Suffumigi: cosa sono e come farli

suffumigi

Suffumigi, a qualcuno non suona famigliare, anche io non li ho mai chiamati così, ma so bene cosa sono e a cosa servono. Mi sto riferendo ai fumenti, da piccola li chiamavo familiarmente “i vapori”, incoraggiata dall’idea che si trattasse in fondo di uno dei rimedi della nonna.



 

 

 

Effettivamente lo è, ma ciò non toglie che anche oggi, con tanti prodotto “super” , resta tra le soluzioni migliori in caso di raffreddore, naso chiuso, tosse e mal di gola. Non si nasconde nessuno strano segreto, nulla di scientificamente complesso: i Suffumigi sono nella pratica del vapore acqueo che aiuta a liberare il naso sciogliendo il muco e agendo contro le infiammazioni alla gola. Se li aromatizziamo, con oli essenziali, la loro efficacia aumenta.

Suffumigi: cosa sono

Il momento dei Suffumigi è di solito la sera, quando abbiamo tempo da dedicare a queste inalazioni calde: prima di coricarci a letto aiutano a respirare meglio durante la notte e a risvegliarci con sempre meno fastidi, giorno dopo giorno, finché non guaririamo dal raffreddore o dalla tosse o da altri malanni invernali. Oltre ad essere efficaci, i Suffumigi sono molto facili da preparare: serve solo una pentola piena di acqua bollente e, se vogliamo affrettare i tempi, qualche “ingredienti segreto” assolutamente reperibile.

Suffumigi contro il raffreddore

Una aggiunta ai Suffumigi base, ottima per liberare le vie respiratorie, è la camomilla, consigliata anche come tisana: possiamo fare l’accoppiata. Per preparare i fumenti servono i fiori essiccati in una pentola con acqua bollente e possono risultare utili anche per otite forti legate al muco.

L‘eucalipto è un altro perfetto rimedio contro il raffreddore se usato per i Suffumigi e va bene anche per il mal di gola. C’è l’olio essenziale di eucalipto, da aggiungere: bastano 4 o 5 gocce, ai nostri Suffumigi serali: sonno tranquillo assicurato, e profumato.

suffumigi

Suffumigi contro la tosse

Uno degli ingredienti da aggiungere per potenziare l’effetto dei vapori è il Tea Tree Oil, prezioso perché “multitasking”: ha numerose proprietà curative e fa passare la tosse, che sia con muco o senza muco. Non tentenniamo, al primo freddo, al primo sentore di naso che cola, prepariamoci una bella pentola di acqua bollente con 5 gocce di olio essenziale di Tea Tree e durante la notte, niente tosse.

suffumigi

Suffumigi con bicarbonato

Una delle tipologie di vapori che conoscono anche quelli che non ne fanno mai uso, è quello al bicarbonato, quello classico della nonna, rimedio popolare e antico. Basta versare un cucchiaio abbondante di bicarbonato in una pentola d’acqua bollente, poi mescolare e … respirare. Naso chiuso, raffreddore, saranno solo un ricordo. Per conoscere a fondo i segreti dei Suffumigi col bicarbonato, leggete il nostro articolo.

Suffumigi: come si fanno

Non è affatto difficile fare i suffumigi, anzi, è più difficile pronunciare e scrivere correttamente questo nome che utilizzare la tecnica per guarire da un grosso raffreddore. Meglio peròaiutarsi con un inalatore, su amazon ce n’è uno molto intelligente e pratico a 8 euro.

suffumigi

Fiale per suffumigi

Ciascuno ha i suoi gusti ed è corretto che possa scegliere l’aroma da inalare che più gradisce, è importante però anche avere indicazioni sull’efficacia dei gusti di Suffumigi esistenti. Uno di quelli che più funziona, tra i miei preferiti, la miscela di oli essenziali che contiene Eucalipto, Cajeput, Pino e Rosmarino. Le fiale già pronte all’usa su Amazon sono acquistabili a 11 euro.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest

Ti potrebbero interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 29 ottobre 2016