Porcellino d’India, carattere e alimentazione

porcellino d india carattere alimentazione

Porcellino d’india: alimentazione, carattere e tutte le informazioni per allevarlo. Cure quotidiane, allestimento della gabbia e giochi consigliati.

Il porcellino d’india è un animale sociale che soffre la solitudine. Riesce a esprimere gioia saltellando e sgroppando… Richiama l’attenzione con squittii e fischi e ama un ambiente tranquillo. E’ un animale timido e pauroso, per questo necessitano di una tana e dovrebbe essere allevato in gruppi da 5 – 10 elementi.

A causa della sua timidezza, dovete avere pazienza: potrebbero essere necessari mesi prima che l piccolo porcellino d’india riesca ad accettarvi e prendere fiducia. Per conquistarsi la fiducia del pelosetto, potete conquistarlo somministrandogli, con le vostre mani, dei bocconcini appetitosi come le erbe aromatiche.

Per chi ama gli animali di piccola taglia, i porcellini d’india sono un’ottima alternativa ai criceti.

Porcellino d’india, carattere

Se cerca le vostre attenzioni con un forte fischio di richiamo, il porcellino d’india vi sta chiedendo cibo!

Si tratta di un animale abitudinario e per questo non ama frequenti o brusche variazioni di alimentazione.

Il porcellino d’india vuole compagnia e un ampio spazio. Vuole compagnia quindi non va allevato da solo: se riuscite, create un ampio recinto dove allevare un piccolo gruppo di porcellini d’india o almeno dovreste ospitare una coppia. Non necessariamente maschio e femmina, vanno bene anche porcellini d’india dello stesso sesso. Se scegliete una coppia di sesso opposto, il maschio dovrà essere sterilizzato.

Il porcellino d’india è pur sempre un roditore, se decidete di tenerlo libero per la casa, coprite cavi elettrici, fili e riparate i mobili di pregio… con la giusta alimentazione non dovrebbe arrecare danno all’arredo ma meglio essere prudenti.

Porcellino d’india, la gabbia

La gabbia deve rappresentare un luogo di riparo ma non la sua dimora fissa! Il porcellino d’india non deve trascorrere 24 ore su 24 nella sua gabbia: tenetelo libero sempre o almeno per qualche ora durante la giornata. Il porcellino d’india dovrebbe potersi muovere in libertà. Potete ritagliargli dello spazio recintato dove porre i suoi accessori, del cibo e la sua stessa gabbietta.

La gabbia deve fungere solo da rifugio dove il porcellino d’india potrà nascondersi se ne sente il bisogno. La gabbia dovrà avere dimensioni di almeno 90 x 70 cm con bordi alti almeno 10 cm. La gabbia dovrà essere collocata in una zona priva di umidità e correnti d’aria. Per la pulizia periodica della gabbia usate una soluzione di acqua e aceto.

Porcellino d’india, alimentazione

Quando il porcellino d’india non dorme, trascorre il suo tempo a mangiare o a caccia di cibo! E’ chiaro che l’alimentazione è fondamentale per questo piccolo animale.

Il porcellino d’india ama verdura, erba fresca, frutta e fieno a volontà. La razione giornaliera da somministrare è di circa 100 – 150 grammi di materia vegetale (appunto, frutta, verdure, erbe e soprattutto fieno) da suddividere in due pasti.

Il fieno dovrebbe essere disponibile in quantità illimitata perché è importante sia per mantenere sano l’apparato digerente sia per la pulizia dei denti.

Scegliete fieno fresco evitando il fieno polveroso troppo ricco di erba medica, l’eccesso di calcio non giova al piccolo animaletto.

L’alimentazione più cambiare leggermente nel corso delle stagioni. In estate, per esempio, potete dargli dell’erba raccolta nei campi incolti (non inquinati).

Attenzione al pellet! Con un’alimentazione ricca di frutta e verdure, il vostro porcellino d’india riuscirà a ricevere la giusta dose di vitamina C. Il pellet (quei mangimi composti da piccoli cilindri) deve rappresentare un pasto occasionale. Un buon pellet o mangime deve essere costituito per almeno il 20% di fibre, deve contenere frutta secca ed essere PRIVO di semini vari.

Il mio porcellino d’india mangia la sua cacca…. è normale?

Sì. E’ normale che il porcellino d’india possa mangiare le sue feci. I porcellini d’india, infatti, sono animali “caprofagi”, appunto, che ingeriscono parti delle loro feci denominate cecotrofi. Tali componenti contengono vitamine, minerali e batteri essenziali al buon funzionamento dell’organismo dell’animale. Se notate che il porcellino d’india ingerisce feci, sappiate che si tratta di un comportamento del tutto normale per molte cavie.

Quanto vive un porcellino d’india?

Purtroppo non sono animali molto longevi, hanno una vita media di 5 – 8 anni.

 

 

Pubblicato da Anna De Simone il 19 marzo 2017