Alloro, proprietà

Alloro proprietà

Alloro, proprietà e informazioni sulla pianta. Dalle bacche alle foglie, l’uso in cucina e le proprietà cosmetiche. 



Alloro proprietà: l’alloro è una pianta officinale molto apprezzata per le sue molteplici proprietà terapeutiche. Nonostante si tratti di una specie spontanea della famiglia delle Lauracee, sono molti gli interessati alla coltivazione dell’alloro proprio per sfruttare le proprietà di foglie e frutti (bacche).

Alloro, Proprietà 

Le proprietà dell’alloro sono dovute ai suoi principi attivi: eucaliptolo, eugenolo, fellandrene, geraniolo, linalolo, mucillagine, pectina, pinene, tannino, terpineolo. Dai suoi principi attivi si ricavano i seguenti benefici.

Alloro, Proprietà digestive

Per sfruttare le proprietà digestive dell’alloro basterà mettere 5 foglie in infusione per 5 minuti, in una tazza d’acqua bollente. L’infuso si prende prima e dopo i pasti.

Proprietà stimolanti

Per stimolare l’appetito e contrastare stati di debolezza, si fa un infuso di 3 foglie di alloro messe per 10 minuti in un bicchiere d’acqua (250 ml). Si prendono due o tre tazzine al giorno.

Proprietà lenitive

E’ efficace per lenire i dolori di origine traumatica o legati al ciclo mestruale. Come usarlo?

Per dolori articolari, artrosi, reumatismi, distorsioni, slogature e altri dolori di origine traumatica, l’alloro si impiega per uso esterno: bisognerà massaggiare la zona interessata con olio di alloro ottenuto facendo macerare per 15 giornii 10 bacche in 100 grammi di olio extravergine di oliva.

Per alleviare i dolori mestruali, si prende un infuso di 20 gr di foglie per litro di acqua. Si consumano 2 o 3 tazze al giorno; si tratta di un ottimo rimedio naturale per lenire i dolori del ciclo mestruale.

Proprietà sudorifere

L’alloro è un rimedio naturale contro influenza e raffreddore. Si prepara un decotto per 10 minuti di 10 foglie sminuzzate poste in una tazza di acqua. Meglio bere il decotto prima di mettersi a letto.

Alloro, proprietà repellenti

Il fumo aromatico emesso dalle foglie bruciate allontana mosche e zanzare.

Alloro, proprietà calmanti e rilassanti

Per agevolare il sonno: un infuso ottenuto versando una tazza d’acqua bollente su 2 foglie sminuzzate con l’aggiunta di un pizzico di camomilla. Lasciare in infusione per 5 minuti e consumare prima di coricarsi.

Per rilassarsi: per uso esterno, con le foglie di alloro è possibile preparare un bagno rilassante. Basterà aggiungere all’acqua della vasca un decotto di 30 foglie messe a macero per 5 minuti in 2 litri d’acqua.

Alloro, proprietà cosmetiche

In cosmetica si sfruttano le proprietà lenitive che lo rendono adatto anche alle pelli più sensibili e delicate.

L’alloro può essere un ottimo rimedio naturale per risolvere il problema delle mani screpolate e della pelle secca in presenza di una sensibilità che rende difficoltoso l’assorbimento delle classiche creme.

Come sfruttare le proprietà cosmetiche dell’alloro? Con un decotto di 10 foglie di alloro messe al macero per 10 minuti in mezzo litro di acqua. Questo decotto costituisce un efficace rimedio contro la screpolatura di mani e piedi e per lenire la pelle secca. Lasciare le mani (o i piedi!) a bagno per 5 minuti nel decotto di alloro appena preparato.

Alloro tossico

L’alloro è tossico? L’alloro principalmente diffuso nel mediterraneo è la specie Laurus nobilis L. e non è velenoso. L’unica specie tossica è l’Alloro lauroceraso o alloro lauro, quello che si usa per la coltivazione delle siepi. Per tutte le informazioni: siepe di lauroceraso.

Siepe di alloro 

Come l’alloro lauro o lauroceraso, anche il Laurus nobilis, ovvero la pianta di alloro è talvolta usata per coltivare siepi a scopo decorativo. La pianta di alloro è perfetta per chi vuole allestire una siepe molto alta e di facile gestione. L’alloro, infatti, presenta una buona tolleranza alla potatura, anche quando drastica.

Alloro in cucina

L’alloro è usato come pianta aromatica in varie ricette, spesso le sue foglie si usano anche per decorare le migliori portate. Le foglie si possono tritare grossolanamente e aggiungere a un liquido atto ad aromatizzare le carni prima della cottura. Prima di arrostire o grigliare carni bianche e rosse, mettetele in un contenitore con qualche cucchiaio di aceto, qualche cucchiaio di vino bianco, pepe e alloro tritato grossolanamente. Lasciate insaporire la carne per qualche ora prima di arrostirla.

L’alloro può insaporire anche portate classiche come pasta e zucca, pasta e fagioli, zuppe… generalmente va aggiunto a inizio cottura, insieme agli altri ingredienti del soffritto.

Una ricetta per usare l’alloro? Provate la nostra zuppa di fagioli e, tra le erbe aromatiche, usate esclusivamente l’alloro.


Se vi è piaciuto questo articolo potete seguirmi su Twitter o aggiungermi su Facebook!

Pubblicato da Anna De Simone il 16 gennaio 2018