La manutenzione di un impianto fotovoltaico

manutenzione fotovoltaico

La pulizia dei pannelli fotovoltaici è alla base della manutenzione ordinaria di un impianto solare, ma non è l’unico intervento da mettere in atto.

Certo, un impianto fotovoltaico ben progettato, essendo privo di parti in movimento, ha bisogno di una manutenzione minima. Discorso ben diverso se l’impianto fotovoltaico domestico dispone di un inseguitore solare che richiede più attenzioni da dedicare alle componenti meccaniche che consentono il movimento del pannello.

Chi decide di installare un impianto solare, al momento della stipula del contratto di compravendita, può scegliere di implementare un programma di manutenzione periodica in base alle esigenze e della complessità dell’impianto. Se un impianto fotovoltaico sorge sul tetto della vostra casa al mare, probabilmente avrà più necessità di manutenzione rispetto a un impianto che sorge in pianura e lontano da alberi e altri fattori di rischio.

In cosa consiste la manutenzione di un impianto fotovoltaico?

La manutenzione dei pannelli fotovoltaici consiste in una serie di interventi più o meno complessi.

  • Controllo degli inverter con eventuale revisione
    Gli inverter sono gli elementi più delicati e la gran parte di volte vengono forniti con garanzia decennale. L’intervento di manutenzione del fotovoltaico più costoso consiste proprio nella revisione degli inverter che può essere eseguito dopo dieci anni dalla prima messa in opera.
  • Controllo delle performance del generatore fotovoltaico
    Se c’è un calo di performance, bisognerà individuare immediatamente la causa. Se è dettato da un accumulo di detriti basterà provvedere a un lavaggio approfondito ma non è sempre così facile: un calo di performance può essere generato da un guasto tecnico alle celle o a un collegamento andato a male.
  • Controllo dei collegamenti elettrici e cablaggio
    Tale verifica dovrebbe essere affidata agli addetti ai lavori.
  • Verifica dello stato dei moduli
    Se c’è un calo di resa e sono state escluse tutte le altre cause (malcollegamenti elettrici, problemi con l’inverter, zone ombreggianti, eccessivo accumulo di sporcizia sul campo fotovoltaico…), è bene provvedere a una verifica dello stato delle celle per individuare eventuali moduli difettosi o non più funzionanti. Tale verifica può essere fatta in diversi modi, quello più immediato prevede l’uso di una termocamera.

Come anticipato in premessa, non va sottovalutata l’importanza della pulizia dei pannelli: il lavaggio dei pannelli fotovoltaici  dovrebbe essere svolto a opera della pioggia, tuttavia troppo spesso le precipitazioni non bastano, quindi bisognerà armarsi di spazzolone e detergente specifico per rimuovere deiezioni dei volatili, resine, detriti vari, polveri e residui di fogliame.

Consigli per scegliere una Spazzola per la pulizia del fotovoltaico

Vi segnaliamo una buona spazzola per la pulizia degli impianti fotovoltaici da poter comprare comodamente online: Kit Solar-Wash Spazzolone per la pulizia del Fotovoltaico

La spazzola può essere associata a un un detergente specifico per pannelli solari, vi consigliamo l’impiego del detergente solo in caso di macchie ostinate.

Pubblicato da Anna De Simone il 13 dicembre 2014