Ranuncolo, coltivazione e info

ranuncolo coltivazione

Ranuncolo, coltivazione: come coltivare il ranuncolo in vaso o in giardino. Il significato del ranuncolo nel linguaggio dei fiori. Dal ranuncolo selvatico alla stagione di fioritura.

Il ranuncolo è un genere di pianta erbacea che comprende circa 400 – 600 specie, tutte originarie delle zone a temperatura fredde del mondo. Non mancano specie che meglio si adattano al nostro clima tanto da crescere spontaneamente in diversi habitat nostrani.

Molto ricercato è anche il ranuncolo selvatico, in questo caso il fiore è più semplice. Il ranuncolo selvatico, botanicamente noto come ranunculus acris ranunculus bulbosus è popolare per gli usi fitoterapeutici delle sue foglie. Le foglie del ranuncolo selvatico annoverano proprietà rubefacenti, cioè richiamano il sangue negli strati più superficiali della pelle.

In questa pagina troverete tutte le informazioni utili per la coltivazione del ranuncolo.

Ranuncolo, il fiore

fiori del ranuncolo sbocciano in tardo inverno, sono grossi e ricordano vagamente la forma della rosa soprattutto per la struttura dei petali: i fiori del ranuncolo possono essere a petalo singolo, doppio o triplo. I fiori possono vedere petali più o meno carnosi e dai colori più disparati. Il ranuncolo è molto coltivato e apprezzato proprio per il suo fiore.

Anche se molto bello, il fiore del ranuncolo non presenta alcuna profumazione. Fiorisce in tardo inverno e la fioritura permane per tutta la stagione primaverile. Non mancano varietà che producono fiori in primavera o in estate.

Dal vivaio è possibile trovare diverse specie e varietà di ranuncoli. Le specie più diffuse sono quelle che presentano un fiore carnoso e dai colori vivaci.

Ranuncolo, coltivazione

La sua coltivazione è adatta per realizzare:

  • bordure
  • aiuole fiorite
  • coprisuolo
  • giardino rocciolo
  • prati naturale

Per coltivare il ranuncolo scegliete una posizione in pieno sole, anche se tutte le specie in commercio riescono a tollerare zone in mezz’ombra.

Il ranuncolo preferisce un suolo ricco e umido, se avete un laghetto artificiale, potete coltivarlo lungo i margini. Al contrario, alcune specie necessitano di un terreno ben drenato e non si adattano bene al clima dell’Italia Meridionale. Al momento dell’acquisto delle piantine da mettere a dimora, chiedete al vivaio di che specie si tratta e che tipo di suolo predilige.

Quando coltivare ranuncoli
Il periodo migliore per la piantumazione cade nella stagione autunnale o primaverile.

Profondità dell’impianto
Il bulbo deve essere ricoperto con circa 5 cm di terra.

Distanza tra le piante 
La distanza da rispettare tra i bulbi deve essere di 7 – 10 cm.

Esposizione e suolo
Va messo a dimora in pieno sole o a mezz’ombra. In genere con un suolo ricco e leggermente umido.

Innaffiatura 
Innaffiare in modo regolare prestando attenzione alla stagione vegetativa. Attenti a non bagnare le foglie e irrigare quando il terreno è ben asciutto.

Per la coltivazione in fioriere di bulbose, scegliete un terreno soffice e ricco di sostanza organica. In vaso o in fioriera, il ranuncolo necessita di un terreno piuttosto drenato composto da tre parti di terriccio e una parte di sabbia.

Per la gestione della coltivazione del ranuncolo in vaso o in giardino, vi consiglio la lettura della guida dedicata alle aiuole di bulbose.

In commercio si trovano diverse varietà di ben 30 specie differenti. Per farvi un’idea sul tipo di fiore, i prezzi dei bulbi da mettere a dimora vi invitiamo a visitare la pagina web di garden center o ecommerce generici come Amazon.

Link utili: Ranuncolo bulbi per la messa a dimora e varietà

Ranuncolo, significato dei fiori

Prima di vedere il significato del ranuncolo nel linguaggio dei fiori, vediamo cosa significa il termine ranuncolo: il nome ranunculus asiaticus deriva dal latino e significa piccola rana,  probabilmente il significato del nome fa riferimento agli ambienti freschi e umidi in cui è frequente vedere crescere spontaneamente tale pianta da fiore.

Nel linguaggio dei fiori, il ranuncolo ha un significato ben preciso: il suo soprannome è botton d’oro e nella tradizione cristiana sono visti come fiori preziosi da portare in omaggio alla Madonna durante la Settimana Santa.

Nel linguaggio dei fiori, il ranuncolo è simbolo di bellezza e malinconia.

Ranuncolo d’acqua

Il ranuncolo è anche una pianta acquatica perenne. Per poter accogliere il ranuncolo acquatico, l’acquario dovrà avere una temperatura compresa tra i 12-18 °C, una durezza media dell’acqua, un pH neutro e un substrato sabbioso limoso. Per tutte le informazioni sulla coltivazione del ranuncolo acquatico vi invitiamo a leggere la pagina dedicata alle “piante acquatiche per acquario“, in particolare nel paragrafo dedicato alle piante acquatiche che fioriscono.

Ti potrebbe interessare anche l’articolo: “Ranuncoli: fiori e loro coltivazione

Pubblicato da Anna De Simone il 28 marzo 2016