Weimaraner a pelo lungo

Weimaraner a pelo lungo

Weimaraner a pelo lungo, raro da vedere al contrario di quello a pelo corto, sempre più diffuso, per lo meno in Italia. Si tratta di un cane da caccia di taglia medio grande, un atleta nato per lavorare ma anche dolce e simpatico, vivace ma educabile.



Weimaraner a pelo lungo

Con il pelo lungo il Weimaraner ha l’aria da cane da caccia aristocratico, quasi “snob” se non fosse muscoloso, armonioso e decisamente simpatico. Il suo nome lo lega in modo indiscusso alle città tedesca di Weimar, situata in Germania, anche se le vere origini sono ancora in discussione.

Molti esperti ritengono che tra i progenitori di questa razza ci sia il cane di Sant’Uberto assieme al Chien Gris de Saint Louis, oggi ormai estinto, ma è ancora tutto da confermare e ci sono anche altre ipotesi. Quello che invece possiamo dire con certezza è che il Weimaraner è una razza ufficialmente riconosciuta, inserita nel gruppo 7 dei cani da ferma come lo Spinone, il Setter irlandese, l’Epagneul Breton e il Bracco Tedesco.

Weimaraner a pelo lungo

Weimaraner a pelo lungo: carattere

E’ elegante in apparenza, ma il carattere di questo cane è piuttosto rustico, è abituato a stare all’aria aperta anche se è facile da addestrare e si mostra sempre affettuosissimo. Queste sue caratteristiche lo rendono un perfetto cane da tenere in famiglia, stando sempre però attenti perché ha bisogno di muoversi molto. 

Quando si tratta di cacciare, è tenace, non è un cane remissivo e sa cosa vuole, oltretutto è robusto e forte, anche di carattere.

Con il padrone non si ribella mai, però, anzi, ubbidisce e protegge, è dolce e quasi “appiccicoso” perché odia stare da solo. Se invece incontra degli estranei, cambia modo di essere e diventa molto diffidente e sospettoso, anche verso gli altri animali non è molto socievole.

Weimaraner a pelo lungo: allevamenti

Da sempre il Weimaraner a pelo lungo è cresciuto a stretto contatto con l’uomo, sempre affianco al proprietario ed è anche per questo che non è un cane adatto a cavarsela da solo per molte ore. E’ abituato a stare con le persone.

Le sue origini sono tedesche ma è arrivato in Germania attraverso il Reno, intorno al XV secolo formandosi attraverso incroci con “Cane da ferma tedesco a pelo corto” e altri cani da caccia. Oggi in Germania il Weimaraner a pelo lungo è una razza conosciuta, in Italia è sempre più diffuso ma meno che quello a pelo corto, negli Stati Uniti è già molto apprezzato.

Weimaraner a pelo lungo

Weimaraner a pelo corto

Più noto e facile da incrociare, il Weimaraner a pelo corto è più elegante e con il suo aspetto da “modello” può forse apparire meno dolce. Non è vero, è identicamente alla mano e affettuoso.

Weimaraner a pelo lungo: cuccioli

I cuccioli di questa razza sono tra i più irresistibili, molto simili a dei peluche per quanto sono soffici e con l’aria dolce. Anche se facili da addestrare, vanno subito abituati alle regole, con dolcezza e fermezza. Sono adatti anche a stare in una casa con dei bambini, meglio se con giardino. Ama molto anche l’acqua e le lunghe passeggiate in compagnia del proprio padrone.

Il pelo del Weimaraner a pelo lungo è morbido, liscio o leggermente ondulato e all’estremità degli orecchi, vellutato. Sulla coda c’è anche un pennacchio e sugli arti una sorta di culotte. Il colore del mantello può essere grigio argento, grigio capriolo o grigio topo, o una sfumatura intermedia.

Weimaraner a pelo lungo: prezzo

Un cucciolo di Weimaraner a pelo lungo può costare dai mille euro in su, in media. Perché è ancora raro e anche perché come razza è piuttosto costosa. Può essere impiegato come cane da guardia, da difesa, come cane poliziotto e anche per la ricerca di dispersi o la lotta contro il narco-traffico. Ha una salute di ferro e si ammala molto di rado, se vogliamo trovare punti deboli, sono gli occhi e la pelle, perché soffre moltissimo di dermatite

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Articolo correlato che può interessarti:

Pubblicato da Marta Abbà il 6 novembre 2017