Svezzamento cani: come fare

Svezzamento cani

Svezzamento cani, una pratica che richiede un rispetto dei tempi e una profonda sensibilità per capire come trattare i cuccioli e la madre. Ecco alcune indicazioni a livello informativo che necessitano una integrazione da parte di un esperto veterinario nel caso fortunato in cui ci trovassimo in prima persona a gestire lo svezzamento cani.



Svezzamento cani: come fare

In generale si può dire che ci pensa la natura a stabilire quando i cuccioli sono pronti per lo svezzamento, non c’è un timer che ci avvisa e nemmeno una schedulazione delle fasi di crescita di un cane. Possiamo però dire che mediamente lo svezzamento cani inizia attorno alle 3 settimane, momento in cui i cuccioli iniziano a mostrare interesse al cibo materno e a cercare di mettere il naso, e il muso, nella ciotola della loro mamma.

Può anche accadere che la madre cerchi di spingere i cuccioli allo svezzamento, allontanandoli quando chiedono il suo latte. Se non è ancora il momento, ma lei li allontana, possiamo utilizzare latte in polvere se i cuccioli non sono ancora pronti, oppure procedere allo svezzamento cani velocemente, chiedendo aiuto al veterinario.

Quando parliamo di svezzamento cani, nella pratica intendiamo l’iniziare ad offrire loro alimenti morbidi, crocchette di tipo puppy meglio se ammorbidite con l’acqua.  In questo periodo delicato, di cambio di regime alimentare, è bene prestare attenzione e verificare che il cucciolo cresca regolarmente, prendendo peso, e che sia attivo e vivace come un cucciolo è giusto che sia.

Meglio tenere un calendario per lo svezzamento cani dove segnare, senza diventare ossessivi, peso, note, passaggi fondamentali del nostro amico. Se il cucciolo piange molto, magari non sono solo capricci, meglio verificare con il veterinario che non abbia le sue buone ragioni.

Svezzamento cani

Svezzamento cani con latte in polvere

Come accennato, può capitare che la madre decida di iniziare lo svezzamento cani ma che sia a tutti gli effetti troppo presto. Il gap di giorni che ci separano dall’effettiva scadenza della dipendenza da latte materno può essere coperto con una buona scorta di latte in polvere. Sapendo bene che si tratta di una delle fasi più importanti nella vita di un cane, non dobbiamo badare a spese e procurarci il migliore. Se ne trova di ottima qualità anche on line, come questo “Beaphar Lactol Puppy Milk” disponibile in tre formati (250 gr; 500 gr; 1.5 kg)

Svezzamento cani: alimentazione

L’alimentazione è la parte più delicata e importante dello svezzamento cani ed è bene conoscere l’obiettivo finale in tal merito quando si inizia ad abituare il proprio cane a mangiare da adulto. Una dieta equilibrata deve contenere un 40% di proteine, un 40% di carboidrati e il rimanente 20% di verdure.

Queste percentuali sono indicative, non dobbiamo forzare troppo il nostro amico perché nel mondo canino come in quello umano ci sono gusti “personali” e preferenze. Ci sono razze che detestano le verdure, altre che non amano i carboidrati, i lupoidi non toccano né pane né zucchine mentre i cani da caccia non si fanno problemi di sorta.

Quando scegliamo delle crocchette per cani, man mano che diventano adulti, non scegliamo in base al prezzo perché spesso quelle economiche sono piene di grano e cereali, ma con pochissime proteine che sono invece essenziali. Quando, attorno alle sei settimane di vita, lo svezzamento cani termina e possiamo utilizzare al 100% cibo solido, dobbiamo continuare a vegliare sulle sue abitudini alimentari almeno per qualche settimana.

Impariamo a dare la pappa al cucciolo quando è calmo e seduto e a non abituarlo alla nostra presenza quando mangia, altrimenti la pretenderà sempre, ogni giorno, per tutta la sua vita. La ciotola dell’acqua deve essere lasciata a disposizione sempre, al contrario quella della pappa no, solo per 10-15 minuti. Evitiamo di dare al cane cibi fuori pasto e se non gli piacciono le crocchette, proviamo a insaporirle con qualche cucchiaio di scatoletta. Non continuiamo a cambiare marca e gusti, i cani tendono ad abituarsi e ad apprezzare la monotonia a tavola.

Svezzamento cani: pastore tedesco

Il pastore tedesco è un cane di carattere, un gran bel cane ma certo che va saputo educare in modo che cresca sano e ubbidiente. Ecco come crescerlo al meglio, prima di tutto conoscendolo bene.

Svezzamento cani: Jack Russel

Il cane di razza Jack Russel è simpatico e attento, intelligente e buono. Allevarne uno, svezzarne uno, è una esperienza appassionante e allo stesso tempo impegnativa. Il primo passo da fare è conoscerlo bene.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+, Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 16 marzo 2017