Coltivare melanzane, la guida

coltivare melanzane

Coltivare melanzane in vaso o nell’orto, la guida completa per ottenere melanzane grandi, regolari con piante molto produttive. Concime, cure e malattie.

Tra gli ortaggi da coltivare a luglio figurano le melanzaneColtivare la melanzana non richiede particolari conoscenze, sono sufficienti alcune indicazioni importanti per rendere la pianta di melanzana produttiva e rigogliosa.

Le piante di melanzane occupano molto spazio pertanto se pensate di coltivarle in terrazzo è preferibile limitarsi due o tre piante. La coltivazione della melanzana in vaso è possibile ma richiede qualche cura in più.

Le melanzane si adattano bene a condizioni di temporanea siccità, ma in ogni caso è bene preferire terreni freschi e ben drenati e irrigare spesso così da ottenere ortaggi grossi e “carnosi”. Vediamo nel dettaglio come coltivare le melanzane.

Come avere melanzane grandi

Per avere melanzane grandi, dovrai scegliere un’aiuola ben esposta e dovrai ricordarti di eseguire irrigazioni puntuali. Anche un fertilizzante può fare la differenza, soprattutto se il terreno non viene lavorato da tempo.

Se puoi, coltiva le melanzane a ridosso di un muro o di una ringhiera, in alternativa saranno necessari dei tutori. Per avere melanzane grosse, segui i suggerimenti che ti darò di seguito!

Coltivare melanzane, la guida

Le piante di melanzane devono essere dotate di tutore, soprattutto nei luoghi ventosi. Il vento può spezzare o abbattere le piante, quindi organizzati con dei paletti di legno, canne di bambù o tutori ad hoc, in grado di supportare la crescita della pianta. La pianta va ancorata al tutore con un legaccio.

I consigli che ti darò sono validi sia per la melanzana tonda, sia per la melanzana lunga.

Il terreno adatto

Preparare il terreno con terriccio di medio impasto, fertile a base argillosa. Se vuoi coltivare melanzane in vaso, sappi che il terriccio universale che si vende nei pacchi, non va bene! Il terriccio universale dovrebbe essere mescolato con terra di campo fertile.

Se vuoi coltivare melanzane nell’orto, puoi fare delle modifiche al suolo. Puoi aggiungere della sabbia se il terreno è troppo argilloso (te ne accorgi se non assorbe bene l’acqua ed è incline a ristagni idrici). Se nel tuo orto hai già un buon terreno, limitati a fare una lavorazione profonda interrando 5 kg di letame ben maturo per ogni metro quadrato da coltivare.

Periodo di semina e trapianto

Quando coltivare le melanzane?
Se si parte dalla semina della melanzana, semina a marzo, cercando di proteggere la semina dal freddo con una serra o con un semenziario. La semina a marzo va fatta mantenendo una temperatura intorno ai 25 gradi. Quando sulle piantine spunteranno le prime vere foglie e le temperature della notte non scenderanno sotto i 10 gradi procedere alla piantumazione nell’orto.

Se parti dalle piantine già sviluppate, puoi trapiantare tra fine giugno e luglio se abiti al nord, puoi anticipare il trapianto a metà – fine maggio, se coltivi nel meridione d’Italia.

Distanza tra le piante

La messa a dimora va fatta ponendo le piantine a circa 50 cm di distanza l’una dall’altra, su file distanti tra loro di 70-90 cm. Inoltre dovrai eliminare le foglie gialle per evitare la comparsa di alternaria.

Irrigare le melanzane

Innaffiare abbondantemente soprattutto se l’estate è particolarmente calda e secca. Le irrigazioni dovranno essere quotidiane in caso di coltivazione delle melanzane in vaso.

Le irrigazioni dovranno essere puntuali, in particolare durante la fase d’ingrossamento dei frutti così da avere melanzane grandi e dalla forma regolare. L’acqua incide molto sulle dimensioni delle melanzane.

Durante lo sviluppo dei frutti, mantenete il terreno leggermente umido, l’ideale sarebbe proseguire con la pacciamatura. Attento quando innaffi le melanzane: mai bagnare le foglie, per non favorire lo sviluppo di malattie crittogamiche.

In sintesi: irriga le piante tutti i giorni, cercando di mantenere un’umidità del terreno costante. Bagna le piante al piede senza inumidire la parte aerea.

Curare piante di melanzane

Per ottenere frutti ingrossati, acqua e fertilizzanti non devono mancare, soprattutto quando la pianta è coltivata in vaso.

Se in passato hai avuto problemi di oidio o altre malattie fungine su Solanaceae (patate, melanzane, pomodori, peperoncini, peperoni, bacche di Goji…), ti consiglio di eseguire de trattamenti preventivi con solfato di rame, così da scongiurare malattie delle melanzane come phoma, sclerotignosi e oidio.

Non piantare le melanzane nella vicinanza della patata e non coltivare nel solito punto per più di due anni consecutivi.

Contro gli afidi puoi usare il macerato di ortica. Come premesso, se la pianta cresce troppo utilizzare un tutore per sorreggere il fusto.

Le piante di melanzana possono produrre frutti fino all’autunno. Nel meridione d’Italia le temperatura consentono raccolti fino a ottobre – novembre!

Per sostenere un’elevata produzione con melanzane grandi, concima il terreno con fertilizzante a lenta cessione. Usa un concime a base di azoto, in grado di agire per più mesi di fila così da concimare un’unica volta.

Tra le varie proposte di mercato ti consiglio l’uso del concime in bastoncini a base di azoto (a lenta cessione). Su Amazon, tale concime è proposto al prezzo di 4,66 euro con spese di spedizione gratuite. Io lo uso non solo per le melanzane ma per la gran parte di piante verdi. Per tutte le informazioni ti rimando alla scheda del prodotto: concime in bastoncini a lenta cessione.

Raccogliere le melanzane

Per la raccolta non aspettare che il frutto maturi troppo, per evitare che, svuotandosi eccessivamente, diventi immangiabile. Quando raccogliere la melanzana? Le melanzane si raccolgono quando la buccia perde la sua lucentezza e tende a diventare opaca. A questo stadio di maturazione la polpa è elastica e non spugnosa. Tardare sul raccolto è rischioso: potrai ritrovarti una melanzana ricca di semi e con striature brune/nere.

Coltivazione delle melanzane sul balcone

La qualità più indicata per coltivare le melanzane in vaso è la “Slim Jim”, i suoi frutti lunghi 10 cm crescono in grappoli di 5-6. Al raggiungimento dei 5-6 cm di lunghezza, le melanzane potranno essere raccolte e conservate sott’olio o sott’aceto. Già si tratta di melanzane in miniatura molto carine, ma non adatte da arrostire. Puoi coltivare anche le varietà classiche ma in vaso il tutore è immancabile. Per tutte le info: melanzane in vaso.

Pubblicato da Anna De Simone il 15 luglio 2017