Come cucinare senza grassi

come cucinare senza grassi
L’assunzione eccessiva di grassi nella nostra alimentazione comporta senza dubbio danni alla salute! A tal proposito è bene cucinare senza grassi, eliminando determinati ingredienti quali olio e burro: si tratta di grassi saturi che sottoposti a cottura si trasformano in residui nelle arterie. Inoltre i grassi presentano un elevato contenuto di calorie, vanno impiegati in quantità minime: per 200 gr. di insalata è sufficiente 1 cucchiaio di olio d’oliva. Ma vediamo nel dettaglio come cucinare senza grassi seguendo alcune indicazioni utili.



Come cucinare senza grassi, l’occorrente
Per cucinare senza grassi esistono metodi di cottura alternativi rispetto alle solite fritture, come per esempio la cottura a vapore, in forno, in microonde. Inoltre gli alimenti possono essere bolliti, grigliati, stufati…..insomma le alternative ci sono senza dover rinunciare al gusto! Dovrete solo fornirvi di pentole e padelle antiaderente, di un forno, meglio ancora di una pentola a pressione. Non fatevi mai mancare la carta alluminio e la carta forno, ottimi alleati nella cottura senza grassi.

Come cucinare senza grassi, le indicazioni

  • In caso di cottura in padella antiaderente,sostituire l’acqua all’olio, cucinare a fuoco bassissimo coprendo sempre gli alimenti con coperchio
  • Preferire la cottura al vapore per carni, pesci, verdure, uova, etc: si tratta di un metodo sano visto che non disperde i principi nutritivi degli alimenti
  • Anche la griglia è indicata per cucinare carne, pesce e verdure, ricordando di aggiungere il sale solo dopo aver completato la cottura: attenzione a non bruciare gli alimenti.
  • Volendo preferire la bollitura, utilizzare pochissima acqua per cercare di mantenere il più possibile le vitamine e sali minerali.

Come cucinare senza grassi, alcuni esempi

  • Le uova in padella possono essere cucinate sostituendo all’olio la stessa quantità di acqua sul fondo.
  • Se non avete la vaporiera, posizionate gli alimenti su un piatto coperto e mettete il piatto sopra una pentola con abbondante acqua in ebollizione.
  • La frittata si può fare nella padella con acqua sul fondo opure al forno, ricoprendo una teglia con carta forno.
  • Tutti i surgelati panati possono essere cucinati in forno : basta usare teglie ricoperte di carta
  • Nei sughi l’olio può essere aggiunto a crudo, a fine cottura: il gusto non verrà alterato
  • La panna e il burro possono essere sostituiti con yogurt bianco naturale: la pasta, le salse e i dolci sono buonissimi e delicati con lo yogurt

Vi potrebbe interessare anche l’articolo su grassi insaturi e saturi

Pubblicato da Anna De Simone il 24 febbraio 2014