Pulizie di primavera: come farle senza avvelenarsi

pulizie-di-primavera

Le pulizie di primavera devono essere una salutare rivoluzione,  non l’occasione di portare in casa un sacco di sostanze nocive abusando di prodotti detergenti che fanno male alla salute. L’aria e il sole sono la prima cosa che serve per l’igiene della casa dopo la ‘reclusione’invernale ed è arrivato il momento di aprire le finestre abbastanza a lungo, meglio se nelle ore centrali della giornata quando la temperatura esterna consente di tenere spenti i caloriferi. Fatto questo, siate il più green possibile nella scelta dei prodotti e dei sistemi di pulizia.

Fare pulizie di primavera non significa fare il ‘cambio stagione’, per quello c’è ancora tempo, ma liberarsi della polvere accumulatasi durante l’inverno, a cominciare da tappeti e coperte che presto verranno riposti. Non dimentichiamo che l’igiene di coperte, tappeti e materassi è di fondamentale importanza contro i contaminanti biologici (le cosiddette antropotossine prodotte da attività fisiologiche come respirazione, sudorazione, desquamazione e starnuti) che causano anche di allergie e diventano più nocivi al chiuso con il riscaldamento acceso.

Contro le antropotossine che si annidano nei tessuti, oltre ai lavaggi regolari, l’accorgimento più efficace è la frequente e lunga esposizione al sole. In inverno è un problema ma con la bella stagione diventa possibile. I tappeti vanno sbattuti di frequente ma le pulizie di primavera sono il momento giusto anche per quel lavaggio profondo che andrebbe fatto almeno una volta l’anno. Non servono il lavasecco o prodotti chimici: i tappeti si lavano in modo efficace con stracci imbevuti di acqua e aceto e/o acqua e ammoniaca. Potete ricorrere a ottimi detersivi fatti in casa, meglio ancora disinfettare con il vapore: i pulitori a vapore sono una bella invenzione perché permettono di fare a meno dei detersivi.

I pulitori specifici per tappeti e moquette sono da evitare nelle pulizie di primavera (e non solo) perché invece di risolverli aggravano i problemi di igiene imbevendo le fibre di sostanze nocive che verranno lentamente rilasciate. Lo stesso discorso vale per gli insetticidi, che sono un’altra grande causa di inquinamento (e non di igiene) della casa. Se con la primavera vi ritrovate le formiche in casa, allontanatele con soluzioni e sistemi  naturali. Ce ne sono diversi e funzionano bene.

Le pulizie di primavera sono il  momento giusto anche per una bella pulizia dentro e fuori di armadi e cassetti, che a loro volta hanno bisogno di prendere un po’ d’aria. Anche qui non servono le aggressioni chimiche: tolta la polvere e passato uno straccio umido, potete spennellare l’interno degli armadi e dei cassetti con una soluzione a base di cera d’api diluita con propoli. Oltre a nutrire il legno, questa soluzione terrà lontane le tarme dai vestiti oltre che i tarli dal legno.

Forse ti può interessare anche: Rimedi alternativi per le pulizie di casa

Pubblicato da Michele Ciceri il 16 marzo 2014