimora in piena terra preferire luoghi molto soleggiati

Coltivare erbe medicinali, la malva
La malva, le cui foglie e i fiori sono ricchi di mucillagini dotate di molteplici proprietà officinali, ha pochissime esigenze colturali. Poiché si adatta a qualunque tipo di terreno, l’unica raccomandazione è quella di prediligere i luoghi soleggiati. La coltivazione avviene a partire dal seme: è reperibile in campagna, basta cogliere i frutti maturi ben secchi delle piante spontanee, nei quali alloggiano numerosi semi.

Coltivare erbe medicinali, melissa
Anche la coltivazione della melissa ha poche esigenze: cresce su qualsiasi terreno e predilige zone ombreggiate. La semina avviene a primavera in vaso o direttamente in piena terra, avendo cura di innaffiare periodicamente. Una volta che la pianta è adulta, è preferibile non esagerare con le innaffiature per non ridurne il contenuto aromatico.

Coltivare erbe medicinali, la menta
Nella coltivazione della menta, è bene fare attenzione al luogo della messa a dimora: nelle zone calde preferire la mezz’ombra, mentre al nord zone soleggiate. Deve essere innaffiata con regolarità, specialmente in estate, se vogliamo che produca una vegetazione rigogliosa, Tuttavia se preferiamo piante dalla forte concentrazione aromatica le annaffiature, dovremo innaffiarle con molta parsimonia.

Ti potrebbe interessare anche

Fitocosmesi: significato e ricette

Pubblicato da Anna De Simone il 19 gennaio 2014