Animali domestici: elenco completo

svezzamento gatti3

Animali domestici, sono quelli da compagnia, quelli con cui condividere momenti quotidiani, tra le mura di casa e non. Gli animali domestici sono quelli che ci stanno vicino solo a questo fine, la compagnia, ciascuno a suo modo, come vedremo, ma vicinanza innanzitutto.

Va precisato perché ci sono animali con cui capita di dividere lo spazio di casa, quindi letteralmente “domestici”, ma che non sono animali domestici bensì da reddito. Perché hanno utilità di tipo produttivo. Che sia latte, carne, lana,, soprattutto rifacendosi ad attività di tipo primoridale.

Oggi, vedremo, che la categoria degli animali domestici è molto varia e c’è qualche infiltrato da reddito che in epoca moderna si è reinventato da compagnia.



I più diffusi animali domestici sono senza dubbio cani e gatti, in generale i mammiferi, seguiti da uccelli e pesci. Questi ultimi sono molto numerosi perché abbastanza semplici da tenere e inseribili in ambienti e in agende in cui per un quadrupede peloso non c’è spazio, però sono animali domestici che presuppongono l’acquisto di attrezzature specifiche non del tutto a basso costo. Anzi, se si vogliono fare le cose per bene, è un investimento. Ma un investimento in compagnia animale, colorata e vivace.

Oltre ai pesci, sempre tra gli animali domestici impegnativi, troviamo rettili, alcuni tipi di anfibi e, più raramente, anche artropodi come ragni e scorpioni.  Le principali specie di animali domestici tra i mammiferi sono cani, gatti, roditori, inclusi criceti, cavie, topi, gerbilli, cincillà, degu, scoiattoli, ratti e cani della prateria. E poi conigli, cavalli, donnole, furetti, alpaca, maialini e scimmie.

Passiamo agli Uccelli, con cocorite, cacatua, ara e altre specie di pappagalli, canarini, colombe e perfino anatre. Tra i rettili, come animali domestici ci sono lucertole, iguane, serpenti, tartarughe e testuggini, piccoli alligatori, coccodrilli e caimani.

La categoria anfibi comprende soprattutto tritone e salamandre, i pesci sono moltissimi e li dividiamo tra pesci d’acquario d’acqua dolce e pesci d’acquario d’acqua salata. Sempre più strani ma sempre appartenenti alla categoria degli animali domestici, ci sono gli artropodi: formiche, grilli, tarantole e altri ragni, scorpioni e insetti stecco e foglia.

letargo tartarughe1

Animali domestici strani

Tra gli animali domestici strani, c’è il geco, piccolo rettile con una grande testa, diffuso in zone a clima temperato. E’ “selvatico” ma mansueto, per cui lo si può allevare in casa, allestendo un habitat il più confortevole possibile, scegliendo teche di dimensioni e temperatura e un regime alimentare di volta in volta adatto alle diverse tipologie di geco.

La rana bombina è un altro tipo strano tra gli animali domestici: misura dai 4 ai 6 cm ed è molto bella. Ha il dorso smeraldino e il ventre a chiazze nere e rosse, le pupille a forma di cuore, le zampe posteriori palmate e la lingua discoidale. E’ socievole e si adatta a vivere in piccoli spazi, riconosce al volo chi la nutre e a prende il cibo direttamente dalle sue mani, prendendo confidenza.

Animali domestici esotici

Nell’esotico, gli animali domestici più gettonati sono le iguane. Si tratta di una grande lucertolona lenta con una tipica cresta sul dorso, più evidente nei maschi che nelle femmine. Arrivano dal Sud America questi animali domestici ma in appartamenti con clima caldo e umido vivono benissimo, sistemate in una teca di vetro grande.

pappagalli domestici inseparabili

Anche i pappagalli sono esotici e sono animali domestici molto richiesti anche se non sempre trattabili. Certo molto intelligenti, ma complessi e sensibili. A volte hanno dimensioni da villa, non da monolocale, vivono anche 80 anni e sono animali domestici che si comportano come un bambino di 3-4 anni. Se li si vuol e lasciare fuori dalla gabbia bisogna sistemare la casa togliendo lampadari, proteggendo i fili elettrici e mettendo zanzariere alle finestre.

Da volatile a volatile, tra gli animali domestici tropicali c’è anche il merlo indiano: la sua figura molto elegante non è affatto zitta, anzi. Questi animali domestici ripetono molti vocaboli e di continuo, stanno in una gabbia ampia e richiedono molta compagnia, la pretendono, rumorosamente.

Tra gli animali domestici esotici ci sono anche “certi pesci” dagli irripetibili colori. Sono spesso molto delicati e richiedono apparecchiature ad hoc costose. Fanno compagnia, secondo molti, e secondo altri “arredano”. Arredano meno, ma sono anche animali domestici e sono esotici, i serpenti. Tra le tante tipologie, quelli da intendere come animali domestici sono i più piccoli da mettere nel suo terrario e nutrire di topi. Alcuni mangiano anche pesce o lumache.

acquario pesci rossi7

Animali domestici piccoli

Da stare attenti a non perderli di vista: ecco gli animali domestici piccoli. Come la cavia peruviana, molto socievole con l’uomo, può vivere anche 10 anni, non morde tutto quello che trova e può quindi essere lasciata libera senza problemi, neanche per i bambini. Generalmente le si da però una gabbietta con acqua e cibo fresco, da tenere pulita.

