Come smettere di russare

Come smettere di russare

Come smettere di russare: consigli, terapie e rimedi naturali per russare di meno o smettere di russare completamente. Dalla chirurgia ai rimedi fai da te.

La roncopatia cronica, meglio nota come russamento patologico, vede un quadro sintomatico caratterizzato da un russare discontinuo, talvolta con una forte rumorosità accompagnato da disturbi della respirazione o da sonno disturbato.

Roncopatia cronica: russare

Il russare continuo o intermittente che caratterizza tale disturbo (roncopatia) può essere molto fastidioso sia per chi ne è affetto, sia per chi ci dorme accanto. Il russare rumoroso è quasi sempre dettato da una difficoltà respiratoria che si manifesta durante il riposo notturno.

Russare è un problema che riguarda il 40 per cento della popolazione e solo una parte di questi soffre anche di apnea notturna (che aggrava il problema), la soluzione definitiva per smettere di russare prevede un intervento chirurgico ma possono essere abbastanza valide alternative meno invasive e non mancano i rimedi naturali.

Chi russa, farebbe bene a consultare un medico. Il motivo? La roncopatia potrebbe essere il primo sintomo di apnea ostruttiva del sonno (o apnea notturna). A chi rivolgersi? A parte il medico di famiglia, è consigliata una visita specialista presso un otorinolaringoiatra o uno specialista esperto in medicina del sonno.

Curare la roncopatia è utile non solo a chi ne è affetto ma anche a chi ci dorme accanto. La roncopatia è un fattore di “privazione del sonno”. Chi vive a stretto contatto con una persona che russa può manifestare diversi sintomi come:

  • irritabilità
  • sonnolenza diurna
  • insonnia
  • mancanza di concentrazione
  • diminuzione della libido
  • stress…

Chi soffre di russamento cronico dovrebbe controllare la sua salute fisica. In caso di sovrappeso o obesità, meglio seguire una dieta ipocalorica per raggiungere il peso forma. Questo non è solo un consiglio generico ma un avvertimento: studi multidisciplinari hanno notato una correlazione positiva tra roncopatia e rischio di infarto  e ictus. Nuovi studi hanno associato il russare all’aterosclerosi carotidea.

Perché russiamo?

Il tipico rumore emesso da chi russa è causato dalle vibrazioni che si generano sulle mucose delle vie aeree più ristrette: quando l’aria passa dal naso ed è in transito per raggiungere i polmoni, fa vibrare le mucose che producono quel fastidioso rumore.

Questo ci spiega anche perché le persone in forte sovrappeso o obese, possono russare di più o emettere suoni più forti. Ciò è indotto da un eccessivo rilassamento dell’ugola e del palato molle. Questi tessuti, rilassandosi, ostruiscono parzialmente le vie respiratorie con conseguente flusso d’aria irregolare.

Analogamente a come avviene in caso di mal di gola, ingrossamenti (tonsilliti, faringiti…) e infiammazioni delle vie aeree.

Russare: cause

Per smettere di russare è possibile intervenire sulle cause. Nel paragrafo precedente, dove spieghiamo perché russiamo, abbiamo messo in evidenza il meccanismo che è alla base correlandolo al sovrappeso. Questa non è l’unica correlazione. Per smettere di russare è possibile intervenire su uno o più di questi fattori qualora fossero presenti:

  • Debolezze e infiammazioni alla gola che ne causano una parziale chiusura delle vie aeree durante il sonno.
  • Mascella mal posizionata, spesso causata da un’eccessiva tensione muscolare.
  • Obesità e sovrappeso con sito di accumulo di adiposità intorno alla gola.
  • Setto nasale deviato, congestioni nasali da allergie o altre ostruzioni delle vie nasali.
  • Apnea notturna.
  • Abuso di alcol.
  • Uso di farmaci rilassanti o ansiolitici.
  • Fumo di sigarette.

Infine, la posizione supina, cioè dormire a pancia in su, può innescare il “russamento” perché la lingua, a causa della forza di gravità, si protrae verso la gola aumentando l’effetto delle vibrazioni dell’aria durante il passaggio dalle vie aeree.

Come smettere di russare: rimedi naturali

Quando non siamo di fronte a una roncopatia severa, il russare può essere causato da cattive abitudini alimentari, da una postura scorretta o da allergie che causano congestione nasale. Individuare la causa è il primo passo da fare per poter smettere di russare.

Tra i rimedi naturali per russare di meno o addirittura smettere di russare vi segnaliamo alcuni oli essenziali che, grazie alle loro proprietà decongestionanti, sono capaci di esercitare un effetto benefico sulle mucose e facilitare la ventilazione nasale anche di notte.

