Cani senza pelo

 

cani senza pelo

Cani senza pelo, detti più semplicemente, e con una punta di malizia, cani nudi. Le loro sembianze, buffe, belle o brutte che vi appaiano, sono il risultato di mutazioni genetiche che hanno portato l’assenza totale o parziale del mantello.



Questa caratteristica, scientificamente, si chiama tricodontodisplasia autosomica dominante e non è letteralmente assenza totale, un po’ di pelo c’è su cranio, coda e fondo zampe, il resto del corpo è coperto da una peluria inconsistente ma non compare come rasato. Se così è, qualcuno lo ha rasato.

cani senza pelo

Le razze di cani senza pelo sono molto difficile da allevare perché tra i cuccioli c’è un’alta mortalità: la mutazione genetica che “denuda” i cani è legata un gene che causa il riassorbimento fetale del 25% dei cuccioli.
I cani senza pelo hanno anche parecchie complicazioni che non sembrerebbero legate strettamente all’assenza di mantello. Ad esempio sulla dentatura: hanno denti sono più piccoli e ne hanno meno, Sono senza premolari e a volte anche senza canini. Niente pelo spesso vuol dire anche niente ciglia e pelle iperpigmentata.

Cani senza pelo: razze

Ci sono vari esempi di cani senza pelo, molte però sono razze non riconosciute ufficialmente. Se guardiamo a quelle presenti nell’elenco della FCI, ci sono il cane nudo del Messico, noto come Xoloitzcuintle, il Chinese Crested dog, il cane nudo peruviano (Perro sin pelo del Perù) e il pila argentino. Non riconosciuto dall’FCI ma dall’American Kennel Club sì, tra i cani senza pelo possiamo ricordare l’American Hairless Terrier.

cani senza pelo messico

Cani senza pelo: Xoloitzcuintle

Tra i cani senza pelo è uno dei più antichi, è nato in Messico ben 8000 anni fa e conserva attorno alle sue sembianze molto particolari un’area tra il magico e il religioso. La sua figura è legata da sempre a riti religiosi, in particolare a quelli di accompagnamento dei defunti. Tanto che il suo nome ricorda il dio Xolotl, dio che guida le anime dei defunti fino alla loro dimora eterna.

Pur essendo un cane sacro, forse perché è tra i cani senza pelo, ma nella storia è stato anche usato come cibo: un periodaccio, tra il 300 e il 900 dopo Cristo. Riconosciuto dalla FCI, lo Xoloitcuintle è nel gruppo dei cani di tipo primitivo. Sarà il riconoscimento o le origini in odore di santità, ma questi cani senza pelo hanno un carattere piuttosto presuntuoso, sembra che guardino dall’alto in basso chiunque, con fare aristocratico.

Eleganti sono eleganti, anche se senza mantello è un effetto strano. C’è chi però lo ama per quello. Questo messicano è comunque un animale affettuoso con il padrone con cui è adorabile, molto intelligente e generalmente tranquillo, anche con gli sconosciuti. Non ama abbaiare. Ne esistono tre taglie, tutti sono cani senza pelo, sia lo standard (da 46 a 60 cm), sia il medio (da 36 a 45 cm), sia il piccolo, in miniatura (da 25 a 35 cm).

cani senza pelo

Cani senza pelo: cane nudo peruviano

E’ arrivato, già senza pelo, durante l’immigrazione cinese e si è installato in Perù, ma ci sono anche ipotesi su una sua provenienza africana, in una ondata di arrivi di nomadi con cani senza pelo. Una terza possibilità è la via dall’Asia attraverso lo stretto di Bering.

Il suo aspetto è molto simile ad altri cani senza pelo come quello messicano che abbiamo appena conosciuto, lo Xoloitcuintle. Fisicamente sembrano gemelli, di carattere questo peruviano sembra meno presuntuoso ma i cani senza pelo sembrano essere molto riservati e con aria un po’ da nobili. Resta però una grande devozione verso ik padrone.

I cani senza pelo peruviani sono affettuosi svegli e attenti ma pacifici, anche se diffidenti verso gli estranei. Anche per questa razza di cani senza pelo, riconosciuta dalla FCI, ci sono tre dimensioni, dal piccolo (da 25 a 40 cm) passando dal medio (da 40 a 50 cm), fino al grande (da 50 a 65 cm). Sono misure più piccole rispetto al collega senza pelo messicano, entrambi sono rari da vedere in Italia.

cani senza pelo

Cani senza pelo: pila argentino

Restiamo in America e passiamo dal Perù all’Argentina per il Pila. Questi sono cani senza pelo che restano di nuovo simili ai precedenti. Però, c’è un però, il pila argentino si può distinguere dagli altri, perché è tra i cani senza pelo il più senza pelo.

Infatti le uniche zone pelose che possiede sono la testa e la coda e lì fa una sorta di cresta. Tra gli Xoloitcuintle e i cani senza pelo peruviani, come dimensioni, i pila argentini sono cani senza pelo più simili ai secondi, sempre in tre versioni: piccola, media e grande.

Di carattere, questi cani senza pelo argentini restano come d’abitudine dei loro concittadini, di carattere allegro, dinamico e giocherellone. Il pila argentino, se piacciono i cani senza pelo, sono ottimi cani da compagnia. A csa si trovano bene, comodi, e sono facili da educare.

Se vi è piaciuto questo articolo animalesco continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi!

Articolo correlato che potrebbe interessarti:

Migliori crocchette per cani

Pulizia dentale del cane

Gatti senza pelo

Shampoo per cani: come sceglierlo

Pubblicato da Marta Abbà il 12 dicembre 2015