Come si cucina senza olio: guida ai condimenti

Come si cucina senza olio

Come si cucina senza olio: una guida dettagliata su come condire senza olio e senza grassi. Le alternative dietetiche all’olio per cucinare senza grassi.

Già in passato vi abbiamo parlato dell’arte di cucinare senza olio; oggi continuiamo a parlare di alternative all’olio così da cucinare senza grassi e con un minor apporto calorico.

Ricordiamo che non tutti i metodi di cottura richiedono l’uso dell’olio: è possibile cucinare alla griglia, arrosto, al vapore, al cartoccio o al forno impiegando dei condimenti alternativi all’olio.

Come si cucina senza olio
La cottura ai ferri o alla griglia è particolarmente indicata per carne, pesce, pollame e verdure (praticamente potete cucinare tutto!) e per insaporire le vostre portate non è necessario usare l’olio, vi basterà sfruttare spezie varie che talvolta hanno la capacità di accelerare anche il vostro metabolismo!

Anche la cottura al forno non richiede olio: ponete gli alimenti su un foglio di carta oleata e insaporiteli con sale, pepe, spezie e aromi freschi. Le pietanze cotte al forno possono contare su un buon trito di erbe aromatiche, anche miste: rosmarino, salvia, timo… Potete preparare un abbondante trito e conservarlo nel freezer così da avere una manciata di erbe fresche sempre a portata di mano.

Anche le padelle antiaderenti (attenzione a usare una padella antiaderente priva di teflon) e la pentola a pressione può essere l’alleato giusto per chi vuole capire come si cucina senza olio e grassi. Altre guide che potrebbero interessarvi:

Come condire senza olio

Il problema dell’olio non si riscontra solo con la cottura ma anche per le portate da servire crude. Chi è a caccia di condimenti alternativi all’olio troverà, di seguito, un fitto elenco di proposte pronte a farvi condire senza un ml di olio aggiunto!

  • Yogurt grego
    Condire l’insalata con yogurt bianco e aromi (erba cipollina, aneto, cetriolio tritato) è una tipica usanza greca che può allietare, con pochi grassi, anche il palato degli italiani che ci tengono alla linea.
  • Salsa di soia
    E’ molto saporita, questa alternativa all’olio può condire pesce e carne. E’ sconsigliata a chi soffre di pressione alta, anzi, se la impiegate, evitate di aggiungere il sale perché è già molto saporita (e salata) di suo.
  • Aceto 
    L’aceto può essere un condimento perfetto, se usato un aceto bianco delicato potete aggiungere un cucchiaio di senape così da condire insalate e piatti a base di carne e verdure.
  • Gomasio
    Parliamo di un condimento asiatico a base di sale e sesamo tostato. E’ ottimo su tutto e si compra nel reparto etnico del supermercato.
  • Succo di limone
    E’ perfetto per piatti a base di pesce ma anche arrosti di carne e insalate.
  • Succo di arancia
    Si sposa bene con il salmone (soprattutto al cartoccio!) ma può accompagnare anche gustose scaloppine di carne. Nei ristoranti è spesso impiegato per insaporire tonno e carni bianche.
  • Pompelmo rosa
    E’ ottimo per condire l’insalata.
  • Wasabi
    Molto piccante! E’ un tipico condimento giapponese anche chiamata “salsa di rafano”. Va bene su verdura cruda e carpaccio. Per stemperare il sapore piccante va usata con salsa di soia o vinaigrette esotica.

Ti potrebbe interessare anche

Wasabi: salsa e proprietà

Raw Food: cosa è e benefici

Pubblicato da Anna De Simone il 23 marzo 2015