Olio essenziale di Zagara

olio essenziale di zagara

Olio essenziale di zagara: proprietà, processo di estrazione e tutte le informazioni sull’essenza di zagara ricavata dai fiori di arancio amaro.

L’olio essenziale di Zagara è solo uno dei tre oli essenziali estratti dall’Arancio Amaro, botanicamente conosciuto come Citrus aurantium subs. Amara.

Olio essenziale di arancio amaro

Parlare di olio essenziale di arancio amaro è piuttosto vago proprio perché da questa specie botanica si possono ricavare tre differenti essenze:

  • Olio di Neroli
    L’olio essenziale di Neroli è estratto dai fiori dell’arancio amaro (Citrus aurantium subs. Amara) per distillazione in corrente di vapore.
  • Olio di Zagara 
    L’olio essenziale di Zagara è estratto dai fiori dell’arancio amaro (Citrus aurantium subs. Amara) con un processo di enfleurage, cioè con un’estrazione a freddo mediante l’impiego di un solvente.
  • Olio di Petitgrain
    L’olio essenziale di Petitgrain è estratto dalle foglie dell’arancio amaro (Citrus aurantium subs. Amara)

Per le proprietà dettagliate degli oli essenziali di arancio amaro vi rimandiamo all’elenco dei link del paragrafo dedicato alle Proprietà degli oli essenziali. Molti blogger ma anche gli stessi aromaterapisti tendono a far confusione tra olio essenziale di Neroli olio essenziale di Zagara affermando che si tratta del medesimo prodotto. Come è ben chiaro dalla precedente descrizione, anche se la materia prima è la medesima (i fiori di arancio amaro) i processi di estrazione sono differenti ma il prodotto ottenuto conserva le medesime proprietà.

Olio essenziale di Zagara

La zagara è il fiore degli agrumi, infatti quando si parla genericamente di zagara si fa riferimento al fiore dell’arancio, del limone e del bergamotto. Quando si parla dell’olio essenziale di zagara si fa riferimento all’essenza ottenuta dai fiori dell’arancio amaro.

L’olio essenziale di zagara è estratto per enfluerage, tale metodo è perfetto per estrarre le essenze dai fiori, tuttavia è molto lungo e ha una resa molto bassa. Per questi motivi è davvero raro trovare l’olio essenziale di zagara e la forma di estrazione predominante è quella per distillazione in corrente di vapore. In entrambi i casi, parliamo di oli essenziali piuttosto costosi in quanto la resa in termini di essenza è dello 0,1% in peso. E’ per questo motivo che gli oli essenziale di zagara e di neroli sono molto costosi.

In commercio è possibile trovare olio di zagara o olio essenziale di neroli sofisticato, cioè arricchito con essenze di altri agrumi, solitamente limone, arancio dolce o bergamotto. In questo caso il prezzo d’acquisto è di gran lunga inferiore e l’essenza è presentata come olio essenziale alla zagara o diciture analoghe.

La composizione chimica dell’olio essenziale di zagara, così come quella di qualsiasi prodotto naturale, può variare fortemente in base alle condizioni di coltivazione (luogo di raccolta, momento del raccolto, andamento climatico…).  Generalizzando si può affemare che un buon olio essenziale di zagara contiene in percentuale elevata composti esteri come acetati di linalile, nerile e geranile dal 21% al 70%, monoterpeni come limonene, alfa e beta pinene e canfene fino anche al 40% e alcol monoterpene linalolo.

In aromaterapia, l’olio essenziale di zagara è molto pregiato e apprezzato soprattutto dagli artisti: sembrerebbe un buon rimedio naturale per trovare la giusta ispirazione creativa. La diffusione dell’essenza di zagara nell’ambiente predisporrebbe al rilassamento e al riposo. Per tutte le proprietà dettagliate vi rimandiamo alla pagina dedicata all’olio essenziale di Neroli.

Le proprietà degli oli essenziali

Per le proprietà degli altri oli essenziali vi rimando alle singole pagine.

Pubblicato da Anna De Simone il 30 ottobre 2015