Bichon à poil frisé nano: allevamenti

bichon à poil frisé nano

Bichon à poil frisé, un meraviglioso e simpatico cane che Francia e Belgio si contendono ma che non è ad oggi molto diffuso nel resto dell’Europa, men che meno negli altri continenti. E’ un cane da compagnia, piccolo e bianco, vivace e allegro.



Bichon à poil frisé nano

E’ nano per definizione questo cane franco belga, visto che un maschio al garrese non deve misurare più di 30 cm e il peso medio di un esemplare può andare dai 3 ai 6 Kg massimo. Più sono piccoli, questi Bichon, più piacciono. Altri cani appartenenti a questo gruppo sono il nostro “Maltese” ed il nostro “Bolognese”, il Bichon à poil frisé somiglia molto ad entrambi ed è probabile che le sue origini si incrocino con le loro.

Ci sono varie ipotesi in merito, i francesi sostengono che la razza derivi dal “Maltese”, con selezioni risalenti al XV secolo, diversamente i belgi ritengono che le radici del Bichon à poil frisé siano da cercare nel loro Paese. Spunta anche una terza via: questo cane potrebbe essere stato importato da dei navigatori di nazionalità spagnola in Francia nel secolo XVI, con il nome di “Tenerife”.

bichon à poil frisé nano

Bichon à poil frisé: caratteristiche

Fine e setoso, bianco al 100% e in modo uniforme, il pelo di questo cane è una delle caratteristiche che lo rendono unico e amato. Forma larghe spire, non è mai cordato e misura dai 7 a 10 cm, spesso lo si sottopone ad una toelettatura per accorciare il mantello sui piedi e sul muso.

Il torace del Bichon à poil frisé è ben sviluppato e gli arti sono dritti e in appiombo, anche se con una ossatura fine, le unghie dovrebbero essere nere ma non accade molto spesso di incontrare esemplari che le hanno così. La muscolatura di questo cane è sviluppata in modo omogeneo su tutto il corpo e l’andatura è vivace e disinvolta.

La testa si inserisce in modo armonico, il cranio è un po’ piatto ma poi il pelo così voluminoso nasconde questa caratteristica e ammorbidisce le forme. Certo non nasconde il tartufo che spunta arrotondato, molto nero e lucente, e neanche gli occhi, tondi e di medie dimensioni. Le orecchie sono coperte di abbondante pelo come il resto del corpo, hanno una forma arrotondata e sono cadenti, per finire la coda, pelosa, sempre con una graziosa curva sul piano della spina dorsale.

bichon à poil frisé nano

Bichon à poil frisé: carattere

E’ un perfetto cane da compagnia come carattere, oltre che come aspetto, così morbido e bianco da sembrare un perfetto oggetto d’arredo. Il nostro Bichon à poil frisé è allegro e vivace ma non in modo esagerato e fastidioso, per cui è ottimo come animale per persone anche anziane che hanno voglia di una presenza che le renda di buon umore.

Con gli estranei è socievole e mai diffidente, con i bambini sa comportarsi e sente che possono giocare con lui, per cui li ama molto e non è mai aggressivo o nervoso davanti alla loro vivacità. Fa feste in continuazione a quasi tutti, il suo carattere è molto simile a quello del “Bichon Avanese” sono entrambi ben adatti alla vita anche in appartamento, sempre con qualche passeggiata, allegra, ovviamente, durante la quale ci si fa molti amici.

Bichon à poil frisé: allevamenti

Ci sono cinque allevamenti che si occupano del Bichon a poil frise in Italia, secondo ENCI, che nel suo sito riporta due allevamenti in Lazio, due in Emilia Romagna e uno in Veneto. Si trovano rispettivamente in provincia di Roma e di Rieti, e poi di Ferrara e di Parma, infine l’allevamento veneto è vicino a Venezia.

bichon à poil frisé nano

Bichon à poil frisé: prezzo

Il prezzo di questo cane è di circa 700 euro ma è meglio contattare gli allevamenti che ho indicato, riconosciuti da ENCI, per saperne di più. Chi volesse prima rifletterci, può cominciare a investire pochi euro per comprarsi una maglietta da futuro padrone di Bichon à poil frisé. Per entrare nel personaggio.

Bichon à poil frisé: foto

Un cane dall’aspetto così curioso e, a mio parere, bello, merita qualche scatto in più. Anche per ammirare il suo fiero ed alto portamento della testa, i suoi occhietti vivi e particolarmente espressivi e l’armonia del suo corpo.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 16 settembre 2016