Oidio: rimedi e prevenzione

Oidio rimedi

L’infezione fungina più frequente in giardino si chiama oidio, detto anche mal bianco. Di rimedi biologici contro l’oidio ne esistono alcuni, ma non sempre sono efficaci quando le piante sono già ricoperte dalla caratteristica patinabianca. Discorso diverso per la prevenzione, che è la vera carta da giocare contro l’oidio, in cui macerati ed estratti di erbe sono molto efficaci.

Oidio: rimedi

Dicevamo che quando l’infezione da oidio è già in corso i rimedi biologici hanno un’efficacia limitata, ma si possono tentare. Funzionano bene i preparati a base di zolfo, che possono essere mescolati con estratti di erbe selvatiche e macerato di cipolla per un’azione ancora più completa.

Lo zolfo è la sostanza anti-oidio più efficace, ma se l’attacco non è grave e viene affrontato nella fase iniziale funziona bene anche l’aglio. Il buon vecchio infuso di aglio si può preparare in casa con 10 grammi di aglio tritato in 1 litro di acqua bollente. Dopo 24 ore di infusione si diluisce con 3 parti di acqua e si spruzza sulle foglie. Il trattamento va ripetuto ogni 5 giorni per 6 settimane ed è testato scientificamente, eccellente contro l’oidio dei cetrioli.

Se l’oidio compare sui cespugli bisogna tagliare i germogli fino al legno sano perché le spore del fungo svernano nelle cime. Anche sulle altre piante è utile tagliare subito le foglie contaminate in modo da contenere il più possibile la diffusione della malattia.

Oidio: prevenzione

La prevenzione contro l’oidio inizia fin dall’acquisto di semi e piante. Sia tra le piante ornamentali che tra le verdure ci sono infatti alcune cultivar più resistenti all’oidio, in particolare tra spinaci, cetrioli, aster, delfinio, rose e uva spina. Scegliete tra queste con l’aiuto di un bravo vivaista e avrete buone probabilità di non dover affrontare attacchi di oidio, anche se non è garantito al cento per cento.

Le vittime degli attacchi di oidio sono quasi sempre piante troppo concimate. L’eccesso di cure che si traduce in un eccesso di concimazione è uno degli errori più frequenti, mentre una concimazione equilibrata e una crescita sana proteggono le foglie dall’attecchimento delle spore di mal bianco. Utile contro l’oidio è una posizione ben aerata.

Come prevenzione contro l’oidio si può usare il macerato di equiseto, che è efficace contro tutte le micosi. Lo si può preparare in casa ma lo si trova anche in commercio e non costa molto. Il macerato di equiseto va spruzzato su piante e terreno ogni 2 settimane, meglio alla mattina con il sole, a cominciare dalla primavera quando spuntano le prime foglie.

Funziona come rimedio contro l’oidio anche l’infuso di tanaceto, che può essere mescolato all’equiseto. Un altro buon sistema preventivo anti-oidio è il concime natural a base di aglio e cipolle che rafforza le difese natural di tutte le piante contro le infezioni. Una pianta che ha bisogno di essere protetta dall’oidio è la Begonia

Qui trovi un buon prodotto anti-oidio a base di bacillus amyloquefaciens

qui invece puoi acquistare equiseto biologico

qui un fungicida a base di zolfo ammesso in agricoltura biologica

Ti potrebbe interessare anche

Oidio zucchine: rimedi naturali

Pubblicato da Michele Ciceri il 11 luglio 2015