Come affilare la lama del tosaerba

Come affilare la lama del tosaerba

Come affilare la lama del tosaerba: una guida con tutte le istruzioni su come smontare e montare la lama del rasaerba e provvedere a una corretta affilatura.

Un tosaerba ben tenuto restituisce un prato e un giardino sempre in condizioni perfette. Quando la lama del tosaerba non è ben affilata, il taglio non è preciso e il prato rischia di un eccessivo carico di stress: un taglio impreciso lascia residui vegetali ancorati all’erba, tali residui possono causare marciscenza, muffe e gravi danni al prato.

Come smontare la lama del tosaerba

Prima di vedere come praticare la corretta affilatura della lama, vediamo come si svitare questo componente e come poi rimontarlo.

Per cautela, scollegate la candela di accensione, indossate guanti di protezione e occhialini antinfortunistici.

Attenzione!!!
Appoggiate il tosaerba su un fianco con il carburatore rivolto verso l’alto. Assicuratevi che il carburatore sia rivolto verso l’alto per evitare di danneggiare i filtri dell’aria.

Per montare correttamente la lama del tosaerba, prima di smontarla, vi conviene segnare, con un pennarello indelebile o con dello scotch, il lato della lama che dovrà essere rivolto verso l’alto.

Un errore molto comune è smontare la lama con superficialità per poi non rimontarla nel verso giusto. La parte affilata della lama deve puntare nella stessa direzione: segnate il verso giusto con un pennarello ancor prima di smontare la lama del tagliaerba e poi fate una foto da osservare al momento del montaggio.

Una volta prese queste precauzioni, afferrate la lama con una mano (al lato non tagliente) e con l’altra svitate il bullone centrale. Prima di svitare il bullone dovrete bloccare la lama rotante.

Come affilare la lama del tosaerba

Il modo ideale per realizzare una buona affilatura è bloccare la lama in una morsa da banco oppure fissarla con un morsetto a un cavalletto.

Come affilare la lama del tosaerba? Vi servirà una smerigliatrice con disco lamellare a trama sottile oppure una lima a mano non usurata.

Con l’affilatura andrete a ripristinare l’angolo di taglio ottimale. Ricordate che si affila solo la superficie superiore della lama. Mantenete il bordo della lama compatibile con quello presistente (in genere 0,4 – 0,6 mm).

L’angolazione per l’affilatura è il fattore cruciale per mantenere la lama in buona salute e garantire un taglio ottimale. Sono consigliate angolazioni di 30 – 40°. Se adottate un’angolazione di affilatura inferiore a 30° il taglio della lama sarà migliore e l’erba verrà tagliata in modo più netto… ma non privo di controindicazioni: l’affilatura durerà di meno e anche la lama sarà più soggetta a usura.

Angoli di taglio superiori ai 40° non restituiscono tagli netti e potete incorrere al rischio di strappi dell’erba piuttosto che di tagli veri e propri. La via di mezzo ottimale oscilla proprio tra i 30° e 40°.

Se utilizzate una mola a smeriglio (smerigliatrice) fate molta attenzione, la lima a mano è di certo più faticosa ma meno rischiosa: la mola a smeriglio, se passata troppo a lungo sullo stesso punto può usurare e rovinare la lama. Il movimento rotazionale veloce della smerigliatrice fa sì che il metallo raggiunga alte temperature in poco tempo, le alte temperature rovinano la lama di taglio minando le proprietà del materiale.

Manutenzione degli attrezzi da giardino

Se oltre al tosaerba disponi di una tagliasiepi o di un decespugliatore, potrebbero interessarti le nostre guide dedicate agli interventi di manutenzione degli attrezzi dedicati alla cura del giardino e del prato:

Pubblicato da Anna De Simone il 15 marzo 2016