Pentola a pressione, come funziona

pentola a pressione

La pentola a pressione ci consente di cucinare ottimizzando i tempi di cottura preservando i sapori degli alimenti. Grazie alla pentola a pressione non solo risparmiamo tempo ma anche acqua: il risparmio idrico in cucina non è da trascurare.

In questo articolo vi illustrerò le regole base di cottura e funzionamento in modo che possiate approcciarvi a questo nuovo metodo di cucinare con facilità.

Come funziona la pentola a pressione?

  1. Se la ricetta lo richiede dovrete prima eseguire alcune operazioni preliminari come soffriggere, rosolare ecc. Fatto ciò, potrete trasferire tutti gli ingredienti nella pentola a pressione e chiuderla
  2. Mettete la pentola sul fornello acceso con una fiamma molto vivace e appena sentirete un rumore simile ad un sibilo, dovrete abbassare la fiamma al minimo in modo da stabilizzare la fuoriuscita del vapore
  3. A questo punto, contate i minuti (o le ore) di cottura indicate nella ricetta che state eseguendo. Se il sibilo tarda ad arrivare le cause potrebbero essere tre: la fiamma è troppo debole, la pentola a pressione non è ben chiusa oppure una valvola è intasata. In questi casi dovrete scaricare il vapore e aprire la pentola; controllare le valvole e riprovare. Sappiate pero’ che il cibo sarà già leggermente cotto e quindi dovrete diminuire i tempi di cottura indicati nella ricetta
  4. Trascorso il tempo stabilito spegnete il fornello, scaricate completamente la pressione e quindi il vapore grazie all’apposita valvola e infine aprite la pentola a pressione. È consigliabile fare le due ultime operazioni in un lavandino con circa due dita di acqua. In questo modo abbasserete la pressione ed eviterete fastidiose fuoriuscite di schiuma.

Se la ricetta vi chiede di aprire la pentola a pressione a metà cottura per aggiungere altri ingredienti non allarmatevi: seguite queste istruzioni e ricominciate da capo.

Per maggiore approfondimento vi consigliamo la lettura dell’articolo “Come cucinare con la pentola a pressione”

Pentola a pressione, manutenzione
La pentola a pressione è fatta in acciaio quindi non molto diversa da tutte le altre pentole pertanto potete ricorrere al classico detersivo per i piatti. In caso di incrostazioni all’interno potete utilizzare una paglietta di acciaio oppure una spugnetta abrasiva. L’unico accorgimento è controllare, quando si lava il coperchio, che le valvole non siano intasate.
Quando riponete la pentola a pressione nell’armadio evitate di chiuderla, appoggiate semplicemente sopra il coperchio: in questo modo eviterete il ristagno dell’aria e quindi l’insorgere di cattivi odori.

Pentola a pressione, consigli utili

  • Non usate troppo liquido: non riempire la pentola a pressione per oltre due terzi (dovrebbe esserci un segno all’interno della stessa che vi indica il limite massimo) perchè potrebbe fuoriuscire liquido schiumoso dalla valvola, soprattutto durante la preparazione di minestre e risotti, e quindi rischiereste di intasare le valvole della pentola stessa
  • Non cuocete i cibi troppo a lungo infatti, un minuto in pentola a pressione equivale a circa 3-4 minuti in pentola normale.

Ti potrebbe interessare anche Pentola a pressione: uso

Pubblicato da Anna De Simone il 23 gennaio 2015