Canfora: proprietà, impiego e controindicazioni

canfora proprietà

La canfora è una sostanza molto apprezzata da molti per il suo impiego in applicazioni medicinali; si estrae da una pianta e di solito viene impiegata per la cura di disturbi quali il raffreddore, l’infiammazione delle vie respiratorie e il naso chiuso.



Canfora, caratteristiche

Il nome scientifico della pianta deriva da Laurus Camphora, un albero dell’isola del Borneo, nel continente asiatico. Conosciuta in tutta Europa già dall’antichità, la canfora trova largo impiego non solo per curare alcune malattie ma anche come insetticida, antisettico e deodorante. E’ molto apprezzata soprattutto nella medicina tradizionale cinese e in quella ayurvedica.

L’odore, fresco e caratteristico, è immediatamente riconoscibile. La canfora pura non è reperibile in commercio, la troviamo invece in diverse forme:

  • Olio essenziale di canfora: viene impiegata per praticare i suffumigi, alleviare il dolore di stomaco e ridurre la colite
  • Crema all’estratto di canfora: viene impiegata nei massaggi per sciogliere le contratture.
  • Preparati alla canfora: per impieghi diversi.
  • Tavolette di canfora: come antitarme e deodorante per gli ambienti

Canfora, proprietà

La crema alla canfora è un potente mucolitico: può essere applicata sul petto per espettorare il catarro e favorire la scomparsa della tosse. Occorre però usarla con prudenza dato che alcune persone potrebbero esserne allergiche e sviluppare irritazione subito dopo la sua applicazione.

Un altro impiego è sotto forma di olio essenziale. Per una pulizia profonda dei pori della pelle del viso possiamo sfruttare le proprietà antisettiche e vasodilatatrici della canfora: basta diluire 6 gocce di olio essenziale in 50 grammi di una qualsiasi crema viso naturale e spalmare sul viso prima di andare a letto e al mattino prima di lavarsi. Questo composto è particolarmente indicato in caso di pelle acneica e tendenzialmente grassa. L’unguento di canfora è invece ottimo se applicato sulle punture di insetti, per le sue proprietà antisettiche e antinfiammatorie.

Olio essenziale di canfora, dove comprarlo

Potete comprare l’olio essenziale nelle più fornite erboristerie o mediante la compravendita online. Per completezza vi segnaliamo un prodotto dall’ottimo rapporto qualità prezzo, si tratta di un flacone da 10 ml di Olio essenziale di canfora puro al 100% della Naissance, proposto su Amazon al costo di 6,49 euro con spedizione gratuita. Il produttore è britannico ed è popolare per impiegare esclusivamente materie prime naturali.

A prescindere da dove comprerete l’olio di canfora e dal suo prezzo, assicuratevi di scegliere un prodotto puro al 100% e non adulterato. In aromaterapia, l’efficacia di un trattamento dipende interamente dalla qualità del prodotto impiegato.

Controindicazioni all’uso della canfora

In genere le tavolette  reperibili in commercio non sono pericolose, dato la bassa concentrazione di tale sostanza è così bassa. Se però la canfora viene ingerita, è molto tossica, può anche essere letale. Anche inalare la canfora può essere molto pericoloso, ma soltanto se avviene in dosi massicce. I sintomi da avvelenamento sono: vomito, nausea, palpitazioni, agitazione eccessiva, convulsioni, allucinazioni, collasso.

E’ preferibile utilizzarla per brevi periodi e con moderazione onde evitare effetti spiacevoli. Il suo impiego non è raccomandabile sui bambini, sulle donne in gravidanza o durante l’allattamento, su persone che soffrono di epilessia o di Parkinson.

La canfora non va assolutamente applicata su:

  • Ferite aperte
  • Graffi
  • Pelle delicata
  • Narici
  • Pelle del viso

La canfora non aiuta perdere peso!

Su internet molti blog scrivono che l’assunzione della canfora aiuta a perdere peso in quanto allontana l’appetito e consente di eliminare acqua attraverso l’urina e la traspirazione. Non esistono studi medici seri che confermano l’impiego della canfora nelle diete dimagranti e, soprattutto, le dosi necessarie per ottenere tale effetto sono pericolose.

Come si usa la canfora?

Abbiamo già precisato che la canfora va utilizzata in piccole quantità, in ogni caso è bene seguire sempre le indicazioni consigliate dalla confezione. Può essere usata in molti modi:

  • Diluita in olio d’oliva per alleviare i dolori reumatici
  • Diluita nel sapone neutro contro l’artrite.
  • In acqua calda per fare suffumigi.
  • Sciolta nella crema contro i dolori muscolari

La canfora nelle pulizie domestiche

L’olio essenziale di canfora può essere utilizzata per disinfettare il pavimento: basta aggiungere qualche goccia di olio nell’acqua inoltre può essere utilizzata per disinfettare tende, tappeti e coperte, basta versare qualche goccia in un nebulizzatore pieno d’acqua. E’ anche un valido rimedio naturale contro le tarme negli armadi.

Ti potrebbe interessare anche Suffumigi: cosa sono e a cosa servono

Pubblicato da Anna De Simone il 10 febbraio 2016