Skye Terrier: carattere e allevamento

Skye terrier

Skye Terrier, un Terrier senza dubbio tra i più eleganti, con un pelo lungo ma ben portato e un carattere particolarmente simpatico. Così tanto che oggi questa razza sta facendo successo più come cane da compagna che animale da caccia. Arriva dalla Gran Bretagna, dalla Scozia per la precisione, ed è lungo due volte la sua altezza. Un rettangolo particolare per un cane dall’indole morbida ma mai mordace.



Skye Terrier: origini

Poche sono le nozioni certe a proposito delle origini di questa razza ma possiamo affermare che lo Skye Terrier viene dall’isola che porta il suo nome e che essa è situata nella verde Scozia, appartiene all’Arcipelago delle Ebridi. Un’altra cosa su cui mettere la mano sul fuoco per questo cane è che esiste da molto tempo, non è di recente creazione.

Per il resto, non è colpa dello Skye Terrier se non possiamo essere in grado di ricostruire la sua genesi: ciò che è accaduto è che sia nell’Ottocento sia nel Settecento, gli abbiamo appioppato una gran varietà di nomi. Non era lo Skye Terrier ma il Glasgow terrier, per alcuni, il Paisley terrier per altri, e per altri ancora il Fancy skye terrier. E sono solo esempi. Gli studiosi, e il nostro cane per primo, sono ancora un po’ confusi, quindi, sulle origini. Meglio guardare al presente e al futuro di una razza che merita più notorietà.

Skye terrier

Skye Terrier: cuccioli

Lo Skye Terrier è un cane di piccola taglia, figuriamoci i suoi cuccioli, e ha delle proporzioni molto ben definite dallo standard ufficiale. Centimetro più centimetro meno, deve essere lungo due volte la sua altezza. Possiamo considerare la sua altezza al garrese di circa 25-26 cm, se maschio, poco meno se femmina. Dalla punta del naso alla punta della coda, uno Skye Terrier misura poco più di un metro, la coda tutta, anche se va ad assottigliarsi pur partendo grossa alla radice.

Il tronco molto lungo non è  affatto gracile ma ben muscoloso e solido, è posizionato basso, gli arti non sono affatto slanciati ma corti, stagni e diritti. Il collo come il resto del corpo non è esile ma potente e collega il corpo a rettangolo con la testa anch’essa lunga ma non appuntita. Il muso dello Skye Terrier è infatti forte, caratterizzato da uno stop leggero e che termina con un tartufo rigorosamente nero. Non proprio neri ma sempre scuri, e più scuri sono meglio è, gli occhi di questo terrier, posizionati vicini tra loro e di media grandezza come le orecchie, ricoperte di pelo e a volte pendenti.

Skye terrier

Il pelo dello Skye Terrier è una delle sue peculiarità meglio descritto in foto che a parole. Lungo è lungo, duro e diritto, piatto. Niente riccioli per un cane che, seppur amichevole, ha e vuole avere un aspetto serio ed elegante. Il mantello è composta da un pelo di copertura e da un sottopelo, quest’ultimo è corto, fitto e lanoso. Per quanto riguarda il colori, lo standard di questa razza scozzese ne ammette diversi: il nero, il grigio scuro oppure chiaro, il fulvo e le tonalità crema. In tutti i casi le punte sono nere.

Skye Terrier: carattere

Nato come cane da caccia, fiero appartenente al gruppo dei terrier, per giunta dalla Gran Bretagna, lo Skye Terrier oggi è molto richiesto come cane da compagnia. Certamente sa essere amabile ma non diamo per scontato che sia il cane che fa per noi. Se si lega in modo morboso al suo unico padrone, noi o un nostro famigliare, poi con gli estranei si mostra molto diffidente.

Ciò non vuol dire che arriva ad essere mordace, e men che meno aggressivo, ma non aspettiamoci quel tipo di animale che fa festa e accoglie con una scodinzolata di benvenuto chiunque bussi alla porta. Ama stare in compagnia, è difficile imporsi data la sua testardaggine da cane da caccia, e non accetta per nulla al mondo di stare relegato. Una volta che decide che l’estraneo non è più estraneo, lo Skye Terrier è alla mano, simpaticissimo, ottimo anche per giocare o passeggiare nella natura vista la sua sorprendente agilità. A chi può interessare: è uno dei cani più abili nel liberare i giardini dai roditori.

Skye terrier

Skye Terrier: allevamenti

In Italia, riconosciuti ufficialmente da ENCI sono due gli allevamenti che tengono anche la razza dello Skye Terrier. Uno si trova nella provincia di Genova, si chiama Druidwood e oltre che del nostro Terrier si occupa anche del Greyhound. Nella confinante regione Toscana, in provincia di Pisa, l’altro allevamento di Skye Terrier: Dell’antica Caledonia è il nome indicato e ci troveremo anche i Bassotti Tedeschi. Nel nostro paese non sono molto diffusi questi terrier isolani, al momento se ne registrano una quindicina, all’effettiva probabilmente saranno anche di più ma siamo ben lontani dai grandi numeri.

Skye terrier

Skye Terrier: prezzo

Contattare uno dei due allevamenti indicati qui sopra è il modo migliore per sapere in un sol colpo il prezzo di un cucciolo di Skye Terrier e l’eventuale disponibilità  Possiamo anche cogliere l’occasione, e sarebbe doveroso farlo, per informarci meglio sulle necessità dell’animale in modo da capire se noi e lui siamo compatibili,come carattere, stile di vita e ambiente.

E’ utile anche informarsi sui difetti più ricorrenti che lo standard di razza indica, eccone alcuni: pelo troppo corto o non curato, orecchie portate male, linea dorsale insellata, tartufo depigmentato, andatura scorretta, carattere pauroso o troppo timido, stop troppo accentuato.

Se vi è piaciuto questo articolo animalesco continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi!

Articoli correlati che possono interessarti:

Pubblicato da Marta Abbà il 7 luglio 2016