Timo, proprietà e benefici

come coltivare il timo

Timo, proprietà e indicazioni per preparare un’ottima tisana. Dalle proprietà cosmetiche a quelle erboristiche. Tante informazioni sulla pianta di timo e consigli alla coltivazione.

Il timo è famoso in diversi settori, non solo in ambito enogastronomico: questa pianta rappresenta un diffuso rimedio naturale famoso per le sue proprietà disinfettanti e antisettiche. Per le sue proprietà, il timo è famoso fin dai tempi dell’antico Egitto.

Timo, pianta

Parliamo di una specie sempreverde con portamento cespuglioso e compatto. Cresce tra i 30 e i 40 cm di altezza in quanto il suo sviluppo è prevalentemente in orizzontale. Le foglie sono piccole così come i fiori che hanno un calice tubolare di colore verde violaceo e sono ruvidi al tatto.

La pianta di timo, botanicamente nota come Thymus vulgaris, è richiesta in diversi settori. La sua coltivazione da reddito interessa:

  • Grossisti
  • Erboristerie
  • Laboratori di estrazione
  • Laboratori galenici
  • Laboratori cosmetici
  • Industria alimentare
  • Settore enogastronomico (pizzerie, ristoranti…)

Dalla pianta di timo, infatti, è possibile ottenere diversi prodotti, tutti dalle interessanti proprietà e caratteristiche. A partire dalla pianta di timo e dai suoi estratti, infatti si può produrre:

  • Infuso
  • Olio essenziale
  • Estratto idroalcolico
  • Sciroppo
  • Oleoliti
  • Olio aromatizzato
  • Aceto aromatizzato
  • Unguenti
  • Pomate
  • Detergenti
  • Disinfettanti
  • Prodotti per l’igiene degli ambienti

L’olio essenziale di timo è molto usato in aromaterapia così come gli altri estratti sono usati in erboristeria e fitoterapia.

Timo, proprietà 

Del timo sono note le proprietà disinfettanti e antisettiche, ecco perché anche il suo olio essenziale risulta un ottimo alleato per la salute della pelle e l’igiene della casa.

Per le proprietà cosmetiche si consiglia l’impiego dell’olio essenziale di timo ricco di principi attivi quali: timolo, carvacrolo, p-cimene, borneolo, linalolo e pinene.

 

  • Antisettiche
  • Antibatteriche
  • Antiparassitarie
  • Toniche
  • Digestive
  • Coleretiche
  • Antispasmodiche
  • Espettoranti (che aiuta a espellere il catarro)
  • Bechiche (in grado di calmare la tosse)

Come coltivare la pianta di timo

Il timo può essere coltivato con estrema facilità sia in pieno campo (nell’orto) sia in vaso (in casa, sul davanzale della finestra in balcone…). Non è una pianta molto esigente, cresce bene in un terriccio universale ma richiede un’esposizione luminosa e, in caso di coltivazione in vaso, un contenitore basso e largo perché tende a crescere in larghezza e non in altezza.

Per tutte le informazioni sulla coltivazione della pianta in vaso o in pieno campo, vi rimando alla pagina: Timo, coltivazione e proprietà.

 

Tisana e infuso di timo

I suoi infusi e tisane possono essere usati come rimedio naturale contro raffreddore e tosse. La tisana di timo è utile per favorire la digestione.

Non solo, il timo apporta flavonoidi, saponine, tannini e altri micronutrienti che possono essere utili alla salute.

L’infuso di timo può essere impiegato anche per uso esterno, per il trattamento di piccole ferite.

Per l’infuso di timo, si usano foglie essiccate e tritate. Per gli infusi vi consigliamo di sminuzzare finemente le foglie così da non sprecare preziosi principi attivi.

timo proprietà

In realtà, per la tisana e l’infuso non vanno usate solo le foglie ma le cime fiorite. Il periodo migliore per il raccolto coincide con l’inizio della fioritura o a fioritura inoltrata.

Suffumigi espettoranti a base di timo

L’utilizzo del timo consente di sfruttarne a pieno le proprietà balsamiche ed espettorali, utili contro asma e bronchite.

Tra i metodi più consigliati i suffumigi con acqua e foglie di timo secco, mezzo cucchiaino per un litro di liquido portato a ebollizione.

 

Rimedi naturali a base di timo

Il Timo sembrerebbe essere un ottimo rimedio naturale in grado arrestare la carie dentale. Quando si parla di carie dentali, neanche nella medicina ortodossa esistono farmaci ad hoc, è per questo che si interviene con asportazione meccanica dell’area interessata. Eppure, secondo i sostenitori dei rimedi naturali, il timo sembrerebbe svolgere addirittura un’azione curativa. A questo scopo, si usa l’olio essenziale di Timo.

Non sappiamo se questo rimedio sia davvero così efficace come molti sostengono, tuttavia è molto diffuso tra gli amanti della fitoterapia e dei rimedi naturali, quindi lo riportiamo a scopo descrittivo. In più, l’olio essenziale di timo è usato anche in famosi collutori come il Listerine.

Il timolo, stando ai ricercatori impegnati nella formulazione dei collutori Listerine, riuscirebbe a esercitare delle naturali proprietà antiplacca e antibatteriche utili per l’igiene orale.

Per sfruttare l’azione benefica del timo contro la carie dentali bisogna usare un batuffolo di cotone imbevuto di olio essenziale di timo, dando dei piccoli “tocchi” nella zona del dente colpita dalla carie. L’operazione andrebbe ripetuta una volta al giorno, lontano dai pasti. Questo rimedio naturale contro la carie dentale che sfrutta l’essenza di timo è stato ripreso anche dal libro “Antiguo Recetario Medicinal Azteca del doctora Laura Samano Tajonar, Mexico D.F, Gomez Gomez Hnos Editores“.

Olio essenziale di Timo

L’olio essenziale di timo può essere acquistato nelle erboristerie più fornite o sfruttando la compravendita online. Su Amazon non mancano diverse proposte d’acquisto a buon prezzo.

  • Olio essenziale di Timo Puro e Biologico
    Un flacone da 10 ml è proposto al prezzo di circa 12 euro. Si tratta infatti di un prodotto “organico”, cioè ricavato da agricoltura biologica.
  • Olio Essenziale di Timo Puro
    Si tratta di olio essenziale puro al 100% ma in questo caso il timo non è stata coltivato con metodo biologico. Un flacone da 50 ml è proposto a circa 8 euro.

A prescindere dal prodotto che acquisterete, assicuratevi di prendere un olio essenziale puro, sarete voi a fare le diluizioni desiderate usando olio di mandorle dolci o il classico olio di oliva. L’olio essenziale di timo non va usato puro sulla pelle perché troppo carico di principi attivi.

L’olio essenziale di Timo può tornare utile anche in altri modi:

  • Aggiunto allo shampoo può essere un buon rimedio contro i capelli grassi.
  • Per profumare candele fai da te o nei diffusori di aromi per profumare casa.
  • Per preparare detersivi e detergenti naturali fai da te.
  • Per la pulizia del viso.

Pubblicato da Anna De Simone il 25 maggio 2017