Malattie della pianta del Mirtillo

mirtillo malattie delle piante

Malattie della pianta del Mirtillo: malattie fungine, parassitosi e le più diffuse malattie che attaccano la coltivazione del mirtillo.

Dove aver parlato a lungo della coltivazione del mirtillo (vedi paragrafo dedicato per gli articoli su come coltivare mirtilli), ci soffermeremo su quelle che sono le cure e i trattamenti alle malattie più comuni che attaccano le piante di mirtillo. Per conoscerne meglio le proprietà, si consiglia la lettura dell’articolo “Mirtillo: pianta e proprietà

Malattie della pianta del mirtillo

Iniziamo con le malattie fungine per poi passare ai parassiti più diffusi che infestano le coltivazioni di mirtillo.

Mirtillo, malattie fungine

Per prevenire la comparsa di malattie fungine sulla coltivazione di mirtillo è opportuno seguire semplici strategie. Le malattie fungine si propagano meglio in ambienti umidi, quando gli impianti sono molto ravvicinati l’uno all’altro, non c’è un buon ricambio d’aria e il clima è caldo umido.

Un buon accorgimento da eseguire nella coltivazione di mirtillo in ambiente protetto consiste nel regolare al meglio le aperture per abbassare l’umidità dell’aria.

Tra le malattie fungine che attaccano più comunemente i mirtilli figura la muffa grigia. Questo fungo sverna nei rametti e nelle piccole fessure del fusto. Quando la pianta inizia a vegetare, in presenza di umidità, questo fungo infetta i fiori e i piccoli frutti che iniziano la maturazione. Tale malattia fungina del mirtillo si riconosce facilmente perché i frutti si ricoprono di una tipica muffa e marciscono prematuramente cadendo al suolo. Per il trattamento si consiglia una buona prevenzione fon un antimicotico bio. Durante le infestazioni, raccogliete e allontanate i frutti colpiti, anche quelli caduti al suolo così da limitare la propagazione delle spore.

Malattie della pianta di mirtillo

La cocciniglia è un insetto che può danneggiare fortemente le coltivazioni di mirtillo. Questo parassita compie due generazioni all’anno con nascite nel mese di giungo e verso la fine di agosto. Le forti infestazioni vanno a innescare diverse malattie fungine. Per eliminare la cocciniglia dalle coltivazioni di mirtillo è consigliato l’intervento con olio bianco-80 (ammesso in agricoltura biologica) alla dosa di 100 grammi di prodotto per ogni 10 litri di acqua. Il trattamento va eseguito dopo la caduta autunnale delle foglie o poco prima dell’ingrossamento delle gemme.

Link utile: Olio Bianco.

Altra infestazione molto comune, soprattutto nelle coltivazioni di mirtilli in ambito del frutteto domestico, è quella del moscerino della frutta. Questo insetto arriva a deporre 200-350 uova al giorno al ritmo di 6 -7 deposizioni al giorno! L’insetto danneggia i frutti alla schiusa delle nuove larve che distruggono i frutti.

Per la prevenzione è possibile coprire le coltivazioni di mirtillo con delle reti protettivi a maglie fini (la rete deve presentare maglie di 0,8 mm per evitare che il moscerino della frutta possa raggiungere i mirtilli per depositare le uova).

Per evitare la propagazione di questa infestazione è importante distruggere i frutti caduti sul terreno. Chi non intende installare una rete può adoperare delle trappole anti-mosca. Un set di 2 trappole per mosche e moscerini è proposto su Amazon al prezzo di 8,49 euro con spedizione gratuita.

Le trappole vanno posizionate a ridosso della coltivazione e riempite per un terzo del volume con una miscela di aceto di mele e acque in parti uguali, alla soluzione dovrete aggiungere 2-3 gocce di sapone liquido per piatti per abbassare la tensione superficiale della soluzione acquosa e facilitare l’annegamento degli esemplari adulti.

Le trappole vanno posizionate tra le coltivazioni di mirtilli prima dell’inizio della maturazione dei frutti. E’ necessaria una trappola ogni 10 metri lineari. E’ consigliato di appenderle a un supporto all’altezza delle piante, in posizione ombreggiata e ai bordi esterni della coltivazione.

Coltivazione del Mirtillo

Per le istruzioni su come si coltiva il mirtillo, le tecniche di impianto, le potature da seguire, le varietà migliori in base al clima, il fabbisogno di freddo e le caratteristiche ideali del suolo, vi invitiamo a leggere le nostre guide:

Pubblicato da Anna De Simone il 29 febbraio 2016