Weimaraner: caratteristiche e costo

weimaraner
Weimaraner, una razza in due versioni, pelo lungo e pelo corto, che dalla Germania ha conquistato l’America. Dagli anni ’50 oltreoceano impazziscono per lui e non solo come cane da caccia, come è nato, ma come cane da compagnia e con mille altre abilità.

Gli americani ci hanno visto lungo e, come loro solo sanno fare, hanno scovato potenzialità inaspettate. O quasi. Ma andiamo a conoscere questo Weimaraner, ufficialmente appartenente alla categoria dei cani da ferma continentali.



Weimaraner: origine

Le origini del Weimaraner sono indicate in Germania, lì infatti ne nasce la versione ultima, quando attorno al XVIII secolo il Granduca Carl August, detto “il cacciatore tra i re ed il re tra i cacciatori”, ha voluto una razza tutta sua per cacciare nelle foreste della Turingia. Anche il nome del Weimaraner è legato alla corte di Weimar.

Un certo antenato diretto di questo cane è però francese: il Cane Grigio di Saint Louis. Questa razza ci porta nel XIIIesimo secolo, in Francia, con Luigi IX che porta da una crociata nel Nord Africa questa razza che, una volta arrivata in Germania in seconda battuta, incrociata con altri cani da caccia, forse il Pointer, da vita al Weimaraner.

Dopo l’incrocio la razza ha subito altre leggere variazioni ma era già lei, infatti già nel 1897 nasce il club tedesco del Weimaraner ma solo dopo non poche difficoltà ha ottenuto il riconoscimento ufficiale. E’ dovuta passare una guerra, anzi due guerre mondiali, e poi il tempo di riprendere il lavoro di selezione.

weimaraner origine

E’ il 1951 quando il Weimaraner ha il suo standard. Una gran fatica e una attesa pesante, dato anche il rischio di estinguersi durante i conflitti mondiali, tutto però ripagato dal gran successo negli USA. Tuttora sono registrate 500 nascite al mese e il Weimaraner non è solo cane da caccia ma in quella terra è sinonimo anche di cane guida, contro il narcotraffico, da guardia, cane poliziotto, esperto in Agility dog e compagno di vita.

Weimaraner: caratteristiche

Il Weimaraner è un cane da caccia di taglia medio-grande, al garrese misura circa 60-65 cm e pesa dai 30 ai 40 Kg, se maschio, altrimenti 25-35 kg, se femmina. Ha tutto l’aspetto da bracco quale è, ha un corpo allungato e una muscolatura ben sviluppata. La coda viene spesso tagliata, anche se oggi non è più permesso, ha un aspetto equilibrato e armonioso, colpiscono i suoi occhi color ambra, di espressione intelligente, che nei cuccioli hanno un color azzurro cielo.

weimaraner cuccioli

Il pelo è molto fine, i colori ammessi per questa razza sono: grigio argento, grigio capriolo, grigio topo e tonalità intermedie tra questi colori. La tonalità costante sul grigio, e la sua agile leggerezza, ha fatto sì che gli si appioppasse il soprannome di “fantasma grigio”. Negli USA, dove è tanto amato. Al di là del colore, e vedremo che ne esiste anche una rara versione blu, la razza del Weimaraner è suddivisa in due varietà: quella “a pelo corto” e quella “a pelo lungo”.

Weimaraner a pelo lungo

Nasce per caso mentre tra Francia e Germania si fanno incroci tra vari cani da caccia e l’antenato francese Cane Grigio di Saint Louis. Accade spesso che poi sbuchi un carattere genetico diverso, e così è stato per il Weimaraner a pelo lungo. Il primo esemplare di questa varitetà è comparso per la prima volta a un’esposizione internazionale canina a Vienna nel 1934. Resta però la versione meno comune del Weimaraner che è solito sfoggiare un mantello corto.

Weimaraner a pelo corto

Chi lo vede in giro, per lo meno in Italia, lo vede a pelo corto il Weimaraner. Questa varietà nasce più o meno in contemporanea con l’altra ma spopola di più. Per il resto, al di là della lunghezza del pelo, le alterazioni non hanno portato a forti cambiamenti delle sembianza: colore del mantello, orecchie, zigomi e coda restano di uguale forma.

weimaraner pelo corto

Weimaraner blu

Lo standard del Weimaraner indica come toni del pelo il grigio argento, il grigio capriolo o il grigio topo, come pure tutte le sfumature intermedie fra queste tinte. Di solito la testa e le orecchie sono più chiari e ci può essere una striscia sul dorso, ma non sono ammesse macchie bianche se non sulle dita e piccolissime. E cosa centra il blu?

