Etichetta energetica asciugatrice

Etichetta energetica asciugatrice

Etichetta energetica asciugatrice e lavasciuga. Classe energetica dell’asciugatrice e relativi consumi. Come interpretare l’etichetta del prodotto e informazioni utili.

L’etichetta energetica dell’asciugatrice ci dà importanti informazioni sulla durata dei cicli, sulla condensazione e tanto altro. 

L’etichetta energetica degli elettrodomestici rappresenta la carta d’identità del prodotto. In particolare, osservandola dall’alto verso in basso, l’etichetta energetica dell’asciugatrice ci fornisce informazioni su… analizziamola nel dettaglio. Il primo rigo ci informa sul nome del produttore e codice del prodotto.

Classe energetica asciugatrice

Questo elettrodomestico vede 7 classi di efficienza energetica che vanno dalla A+++ alla classe D. Fino a pochi anni fa, gli elevati consumi di elettricità erano un vero repellente; proprio a causa degli elevati consumi, solo pochi utenti erano attratti dalle asciugatrici!

Oggi, molti modelli hanno raggiunto elevati standard di efficienza energetica. Sul mercato, infatti, non mancano modelli a basso consumo energetico contraddistinti dalla classe A+++.

Consumi energetici dell’asciugatrice

La seconda informazioni che si legge sull’etichetta energetica asciugatrice riguarda l’assorbimento di elettricità.

Quanto consuma un’asciugatrice? Dipende dalla classe energetica e dalla capacità di carico. Un’asciugatrice di classe A+++ quindi a basso consumo energetico, avente una capacità di carico di 8 kg, consuma 177 kWh all’anno.

I modelli di asciugatrici che consumano meno sono contraddistinti dalla classe A+++ e dalla tecnologia a pompa di calore.

Se la vostra asciugatrice è datata e consuma troppo, potete sostituirla con un nuovo modello a condensazione oppure valutare le alternative all’asciugatrice.

Etichetta energetica lavastoviglie

Nella parte bassa dell’etichetta energetica della lavastoviglie sono mostrati diversi pittogrammi.

Il primo pittogramma indica il tipo di funzionamento. Una asciugatrice, infatti, può essere:

  • a condensazione (con o senza pompa di calore)
  • a evacuazione
  • a gas

L’asciugatrice a condensazione vede rappresentato il piccolo elettrodomestico associato a un lungo filo che termina con la presa di corrente elettrica.

Il secondo pittogramma indica la durata del ciclo del programma cotone standard a pieno carico. La durata è espressa in minuti.

Il terzo pittogramma informa sulla capacità di carico espressa in chilogrammi. La capacità di carico dell’asciugatrice fa riferimento al programma cotone, infatti, programmi differenti potrebbero non restituire la medesima efficacia di asciugatura.

Non manca l’indicazione sull’emissione sonora dell’elettrodomestico (rumorosità) espressa in decibel. L’ultimo pittogramma indica la  classe di efficienza di condensazione che, ovviamente, è presente solo nelle asciugatrici a condensazione.

Classe di efficienza energetica lavasciuga

A differenza delle altre etichette energetiche, quella delle lavasciuga non è ancora stata aggiornata e resta in vigore il vecchio modello che prevede classi energetiche che vanno dalla A alla G… quindi non impressionatevi se sulle lavasciuga (anche quelle più costose) notate solo la classe A.

Asciugatrice, consumi

Volete sapere quanto consuma la vostra vecchia asciugatrice ma non avete idea di dove reperire l’etichetta energetica?

Sappiate che fin dal 1 maggio del 1999, per obbligo di legge, tutte le asciugatrici commercializzate in Italia dovevano disporre di etichetta energetica. Se la vostra lavastoviglie è stata acquistata da pochi anni, di sicuro sul sito del produttore riuscirete a ritrovare l’energy label (si chiama così l’etichetta energetica). Se volete fare una prova “sul campo”, vi basterà impiegare dei misuratori elettrici.

In commercio esistono dei misuratori di consumi molto utili. Si tratta di un semplice adattatore al quale andrete ad attaccare la spina dell’asciugatrice, prima di ficcarla nella presa elettrica della parete… Proprio come fareste con una doppia presa o un adattatore!

Un discreto misuratore di consumi elettrici si compra su Amazon al prezzo di 19,06 euro con spese di spedizione comprese nel prezzo.

Link utili da Amazon: Misuratore di consumi elettrici

L’apparecchio appena indicato è molto economico ma non consente di registrare, con precisione, l’assorbimento degli apparecchi elettrici a basso consumo energetico.

Se volete misurare i consumi della lavatrice in stand by, o avete bisogno di un misuratore più preciso da usare anche per lampade, decoder, tv in stand by…. dovreste puntare a un modello migliore e leggermente più costoso.

Tra i vari modelli presenti sul mercato, quello dal miglior rapporto qualità prezzo si compra con 29,99 euro e spese di spedizione gratuite. Per tutte le informazioni sul prodotto vi rimandiamo alla pagina ufficiale Amazon: misuratore di precisione RCE PM600, il misuratore è in grado di misurare l’assorbimento anche di decimi di watt.

Corretto uso e manutenzione dell’asciugatrice

Se avete un’asciugatrice, è importante eseguire una corretta manutenzione per prevenire la comparsa di cattivi odori, abbassare i consumi energetici e ottenre bucato morbido e profumato. Leggete la guida dedicata ai cattivi odori asciugatrice, non fatevi ingannare dal titolo, parliamo di come ottenere un bucato profumato, morbido e non stropicciato!

Pubblicato da Anna De Simone il 29 marzo 2017