Sapone allo zolfo fai da te

Sapone allo zolfo fai da te

Sapone allo zolfo fai da te: le istruzioni per preparare il sapone allo zolfo in casa, miracoloso rimedio contro pelle grassa e acne.

Chi ha il problema della pelle del viso grassa e ha ormai provato di tutto, può finalmente risolverlo sfruttando le proprietà del sapone allo zolfo. L’uso del sapone allo zolfo è consigliato dai dermatologi per le sue proprietà astringenti e rinfrescanti. Il sapone allo zolfo è controindicato per chi ha la pelle secca: elimina completamente il sebo, fattore che torna utile per chi ha la pelle grassa ma che può essere davvero dannoso per chi ha la pelle del viso secca. Chi ha la pelle del viso secca potrebbe dare un’occhiata alle proprietà idratanti dell’olio di oliva impiegato nella preparazione artigianale del sapone di Antiochia, del sapone nero di Hammam e del sapone di Aleppo.

Tornando alla pelle grassa, lo zolfo riesce a disintossicare la pelle del viso, disinfettarla e funziona come un potente antinfiammatorio in grado di porsi come rimedio naturale per lenire diversi disturbi della pelle quali psoriasi, dermatite seborroica, acne, brufoli e punti neri. In caso di acne e brufoli, facilita la cicatrizzazione della pelle restituendo un viso più liscio, luminoso e pulito.

Il sapone allo zolfo è molto facile da reperire in commercio. Può essere acquistato nelle erboristerie oppure mediante la compravendita online. Su Amazon, il sapone allo zolfo Mantovani è proposto al prezzo 1,79 euro con spedizione gratuita per chi effettua ordini combinati e supera la soglia di 19 euro d’acquisto. Sempre online è disponibile il Sapone Naturale Montalbano con la preziosa formulazione a base di zolfo.

Il sapone naturale allo Zolfo Montalbano costa 2,50 € con spese di spedizione fissa a 6 euro, ciò significa che chi compra due panetti di sapone allo zolfo Montalbano andrà a pagare 11 euro euro; acquistando più panetti di sapone naturale (per esempio, all’Aloe vera per pelle secca o all’amido di riso per pelle miste e pelle grassa) il prezzo delle spese di spedizione sarà spalmato ulteriormente tanto che 5 panetti di sapone verrebbero a costare 3,70 € cad.

Con la sua formulazione, il sapone allo zolfo svolge una leggera azione antimicotica che torna particolarmente utile per chi frequenta posti come piscine e palestre e vuole prevenire le infezioni da fungo. Per chi preferisce il fai da te, nel paragrafo successivo vedremo come fare il sapone allo zolfo in casa.

Sapone allo zolfo fai da te

Per questa preparazione avrete bisogno di un sapone naturale fatto in casa come il sapone di Marsiglia o il sapone di Castiglia. Se avete un qualsiasi sapone naturale artigianale, potete impiegare quello, altrimenti vi toccherà preparare il sapone in casa seguendo le nostre istruzioni indicate nelle pagine che seguono.

Come fare il sapone in casa

Il sapone naturale sarà la base del vostro sapone allo zolfo fai da te. Per la preparazione vi servirà:

L’aggiunta dell’olio di mandorle e degli oli essenziali è facoltativa ma fortemente consigliata: l’olio di mandorle dolci è un nutriente per la pelle e renderà il vostro sapone allo zolfo fai da te ideale anche come detergente e struccante. L’olio essenziale di lavanda aumenta le proprietà cicatrizzanti dello zolfo così come il tea tree oil ne aumenta il potere disinfettante.

Per la preparazione, basterà:

  1. Grattugiate il sapone sottilmente e mettetelo in un vaso di vetro resistente al calore e dalla chiusura ermetica.
  2. Ponete il barattolo in un pentolino con l’acqua e fatelo sciogliere a bagnomaria. Sul fondo della pentola mettete un canovaccio ripiegato su se stesso per evitare che il vetro possa entrare a diretto contatto con il metallo rovente.
  3. Quando il sapone inizierà a sciogliersi aggiungete l’acqua.
  4. Portate a ebollizione. Attendete 20 minuti a fiamma bassissima. Rimuovete il barattolo dal bagnomaria e aggiungete lo zolfo e il cucchiaio di olio spingendolo oltre il livello dell’acqua aggiunta in precedenza.
  5. Chiudete il vasetto e fatelo cuocere a bagnomaria per altri 15 minuti. Trascorsi i quali, tirate di nuovo fuori il vasetto  e mescolate fino a ottenere una poltiglia omogenea.
  6. Richiedete il vasetto e rimettetelo a bagnomaria per altri 10 minuti. Trascorsi i 10 minuti, togliete definitivamente il barattolo dal fuoco, apritelo, aggiungete gli oli essenziali e mescolate con vigore.
  7. Preparate gli eventuali stampini da usare per il sapone e versate il tutto molto velocemente, prima che il sapone possa solidificare.
  8. Fate raffreddare il sapone per alcune settimane prima dell’uso.

Se vi è piaciuto questo articolo potete seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 24 settembre 2015