Si parla sempre e solo di grigio ma sembra che questo colore sia piaciuto agli appassionati di Weimaraner che se lo sono visto in questa versione. In Italia non c’è, ma il Weimaraner blu va molto in America. Sì, siamo ancora oltreoceano a bocca aperta davanti a questo mantello blu: l’American Kennel Club (Ente Cinotecnico Americano AKC) lo ha riconosciuto con il codice colore 018.

Weimaraner: carattere

Ha un carattere protettivo e delizioso il Weimaraner, una razza che è capace di creare un buon rapporto con tutti i membri della famiglia che lo ospita. E’ subito affezionato e ubbidiente con il padrone, ma anche dolce e paziente con i bambini. Anche se nasce ed è ufficialmente un cane da caccia, ha un’ottima predisposizione alla guardia grazie alla sua forte territorialità.

weimaraner carattere
Abbiamo detto che il Weimaraner è un cane molto docile ma è anche orgoglioso, è quindi facilmente addestrabile ma è meglio educarlo da subito e abituarlo a stare con le persone, altrimenti può crescere troppo diffidente.

Le sue belle doti lo hanno reso con il tempo un cane utile apprezzato per molte attività diverse da quella venatoria. Oggi è impiegato nella protezione civile e nella ricerca delle persone scomparse, ad esempio, e per “uso domestico”, da compagnia, può essere tenuto sia in giardino che in casa ma nessita di molto moto.

Weimaraner: allevamento

Quando si ha un esemplare di Weimaraner si consiglia di ricorrere ad un educatore professionale, a un istruttore cinofilo, in modo da tenere sotto controllo il lato esuberante di questa razza. L’istinto da caccia e la sua vivacità potrebbero risultare indomabili se non subito educate da un esperto.

weimaraner carattere

Se lo si lascia a briglia sciolta può diventare un rosicchiatore di mobili o un dispettoso che fa pasticci quando lasciato solo in casa. E’ un cane docile, però, quindi basta un’adeguata educazione. Importante anche che fin da piccolo un Weimaraner abbia una socializzazione accurata, sia con persone sia con altri cani, data la sua naturale diffidenza verso gli estranei che potrebbe altrimenti far emergere delle punte aggressive.

Weimaraner: costo

Questa razza soffre molto frequentemente di patologie come la torsione gastrica (Torsione dello stomaco) e la displasia dell’anca, quest’ultima colpisce l’articolazione coxo-femorale ed è il motivo per cui si consiglia di prendere un cucciolo solo dopo aver visionato il pedigree dei genitori. E’ congenita ed è opportuno almeno sapere che avremo un cane con questo disturbo.

Nulla di grave, anzi, è piuttosto comune anche nei Bovari, ad esempio, e in molte altre razze. Il Weimaraner costa dai 600 ai 1000 euro, anche il prezzo è significativo della sua salute, non è esagerato ma è anche garanzia di un esemplare sano e ben tenuto e, almeno per i primi mesi, ben educato. Abbiamo visto che è importante.

weimaraner costo

Wiemaraner Rescue

In Italia per il Weimaraner esiste il Weimaraner Rescue Italia Onlus, è una organizzazione non lucrativa di utilità sociale con sigla W.R.I., nata per tutelare e valorizzare questi amici a quattro zampe che possono trovarsi in difficoltà.

Visitando il sito dell’associazione si possono monitorare le iniziative, vedere i cani che cercano casa e leggere le storie di quelli che, fortunatamente hanno trovato una famiglia che li ama. E’ un progetto coraggioso e importante, soprattutto quando da una mano e aiuta a trovare una famiglia e supportare i Weimaraner abbandonati in canili municipali o privati.

Se vi è piaciuto questo articolo animalesco continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi! 

Articoli correlati che possono interessarti:

Pubblicato da Marta Abbà il 30 ottobre 2018