Coltivare mirtilli in vaso

coltivare mirtilli in vaso

Coltivare mirtilli in vaso: indicazioni per la coltivazione del mirtillo in vaso. Cure, malattie, quando irrigare e tutti i consigli necessari.

E’ possibile coltivare mirtilli in vaso perché queste piante hanno radici poco profonde che possono facilmente adattarsi a uno spazio contenuto.

In vaso è possibile coltivare qualsiasi varietà di mirtillo, ma per una questione di spazi ridotti, potete prediligere le varietà nane.

Coltivazione del mirtillo:
dalla messa a dimora al raccolto

Per la messa a dimora del mirtillo, acquistate piante di 2-3 anni: i cespugli iniziano a produrre mirtilli a partire dal quarto anno di età. Una pianta di mirtillo che raggiunge la piena maturità (8–10 anni), può produrre da 1 a 5 chilogrammi di frutti. Un’ottima resa per una pianta in vaso!

Mirtillo in vaso,
le varietà più adatte

Non tutte le varietà di mirtillo sono adatte alla coltivazione in vaso. Nell’articolo dedicato alla coltivazione del mirtillo abbiamo fatto una ricca panoramica sulle varietà precoci, medio-precoci, medio-tardive e tardive. Abbiamo visto che vi sono alcune varietà di mirtillo che, per fruttificare, necessitano di molte ore di freddo. In questo paragrafo ci limiteremo a segnalarvi le varietà nane che si prestano meglio alla coltivazione in vaso.

  • Top Hat
    Si tratta di una varietà nana, crescita a cespuglio, molto indicata per la coltivazione in vaso.
  • Sunshine Blue
    E’ una varietà semi-nana, si sviluppa sempre a cespuglio ma con una vegetazione più abbondante della precedente, è indicata per la coltivazione in vaso.
  • Chippewa
    E’ una varietà a media altezza, consigliata se non avete problemi di spazio.

Coltivare mirtilli in vaso:
rinvaso e terriccio

La pianta di mirtilli dovrà essere rinvasata dopo l’acquisto, per i primi due anni basterà un contenitore dal diametro di almeno 30 cm. Al terzo anno, eseguite un rinvaso trasferendo la pianta in un contenitore di 50 – 60 cm.

Il mirtillo è molto esigente in termini di suolo, quindi usate una miscela specifica. Un buon terriccio dovrà essere dato da:

  • 40% di torba di muschio non trattata
  • 40% di fibra di cocco sminuzzata
  • 20% perlite
  • una manciata di zolfo per ogni pianta

Se non avete già tutto il materiale, potete acquistare un terriccio fertile già pronto per la coltivazione delle piante acidofile.

Come coltivare mirtillo in vaso:
le necessità della pianta

Il mirtillo necessita di una posizione soleggiata (esposizione in pieno sole) e, sia in estate che in inverno, pacciamate il suolo del vaso.

Usate una pacciamatura acida come un compost di foglie di quercia, aghi di pino o corteccia.

Il terreno dovrà essere mantenuto sempre umido ma NON dovrete mai usare l’acqua del rubinetto per l’irrigazione. L’acqua del rubinetto è calcarea e tenderà ad aumentare il pH del suolo causando danni e scompensi nutrizionali alla pianta. Per l’irrigazione del mirtillo, usate l’acqua del condizionatore, acqua distillata, acqua piovana, acqua corretta con aceto o acqua lasciata riposare per almeno 48 ore. Per tutte le informazioni: irrigazione delle piante acidofile.

Se notate che la reazione di pH del suolo supera un valore di 5, somministrate del solfato di ferro per prevenire malattie come la clorosi ferrica.

Concimate il mirtillo in vaso con fertilizzanti per piante acidofile. Con la coltivazione del mirtillo in vaso, i concimi vanno somministrati con una certa frequenza. Concimate ogni 4 – 6 settimane dopo il primo rinvaso della pianta (dopo l’acquisto).

Per la coltivazione in vaso del mirtillo, sarà necessario potare la pianta per garantire un buon ricambio di vegetazione e soprattutto per contenere le dimensioni della pianta. La potatura si esegue a inizio primavera di ogni anno.

Sul fronte malattie e parassiti, il mirtillo è molto sensibile al moscerino della frutta. Per la prevenzione è possibile coprire le coltivazioni di mirtillo con delle reti protettivi a maglie fini (la rete deve presentare maglie di 0,8 mm per evitare che il moscerino della frutta possa raggiungere i mirtilli per depositare le uova). Per tutte le informazioni sulle malattie e la prevenzione vi rimandiamo alla pagina dedicata Malattie del mirtillo.

Pubblicato da Anna De Simone il 7 gennaio 2017