Oli essenziali anticellulite

Oli essenziali anticellulite

Oli essenziali anticellulite: come sfruttare le proprietà degli oli essenziali per creare unguenti anticellulite. Come eliminare la cellulite con gli oli essenziali.

Diciamolo subito! Gli oli essenziali non possono essere usati puri sulla pelle. Per sfruttare le proprietà anticellulite degli oli essenziali avete bisogno di un olio portante. Perché? Perché gli oli essenziali sono ricchi di principi attivi ed estremamente concentrati. Impiegati puri sulla pelle andrebbero a irritare la cute. L’olio portante non solo rende possibile l’applicazione degli oli essenziali, in più ne può coadiuvare l’effetto e aiutarne la penetrazione negli strati più profondi della cute. A un olio portante va aggiunto uno o più oli essenziali con concentrazioni che raggiungono un massimo del 3%.

Olio anticellulite fai da te

Per realizzare un unguento anticellulite fai da te, vi consigliamo principalmente due oli portanti. In primis l’olio di mandorle, un evergreen adatto a tutti i tipi di pelle che migliora l’assorbimento dei principi attivi dell’olio essenziale e idrata la pelle. Per tutte le info su dove comprarlo e le proprietà, vi rimandiamo alla pagina olio di mandorle dolci.

Il secondo olio utile alla causa è l’olio di germe di grano. E’ ricco di vitamine E, B e A e coadiuva l’azione anticellulite stimolando la circolazione del sangue. Anche in questo caso, per tutte le info vi rimandiamo alla scheda dettagliata: olio di germe di grano. E’ meno adatto a chi ha la pelle grassa ma perfetto per chi ha la pelle secchissima o addirittura desquamata.

La preparazione dell’olio anticellulite fai da te è semplice, basta diluire qualche goccia di olio essenziale nell’olio portante, facendo attenzione a non superare mai la percentuale del 3%.

Per esempio, per ogni 20 ml di olio portante usate una quantità inferiore a 6 ml di olio essenziale. Per alcuni oli essenziali “più forti” consigliamo diluizioni inferiori.

Oli essenziali anticellulite

L’olio anticellulite fai da te è semplice da preparare e va usato eseguendo massaggi dall’effetto drenante.

Gli oli essenziali anticellulite sono quelli che annoverano proprietà toniche, stimolanti, rubefacenti e drenanti.

Per ottenere un ottimo olio anticellulite fai da te, è possibile aggiungere qualche goccia di olio essenziale di zenzero a un cucchiaio di olio di germe di grano vergine. L’olio essenziale di zenzero è definito un ottimo rimedio per eliminare la cellulite perché esercita un’azione rubefacente, cioè richiama il sangue negli strati più superficiale dei tessuti. Si consiglia una diluizione non superiore all’1,5%.

Un altro eccellente rimedio anticellulite si prepara con olio essenziale di Pino Silvestre. Questo olio essenziale ha spiccate proprietà tonificanti, si consiglia una diluizione all’1%.

L’olio essenziale di carota annovera spiccate proprietà drenanti tanto da essere consigliato nella preparazione di unguenti per massaggi anti-cellulite: aiuta il sistema linfatico a drenare via le tossine e, al contempo, stimola la circolazione.

L’olio essenziale di pepe nero è ottimo per eliminare la cellulite (annovera spiccate proprietà stimolanti, utile per riattivare la circolazione locale). Anche qui non va superata la diluizione dell’1,5%.

Per le sue proprietà drenanti e tonificanti, anche l’olio essenziale di fieno greco può essere impiegato per unguenti anticellulite e massaggi per rassodare la pelle.

Buono anche l’olio essenziale di dragoncello, per le sue proprietà tonificanti. In cosmesi può essere usato per la preparazione di unguenti tonificanti da massaggiare sulla pelle. Per la preparazione di un buon anticellulite, si consiglia una diluizione all’1%.

Anche l’olio essenziale di rosmarino e l’essenza di limone sono utili per eliminare la cellulite.

Fanghi anticellulite fai da te

Oltre agli oli anticellulite fai da te potrebbero interessarvi anche gli impacchi a base di argilla o fanghi naturali, per tutte le informazioni vi rimandiamo alla pagina fanghi anticellulite fai da te. Le ricette combinano l’azione degli oli essenziali a quella dei pigmenti minerali di argille e fanghi.

Pubblicato da Anna De Simone il 29 marzo 2017