Olio essenziale di Ginepro, proprietà e usi

olio essenziale di ginepro

Olio essenziale di ginepro: proprietà, informazioni, caratteristiche e gli usi dell’essenza di ginepro. L’Olio essenziale di ginepro come rimedio naturale o per la preparazione di profumi fai da te.

L’estrazione dell’olio essenziale di ginepro

L’olio essenziale di ginepro è estratto per distillazione dai coni della specie Juniperus communis. Il colore dell’olio essenziale di ginepro può variare dal giallo verdognolo fino al giallo pallido, può essere anche del tutto incolore. L’olio essenziale di ginepro non è estratto solo a partire dai coni della specie Jiniperus communis: dalle foglie e dai rami della specie Juniperus virginiana si può ottenere un altro tipo di olio essenziale di ginepro. La distillazione in corrente di vapore per la produzione dell’essenza di ginepro a partire da foglie e rami o dalle bacche, si effettua nei periodi più freddi dell’anno per ridurre la perdita dei principi attivi per evaporazione che è maggiore nei mesi caldi.

L’olio essenziale di ginepro è estratto dai coni, chiamati più comunemente coccolo e bacche. In realtà, i coni di ginepro non sono vere bacche e con il processo di estrazione per distillazione non si ottiene solo l’olio essenziale ma anche un residuo che, trattato con acqua e concentrato sotto vuoto, dà origine a un liquido sciropposo noto come estratto di ginepro.

Composizione chimica dell’olio essenziale di ginepro

Tra i suoi composti chimici costituenti, l’olio essenziale di ginepro annovera l’alfa pinene, cadinene, canfene e terpineolo. Il canfene è un monoterpene bicicliclo molto volatile, ha un odore pungente e si trova in altri oli essenziali come quello di zenzero, valeriana, citronella, canfora e olio essenziale di neroli. Anche l’alfa pinene è un monoterpene biciclico, è un composto molto prezioso, sfruttato dall’industria dolciaria per la produzione di caramelle balsamiche e dall’industria farmaceutica per la preparazione di suffimigi da inalare. Il pinene è un composto molto volatile e, disperdendosi nell’ambiente, rilascia un gradevole aroma balsamico. Per i suoi costituenti, l’olio essenziale di ginepro può essere utile per smettere di russare ed è annoverato tra i rimedi naturali contro l’alitosi.

Proprietà e usi dell’olio essenziale di ginepro

L’olio essenziale di ginepro annovera proprietà depurative e drenanti, utili per disintossicare l’organismo in modo naturale. L’olio essenziale di ginepro agisce sia sui reni che sul sistema linfatico aiutando il nostro organismo a espellere tossine e scorie.

Con l’aromaterapia, l’olio essenziale di ginepro è utile per le sue proprietà toniche ed energizzanti e per il suo impatto positivo sulla psiche. Per sfruttare al meglio le proprietà energizzanti è possibile eseguire dei massaggi a base di olio essenziale di ginepro, ne bastano 2 gocce per ogni cucchiaio di olio portante (meglio ancora se si tratta di olio di mandorle, olio di mandorle dolci puro al 100%).

Abbiamo già citato le proprietà depurative e drenanti, per questo, l’essenza di ginepro può essere usata per realizzare unguenti da sfruttare per massaggi anti-cellulite oppure, per preparare dei tonici anti-acne. L’azione depurativa e astringente dei principi attivi contenuti nell’olio di ginepro possono ridurre i problemi di acne, pelle grassa, punti neri e brufoli. Per sfruttare al meglio l’effetto, vi basta scegliere una delle ricette a base oleosa del tonico fai da te e aggiungere dalle 5 alle 10 gocce di olio essenziale di ginepro per ogni 200 ml di tonico. Quando usate un qualsiasi tonico, evitate di soffermarvi troppo a lungo sulla zona perioculare.

Per la preparazione di un olio per massaggi anti-cellulite, aggiungete 5 gocce di olio essenziale di ginepro a 3 gocce di olio essenziale di basilico, 2 gocce di olio essenziale di limone, 1 goccia di essenza di timo. Mescolate questi oli essenziali in 2 cucchiai di olio vegetale a scelta come l’olio portante di avocado o olio di mandorle dolci.

Per esercitare l’azione drenante e depurativa soprattutto attraverso i reni, potete eseguire dei massaggi mirati sulle principali stazioni linfatiche quali collo, ascelle, inguine e gambe. In questo caso il massaggio dovrà avvenire con movimenti circolari e delicati. Vi basterà sciogliere 4 gocce di olio essenziale di ginepro in un cucchiaio di olio portante di avocado o altro olio vegetale ad azione assorbente e idratante.

Dove comprare l’olio essenziale di Ginepro?

L’essenza di ginepro può essere acquistata nei negozi specializzati nella vendita di prodotti naturali oppure mediante la compravendita online. Il prezzo dell’olio essenziale di ginepro varia molto tra l’acquisto online e quello nei negozi, nel web c’è molta più concorrenza e i prezzi tendono a essere più bassi. Inoltre, il prezzo dell’olio di ginepro varia anche in base alla materia prima impiegata nel processo di estrazione per distillazione a corrente di vapore: se le “bacche di ginepro” provengono da agricoltura biologica, l’olio essenziale estratto avrà un costo maggiore. Tra i vari prodotti presenti sul mercato ve ne riportiamo uno biologico che riteniamo dal miglior rapporto qualità prezzo.

Olio essenziale Di Ginepro Biologico – Puro Al 100% – 10ml
Prezzo: 11,95 € con spedizione gratuita. Chi intende usare l’essenzia di ginepro sia per massaggi che per suffimigi e diffusione di aromi, potrà optare per il flacone di Olio di Ginepro Biologico da 50 ml proposto al prezzo di 26,99 €. E’ vero che i prezzi possono sembrare alti ma considerate che gli oli essenziali più economici sono quelli più comuni (di lavanda, di menta piperita, di limone…) mentre se si passa di fascia e si punta al cipresso o al ginepro, i prezzi salgono; i prezzi salgono ancora di più per le essenze rare come quella di Neroli.

Le proprietà degli oli essenziali

Per le proprietà degli altri oli essenziali vi rimando alle singole pagine.

Pubblicato da Anna De Simone il 23 ottobre 2015