Canicross: di cosa si tratta

  1. Canicross

Canicross, non una moda ma una disciplina seria e molto sana nata quando noi umani abbiamo avverito la necessità di allenare i cani da slitta anche nel periodo estivo. Senza neve o con neve scarsa, come fare? Ecco che abbiamo dovuto rinunciare alla comoda slitta e – gambe in spalla – correre anche noi assieme al nostro amico quadrupede. Oggi si può parlare di sport, riferendosi al Canicross, esistono gare e federazioni, molti appassionati, in numero crescente, sia persone che cani.



Canicross: che cosa è

Prima di dire cosa è, diciamo che non è “jogging con cane” altrimenti i campioni sarebbero molti. Si tratta invece di una disciplina cinofila nota in tutto il mondo con questo nome e che vede cane e padrone correre su un tragitto sterrato. Per correre vicini, sono collegati proprio fisicamente, con cintura, linea e pettorina.

Un cane non nasce atleta ma lo si può addestrare tranquillamente. Certo è importnate che ci sia un ottimo feeling tra animale e padrone e che anche il padrone sia “addestrato” o, per meglio dire, allenato. Il cane aiuta l’uomo tirandolo ma non può brutalmente trascinarlo!

Canicross: come iniziare

Esistono molti metodi per cominciare, come per ogni sport, tante sono le scuole di pensiero e le strategie che pretendono di essere tra le migliori. Non sarò certo io a fare da arbitro in questa gara, l’unico passo essenziale per iniziare a fare Canicross è l’approccio filosofico che deve essere ludico.

E’ una bella esperienza che unisce molto cane e padrone, ma deve essere intesa come un gioco e mai diventare motivo di stress, né per chi è al guinzaglio né per chi ha in mano il guinzaglio.

Canicross

Canicross in Italia

Per saperne di più nella nostra penisola piena di percorsi su cui mettersi alla prova, consiglio il sito www.canicross.it con informazioni e riferimenti che permettono di trovare come e dove iniziare, in qualunque regione abitiamo.

Prima di tutto, informiamoci sulle regole e sulle caratteristiche necessarie per praticare questa disciplina. Ad esempio, sembrerà una curiosità stupida ma io me lo sono chiesto e vi do la risposta: ebbene sì, in corsa il cane non può fermarsi liberamente a fare i bisogni, deve aspettare le soste. Lo stesso vale per il padrone! Ricordiamoci poi che avanziamo con il cane due metri davanti a noi quindi l’intesa deve essere massima.

Pettorina Canicross: dove comprarla

E’ necessaria una specifica attrezzatura per dedicarsi al Canicross e la pettorina è una parte essenziale assiema alla cintura e a una “corda”ammortizzata. Ne possiamo trovare una molto pratica, su Amazon, a 37 Euro, pesa meno di 200 grammi, taglia unica e regolabile.

Canicross

Canicross: kit completo

Chi invece è così convinto di volersi dedicare al Canicross e desidera acquistare tutto il kit completo, con 59 Euro lo trova in Amazon, composto da cintura, linea, pettorina e booties, vale a dire le scarpette per proteggere le zampe dei cani se hanno i polpastrelli molto delicati.

Canicross

Canicross: razze indicate 

Gli Husky e i Jack Russell sono i cani per definizione adatti a spiccare in bravura nel Canicross ma in generale se la cavano bene tutte le razze nordiche, quindi anche il Samoiedo e l’Alaskan Malamute. Cani da ferma come Kurzhaar, Pointer e Weimaraner iniziano a specializzarsi anche in questa disciplina ottenendo ottimi risultati,
I levrieri, poi, a volte vengono scelti per la loro velocità, altri per la particolare resistenza, altri ancora per l’ubbidienza e l’intesa che creano con il padorne.

Canicross

Canicross: regolamento europeo

Essendo una disciplina internazionale, miriamo di certo a diventare campioni almeno europei, vero? E’ bene quindi consocere il regolamento europeo di canicross, consultabile al sito Canicross dedicato

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest

Articoli correlati che possono interessarvi anche

Pubblicato da Marta Abbà il 26 novembre 2016