In treno con il cane o il gatto

In treno con il cane o il gatto

In treno con il cane o il gatto: quanto costa il biglietto, norme di comportamento e consigli utili per trasportare il cane in treno. 

Questa estate, per scoraggiare l’abbandono estivo di cani e gatti, Trenitalia ha lanciato una campagna promozionale che permetteva ai viaggiatori di comprare il biglietto per il proprio cucciolo a prezzi ridotti. Solo tra giugno e agosto, Trenitalia ha venduto 35.000 biglietti a 5 euro, destinati al trasporto in treno di cani e gatti. Oggi la promozione è terminata ma è sempre possibile viaggiare in treno con cani e gatti a seguito!

In treno con il cane o il gatto

E’ dal 20 luglio 2012 che tutti i treni di Trenitalia, comprese le Frecce, possono ospitare cani di piccola e di grossa taglia, oltre che gatti, criceti e conigli nani. La compagnia Nazionale di trasporto su rotaie, ha deciso di trasportare cani e gatti a seguito dell’accordo con Michela Vittoria Brambilla, Presidentessa della Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente.

Cani e gatti viaggiano gratis in treno

Tutti gli animali domestici di piccola taglia che possono agevolmente viaggiare in un trasportino dalle dimensioni di 70 x 30 x 50 cm, viaggiano gratis.

Ogni passeggero può viaggiare con un solo trasportino. Insomma, se volete portare due cani, dovete viaggiare con un amico umano e acquistare quindi almeno 2 titoli di viaggio. Il trasportino può essere posto vicino a sé, oppure posizionato nella bagagliera.

I cani guida per non vedenti viaggiano sempre gratis e possono accedere alle zone di ristoro e bar.

Biglietto del treno per cani di grossa taglia

I cani di grossa taglia e tutti i cuccioli che non possono viaggiare all’interno di un trasportino dalle dimensioni ridotte, necessitano di un titolo di viaggio.

I cani di grossa taglia possono viaggiare in treno se l’utente acquista un biglietto di seconda classe o un biglietto standard al prezzo previsto per il treno utilizzato, ridotto del 50%. I biglietti per trasportare cani di grossa taglia in treno possono essere acquistati presso qualsiasi biglietteria o agenzia di viaggio abilitata.

I viaggi di lunga tratta obbligano il viaggiatore a prenotare un’intera cuccetta o scompartimento.

In treno con il cane o il gatto, regole da rispettare

Per chi vuole viaggiare in treno con cane o gatto, vi sono altri obblighi da rispettare. Ecco le norme per chi vuole viaggiare in treno con cane e gatto:

  • bisogna disporre di un guinzaglio.
  • Non deve mancare la museruola.
  • Dovete portare il libretto sanitario con tutte le vaccinazioni in regola.
  • Dovete portare il certificato di iscrizione all’anagrafe canina.
  • Sui treni regionali, i cani non possono viaggiare nell’orario di punta che va dalle 7 alle 9 (salvo diversa disposizione del regolamento locale) nei giorni feriali (dal lunedì al venerdì).
  • Cani e gatti non possono entrare nelle aree di ristorazione e bar.

Viaggiare con cane o gatto su treno Italo

E’ vero che la compagnia nazionale è Trenitalia, tuttavia anche Italo si fa spazio con offerte e biglietti ad hoc per trasportare gatti e cani di grossa e piccola taglia.

Così come con Trenitalia, anche sui treni Italo gli animali domestici che entrano in un trasportino dalle dimensioni di 70x30x50 cm viaggiano gratis.

Per quanto riguarda i cani di grossa taglia e tutti gli animali domestici con un peso superiore ai 10 kg, questi devono essere muniti di regolare biglietto. Il costo da sostenere per trasportare cani di grossa taglia su treno Italo è di 50 euro. Il biglietto per il cane deve essere prenotato con almeno 2 ore d’anticipo sull’orario di partenza. Il biglietto per i cani di grossa taglia, però, può essere elargito solo in abbinamento ad alcune offerte specifiche.

Viaggiare in treno con cani e gatti

Un cane può davvero affrontare un lungo viaggio in treno? E’ difficile rispondere in modo universale perché come noi umani, anche ogni singolo cane ha la sua indole e le sue inclinazioni. Alcuni animali domestici potrebbero risentire del viaggio in treno e reputarlo troppo opprimente. A tal proposito evitate di prendere treni troppo affollati e ricordate che nei vagoni deve essere garantita la quiete.

Il cane deve avere una condotta che non danneggi gli altri viaggiatori o lo stesso treno, in caso contrario potrebbe esservi chiesto addirittura di scendere alla fermata successiva!

Altri nostri articoli correlati che potrebbero interessarti sono:

Pubblicato da Anna De Simone il 16 settembre 2016