Manutenzione del decespugliatore

Manutenzione decespugliatore

Manutenzione del decespugliatore a scoppio: la guida dettagliata su come eseguire una corretta manutenzione del decespugliatore con motore a scoppio. Pulizia dei filtri, della candela di accensione e lubrificazione. 

Come qualsiasi attrezzo, anche il decespugliatore necessita di manutenzione, prima tra tutte, l’affilatura delle lame così da garantire un taglio netto e senza sbavature.

La manutenzione del decespugliatore è segnalata sul libretto di uso che accompagna l’attrezzo. Prima di proseguire con qualsiasi intervento di manutenzione del decespugliatore è necessario svitare la candela o comunque assicurarsi di operare a motore spento.

Decespugliatore inutilizzato o usato pochissimo

Innanzitutto è bene precisare che se il decespugliatore dovrà rimanere inutilizzato per più di un mese, è necessario smontare il disco e svuotare il serbatoio della miscela.

Il disco o la testina vanno rimossi per pulire e oliare le parti metalliche così da prevenire la formazione di ruggine. In caso di ruggine già formata, meglio rimuoverla impiegando della carta abrasiva grana sottile o con una spazzola di ferro delicata.

Per garantire un buon funzionamento del motore e preservare le componenti in gomma, prima di affrontare periodi di inutilizzo è necessario scaricare la miscela sia dal serbatoio, sia dal carburatore. Per svuotare il carburatore dovrete avviare il motore fino a esaurimento del carburante, tale precauzione non è indispensabile se fate uso di benzine alchilate.

Per la corretta manutenzione del decespugliatore assicuratevi di utilizzare solo miscela di qualità e idonea al proprio decespugliatore. Nell’articolo come preparare la miscela per la motosega abbiamo visto le istruzioni per la preparazione di miscela per motori a due tempi.

Lubrificare la camera di scoppio

Altro passaggio fondamentale consiste nel togliere la candela e immettere nel cilindro alcune gocce di olio; tirate la funicella di avviamento per diverse volte così da distribuire l’olio in modo uniforme nella camera di scoppio.

Per terminare avvitate la candela e, in vista di periodi di inutilizzo, lasciate scollegato il relativo cavo fino al prossimo impiego.

Manutenzione del decespugliatore

Per evitare la formazione di ruggine, dopo ogni utilizzo, pulite il disco di taglio e la testina rimuovendo i residui di erba e asciugando il disco dall’umidità residua.

Se avete tagliato un prato malato, lavate le lame con alcool o con acqua ossigenata per evitare di trasmettere l’infestazioni ad altre aree del giardino. Dopo ogni utilizzo controllate il serraggio delle lame.

Il decespugliatore va conservato in un luogo asciutto e lontano dalla portata dei bambini. Se conservate il decespugliatore in un ambiente umido, spruzzate un leggerissimo velo di olio lubrificante distribuendolo sull’intera superficie delle lame. Spruzzate in modo uniforme e senza esagerare.

Periodicamente (in media, da fare ogni 10 ore di utilizzo), il decespugliatore dovrebbe essere ingrassato e dovreste occuparvi anche della pulizia delle alette di raffreddamento rimuovendo polveri e detriti con un pennellino e/o dell’aria compressa.

Per la manutenzione da dedicare alla candela del decespugliatore vi rimandiamo alle istruzioni date per la pulizia della candela del tagliasiepi: manutenzione della candela della tagliasiepi. Analogamente a quanto visto in questo articolo, dovrete occuparvi del distanziamento degli elettrodi e della rimozione di eventuali depositi carboniosi. La manutenzione della candela del decespugliatore va eseguita almeno una volta all’anno ed è necessario distanziare correttamente gli elettrodi.

Tra le altre operazioni di manutenzione del decespugliatore in comune con i lavori da dedicare alla tagliasiepi vi è la manutenzione dei filtri.

Manutenzione, le nostre guide

 

Pubblicato da Anna De Simone il 26 settembre 2015