Estroversi e socievoli, anche i furetti sono animali domestici piccoli e facili da tenere, anche se necessitano molte attenzioni e cure. Loro amano giocare ed interagire con tutti, e ciò è bello, ma se non gli si dedica il tempo che vogliono, cadono in depressione.

furetto albino4

Simili come animali domestici sono anche i cincillà, ultimamente di moda ma che necessitano di particolari cure se tenuti in casa, altrimenti rischia di diventare per loro una tortura. Sono roditori originari del Centro-Sud America, non mordono, non graffiano, ma sono molto timidi, non amano le coccole e neanche giocare con gli umani. Insomma, non vanno tenuti in gabbia, ma neanche lasciati girare perché fanno grandi danni, quindi sono animali domestici a cui va costruita una casetta con tanto di scivoli, ciotole per il bagnetto e ruota girevole. Non è per tutti!

Piccole, ma non roditori, le lucertole sono animali domestici che non richiedono molto al proprietario, anzi. Quadrupedi, con testa piatta e nere e iride gialla, le lucertole cacciano con la lingua biforcuta piccole prede come insetti, larve e vermi.

Tra le peculiarità di questi animaletti innocui la capacità, per ingannare il predatore, di “auto staccare” una porzione di coda in caso di pericolo, facendola poi ricrescere. Questi animali domestici sono in grado di guarire da ferite molto estese e, a volte, in caso di pericolo, di assumere un comportamento di “falso stato di morte” conosciuto come morte apparente o tanatosi.

Animali domestici insoliti

Solo il nome, Drago barbuto, fa capire che stiamo parlando di animali domestici strambi. Si tratta di un pogona davvero molto carino con sotto il mento scaglie e spine che ricordano una barba. Sono animali originari dell’Australia, tranquillissimi, divertenti.

Se si parla di insoliti, c’è chi prende i coccodrilli come animali domestici, spero almeno con una museruola, oppure chi propone di addestrare un granchio. Già meno pericoloso, e ci sarebbe il granchio eremita: un incrocio tra un’aragosta e una lumaca, perfetto tra gli animali domestici perché particolarmente affettuoso, tranquillo e non troppo esigente.

acquario pesci rossi piante5

Se non siamo troppo schizzinosi, potrebbero fare al nostro caso come animali domestici gli insetti-stecco ma avviso che mordono, alcuni, mentre altri sono dotati di uno spray velenoso. Stramba, più che insolita, è l’idea di tenere una puzzola in casa. Ma, a parte la puzza, questo animale è molto carino, più di molti altri animali domestici. La puzzola è sensibile, intelligente e molto curiosa, se si potesse rimuovere le ghiandole odorifere in tenera età potrebbe spopolare.

Ultima stramberia che cito tra gli animali domestici, ma ce ne sarebbero altre, è il petauro dello zucchero, ovvero lo scoiattolo volante. E’ un marsupiale dell’Australia, dell’Indonesia e della Nuova Guinea, sa spiccare lunghi salti planati, grazie ad una membrana estensibile chiamata patagio che collega tutti gli arti tra loro.

Animali domestici per bambini

Tutti concordano con il fatto che gli animali domestici siano sia positivi e formativi per i bambini: aumentano l’autostima, insegnano rispetto, impegno, responsabilità e fanno vincere la diffidenza verso la diversità. E’ importante però far capire al bambino, prima che abbia in casa animali domestici, che sono esseri viventi e non giocattoli.

cani regalo4

Cani e gatti, normale che siano i preferiti, ma tra quelli particolarmente adatti ai bambini troviamo anche gli uccelli da gabbia e da voliera (pappagalli, canarini, merli indiani, bengalini, etc.),piccoli mammiferi (criceti, furetti, conigli nani, scoiattolini striati, cincillà, etc.) e pesci (dal classico pesciolino rosso alle specie più svariate da tenere negli acquari).

Anche la tartaruga è una bella idea, ed è anche longeva, altro che pesce rosso! Certo non sono facili da tenere come animali domestici, non disturbano ma hanno bisogno di cure e di habitat particolari.

letargo tartarughe2
Tornando ai cani come animali domestici al top, non si può parlare di cani in generale. Per i piccolissimi ci vuole una taglia ridotta e assenza di aggressività: Maltese, Cavalier King, Carlino, Barboncino Nano, Bassotto Nano sono ottimi come tanti altri cani piccolissimi, da evitare i Terrier e i cani da guardia. Per bambini sopra i 6 anni di età, si può spaziare ma io consiglio Labrador, Golden Retriever, Cocker, Bulldog Francese, BullDog Inglese, Shar pei. Tra le grandi taglie XXL di animali domestici ecco Terranova, Border Collie, Bovaro Bernese, Bull Mastiff, Leonberger.

Se vi è piaciuto questo articolo animalesco continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi! 

Articoli correlati che potrebbero interessarti:

Pubblicato da Marta Abbà il 14 novembre 2015