Carciofo: proprietà e ricette

Gli studiosi lo considerano un “cibo funzionale naturale”, si tratta del carciofo, un ortaggio ipocalorico, delizioso e dai mille usi. Infatti si sposa bene con numerose pietanze, sia rustiche che dolci. Vediamo insieme le proprietà del carciofo e qualche ricetta.

Il carciofo è un ortaggio poco calorico (22 calorie per 100 grammi), particolarmente digeribile e molto versatile in cucina. Può essere combinato alla pasta, ai secondi sia di carne che di pesce e può essere un buon antipasto insieme ad altri ingredienti. I carciofi, ricchi di fibre, sono indicati in un regime di dieta dimagrante. Tra i minerali contenuti sono da ricordare  il potassio, sodio e fosforo. Tra le vitamine del carciofo segnaliamo soprattutto quelle del gruppo B, e la vitamina C.

Il carciofo è ricco di cinarina: una sostanza epato-protettrice che provoca un aumento del flusso biliare e della diuresi. Contrasta l’innalzamento del colesterolo e dell’azotemia. Contiene inulina: sostanza che promuove la crescita dei bifidobatteri della microflora intestinale (che regolarizzano le funzioni intestinali) e allo stesso tempo inibisce la presenza di batteri dannosi. Inoltre ha effetti antiossidanti e potenzialmente antitumorali. Il cuore del carciofo contiene acido clorogenico (CA), un antiossidante naturale che previene malattie arteriosclerotiche e cardiovascolari.

Il carciofo sembra essere anche un ottimo rimedio per combattere lo stress quotidiano oltre a svolgere un’attività depurativa e digestiva. Le importanti proprietà benefiche del carciofo si possono sfruttare anche per realizzare altri rimedi, come per esempio un’ottima tisana.

La tisana a base di carciofo è un ottimo rimedio che permette di favorire la perdita di liquidi in eccesso e, quindi, è un ottimo aiuto nelle diete dimagranti. Svolge un’importante azione a livello digestivo favorendone i processi. Un decotto a base di carciofo è molto utile per depurare la pelle e allontanare le tossine.

Può essere applicato anche per uso esterno: si consiglia di utilizzare un decotto di carciofo per un’opera di rigenerazione della pelle (sopratutto quelle che hanno assunto un colore diffusamente giallo). In erboristeria troviamo con grande facilità le foglie fresche od essiccate, così come le radici, per poter preparare degli ottimi decotti di carciofo.

Realizzare un decotto a base di carciofo non comporta alcuna difficoltà.

Gli ingredienti: 500 ml di acqua, un cucchiaio di miele (che svolgerà una funzione prettamente dolcificante nella preparazione del decotto) e un cucchiaio di foglie essiccate di carciofo.

Versare il miele all’interno di un pentolino colmo d’acqua e portarla a ebollizione.
Successivamente versarvi le foglie di carciofo, ovviamente dopo aver provveduto a farle a pezzettini.
A questo punto sarà necessario far bollire il composto per altri due minuti per poi spegnere il fuoco e lasciare riposare per almeno cinque minuti.
Per finire, filtrare il decotto.

Nel caso in cui siate alla ricerca di una bevanda che possa rappresentare un’ottima soluzione per la fine dei pasti, ma che funga anche da digestivo, allora potrete senza dubbio scegliere il liquore al carciofo.

Ingredienti.
800 grammi di gambi di carciofo, tre foglie di carciofo, 700 grammi di zucchero, un litro di acqua e un litro di alcol neutro a 70 gradi.

Preparazione.
Lavare con cura ed attenzione i gambi dei carciofi. Asciugare i gambi e tagliarli formando dei piccoli dadi. Nel frattempo far bollire acqua e zucchero all’interno di una casseruola, miscelare fino a quando lo zucchero non si sia sciolto. Spegnere il fuoco e lasciare riposare fino a che lo sciroppo arrivi a temperatura ambiente. Prendere un recipiente in vetro: versare l’alcol, le foglie di carciofo, i gambi tagliati a dadini e lo sciroppo.

La macerazione dovrà durare almeno una ventina di giorni:successivamente, provvedere al filtraggio del composto e all’imbottigliamento del liquore.
E’ importante mantenere le bottiglie di liquore all’interno di un luogo abbastanza buio e fresco.

Estratto di carciofo

Per assumere una dose ideale di cinarina per il vostro organismo, l’ideale sarebbe ovviamente mangiare sempre prodotti freschi ma gli estratti in compresse possono essere un valido supporto di cinarina in particolari periodi dell’anno in cui non potete reperire il carciofo fresco o non avete il tempo o la voglia di cucinarlo.

Penso ad esempio a quando vado in vacanza in Egitto, dove il menu degli hotel è sempre povero di frutta e verdura. In questi casi avere a disposizione le compresse è decisamente utile per non impoverire la dieta di sostanze molto importanti.

I prezzi online sono tra l’altro piuttosto contenuti in proporzione al numero di assunzioni che ci si può assicurare: un flaconcino da 60 capsule costa solo 14 Euro.

Photo Credits | sposavip.it

Pubblicato da Anna De Simone il 13 aprile 2012