Come cucinare senza olio

cucinare senza olio

Come cucinare senza olio: dalla cottura in forno alle padelle antiaderenti, tutti i metodi di cottura senza olio e le ricette intelligenti.

Prima di entrare nel vivo dell’argomento è doveroso fare delle considerazioni sull’olio. L’olio è una fonte di grassi di natura vegetale che troppo spesso viene demonizzata. Presi dalla foga di una dieta restrittiva, infatti, si finisce per eliminare completamente il consumo dell’olio. Se volete limitare l’uso dell’olio in cucina, provateci pure ma riservatevi il piacere di usare l’olio extravergine d’oliva “a crudo”. Se l’olio non raggiunge alte temperature, infatti, è più salubre.

Olio, meglio usare quello extravergine d’oliva crudo

L’olio è un condimento che, se viene sottoposto a cottura e raggiunge alte temperature, diventa un nemico per la salute trasformandosi che, a lungo andare e con elevate dosi, come tutti i grassi si accumulerà nelle arterie e sui fianchi!

È preferibile usarlo a crudo e con dosi controllate, considerate che ha un contenuto di calorie elevato. Pensate a quante persone scelgono di mangiare un’insalata leggera e poi, per insaporirla, l’annegano nell’olio! Quanto olio usare per condire l’insalata? Per 200 gr. di insalata basta un cucchiaio di olio d’oliva. Anche nei sughi, l’olio, può essere aggiunto a crudo, a fine cottura.

Come cucinare senza olio

Esistono diversi modi per cucinare senza olio e senza dover rinunciare al sapore. Ma vediamo nel dettaglio come cucinare senza olio ricorrendo a diversi metodi di cottura.

Cucinare senza olio significa alleggerire i piatti che si preparano e far risaltare il sapore naturale dei cibi.

Padella antiaderente

Per cucinare in padella senza dover ricorrere all’uso dell’olio dobbiamo munirci di pentole e padelle antiaderenti e sostituire l’acqua all’olio in cottura,  arricchendo poi la pietanza con qualche spezia oppure, come consigliato in precedenza, aggiungere un filo d’olio a crudo.

Le padelle antiaderenti, per mantenere la loro efficacia, hanno bisogno di essere unte… ma tranquilli, non è un controsenso. Bastano due gocce di olio da stendere con un pennellino da cucina oppure con un semplice tovagliolo. In questo modo anche i piatti più difficili come frittate e uova al tegamino, saranno facili da cucinare senza attaccarsi al fondo. Stessa cosa vale per le verdure e le carni, aggiungendo, se preferite un po’ di vino e qualche spezia.

Cottura a vapore

Carne, pesce e verdure possono essere cotte al vapore. Ma se non disponete di una vaporiera, potete acquistare una pentola forata da poggiare alla vostra classica pentola oppure sfruttare la cottura a vapore nel microonde.

Non pensate che possa bastare mettere gli alimenti su un piatto coperto e posizionarlo sopra una pentola con abbondante acqua in ebollizione… certo, anche in questo modo potete cuocere a vapore, tuttavia impiegherete molto più tempo. La cottura a vapore riesce a esaltare il gusto degli alimenti il senza bisogno di aggiungere olio.

Se avete un forno a vapore, potete leggere la guida: Cucinare a vapore nel microonde.

Cottura a forno

La frittata può essere cucinata nella padella antiaderente come vi abbiamo già spiegato, ma anche al forno: è sufficiente ricoprire una teglia con carta forno oppure usare un contenitore di silicone da coprire, in ogni caso, con carta stagnola.

La stessa cosa vale per i surgelati panati: possono essere cucinati in forno senza bisogno di aggiungere grassi grazie alla carta forno.

Grazie al forno, possiamo sfruttare anche la cottura al cartoccio. La cottura al cartoccio si opera chiudendo gli alimenti, arricchiti di spezie, in un foglio di alluminio che poi viene messo al forno. Si tratta di metodi che non procurano, tra l’altro, quegli odori persistenti dalla cucina.

Griglia o brace

Anziché friggere le verdure, il pesce e la carne, possiamo ricorrere alla griglia. I pesci più adatti alla cottura sulla griglia di ghisa o sulla brace del BBQ, sono: salmone, tonno, pesce spada, sarde e sgombri, branzino… ma anche gamberi, calamari e seppie.

Friggitrice ad aria

La gran parte di surgelati presenti in commercio, essendo precotti, consentono la frittura senza olio nella friggitrice ad aria.  La friggitrice ad aria consente di friggere senza olio o con quantità di olio ridottissime. Per tutte le informazioni sulla friggitrice ad aria vi rimandiamo alla pagina di approfondimento “Friggitrice ad aria, come funziona“.

Alternative all’olio

Per condire esistono delle alternative all’olio da non sottovalutare. Tra le varie segnaliamo:

  • Salsa di soia
    non è adatta a chi soffre di ipertensione
  • Vinaigrette light
    con aceto e senape oppure salsa di rafano e salsa di soia…
  • Gomasio
    un condimento asiatico a base di sale e sesamo tostato
  • Succo di arancia
  • Succo di pompelmo
  • Succo di limone
  • Aceto di mele
  • Aceto di vino bianco
  • Aceto di mirtilli
  • Aceto balsamico
  • Wasbi
    salsa di rafano giapponese, molto pccante
  • Aceto di riso

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 24 ottobre 2017