Un rimedio naturale per russare di meno consiste nel preparare una miscela di olio essenziale di eucalipto, pino, ginepro e olio essenziale di menta piperita. Preparate 25 ml di questa miscela e versatela su un fazzoletto umido da posizionare sul termosifone della camera da letto. Potete mettere alcune gocce di questi oli essenziali direttamente nei diffusori di aromi o sulla federa del cuscino.

E’ importante capire la causa della congestione nasale e intervenire a monte. Per esempio, in caso di allergia alla polvere, è importante mantenere la camera da letto sempre ben pulita.

Anche la presenza di umidità e muffe può causare congestioni nasali.

Sempre in ambito delle congestioni, tra i rimedi naturali figurano dei bagni con acqua e sale marino, realizzati con un’apposita pompetta nasale. Un effetto decongestionante si può ottenere praticando dei suffumigi con acqua e bicarbonato.

Tra gli altri rimedi naturali per smettere di russare segnaliamo:

  • Smettere di fumare.
  • Perdere peso.
  • Evitare l’uso di bevande alcoliche.
  • Evitare farmaci sedativi.
  • Dormire di lato.
  • Usare cuscini ortopedici

L’uso di cuscini ortopedici è ottimo sia per smettere di russare che per allentare le tensioni muscolari che causano mal di testa mattutino (così da prevenire e contrastare problemi alla zona cervicale).

smettere di russare

I cuscini ortopedici supportano il collo in modo adeguato, così da garantire la giusta posizione non solo delle vie aeree ma anche della mascella e della zona cervicale. I cuscini ortopedici apportano, di per sé, una leggera riduzione del russare.

Come smettere di russare, soluzioni meccaniche

Non è raro trovare dei dispositivi meccanici da inserire in bocca o nel naso, tali strumenti agevolano meccanicamente il passaggio dell’ossigeno evitando le vibrazioni che generano il rumore. Tra questi dispositivi meccanici, molto validi sono i cosiddetti bite antirussamento.

Un buon bite antirussamento dovrebbe essere realizzato su misura da un odontoiatra. Il bite antirussamento è una placca (di solito realizzata in resina) da porre tra le due arcate dentarie per modificare le relazioni spaziali nel combaciamento tra le stesse arcate. Il bite non provoca alcuna modifica permanente, fa solo in modo di consentire il passaggio dell’aria senza la produzione di rumore.

Come premesso, i migliori bite sono quelli realizzati su misura, tuttavia questi risultano molto costosi. Online è possibile reperire dei dispositivi anatomici automodellanti in grado da adattarsi (almeno in parte) alla propria dentatura. Chi ha particolari conformazioni delle arcate dovrebbe evitare questo acquisto, mentre chi ha una dentatura piuttosto standard può testare in prima persona i benefici dei bite antirussamento automodellanti. Tra le migliori proposte vi segnaliamo il Twin Bite antirussamento dal prezzo di circa 90 euro.

Questi bite sono studiati non solo per evitare ostruzioni delle vie aeree ma anche per consentire un avanzamento mandibolare e spingere la lingua in avanti. Sono apparecchi molto utili per chi soffre di apnea notturna.

Come smettere di russare con la chirurgia

Dopo aver visto come smettere di russare senza interventi chirurgici, è doveroso parlare anche di chirurgia.

Esistono diverse procedure: alcune tendano di allargare le vie aeree rimuovendo alcuni tessuti nella parte posteriore della gola. Tali interventi sono piuttosto invasivi. Quando si va ad asportare una porzione di tessuto, si va a formare del tessuto cicatriziale che potrebbe rendere le vie aeree altrettanto ristrette. Per questo motivo, per smettere di russare, gli interventi chirurgici sono spesso discussi. La formazione del tessuto cicatriziale è a carattere individuale e quasi imprevedibile. Prima di sottoporsi a un intervento chirurgico per smettere di russare è opportuno lavorare su tutte le possibili cause elencate in precedenza e consultare uno specialista in medicina del sonno.

Altri interventi chirurgici mirano a rendere il palato molle più rigido con l’introduzione di strisce a base minerale. In questo contesto si parla di un intervento chirurgico ambulatoriale. Tale trattamento per smettere di russare è stato approvato dalla FDA nel 2004 e in Italia sono rari i centri che lo propongono.

Un’alternativa alla “chirurgia asportativa” è mostrata nel video che segue. Vi proponiamo un estratto dalla trasmissione “Elisir” dove si parla di un innovativo intervento chirurgico che aiuta a ridurre o eliminare il problema.

Pubblicato da Anna De Simone il 5 settembre 2018