La Stampa 3D spopola in ogni settore

La naturale evoluzione della stampante 2D inizia a diffondersi con successo. La stampante 3D sta raccogliendo i frutti della sua popolarità in diversi settori. Lo abbiamo visto in pasticceria con la produzione di splendidi biscotti dalle forme particolari, nel settore energetico con le rinnovabili, in ingegneria con la realizzazione di un robot dalle sembianze umane e nella pratica quotidiana, con la produzione di utensili grazie a progetti per stampa 3D preconfezionati da scaricare online.

Oggi la stampante 3D debutta in ambito sportivo e lo fa con lo snowboards. La maggior parte delle tavole da snowboard sono realizzate in legno, resina e altri materiali plastici. Utilizzando la nuova tecnologia della stampante 3D lo studio americano Signal ha realizzato unao snowboard con materiali a base di polvere di carbone.

Il fondatore di Signal, Dave Lee, insieme all’ingegnere Jeb Ferria, ha realizzato un progetto in CAD e dopo una volta terminati gli accorgimenti digitali ha dato il via alla stampa 3D. Il risultato non consiste in un fascicolo di fogli di carta ma in vari componenti che una volta uniti hanno formato uno Snowboard. Le cartucce impiegate per la stampa erano dei grossi blocchi di polvere di carbone.

Ma quanto costa una stampante 3D?
Negli ultimi anni il prezzo delle stampanti 3D è crollato.
Su alcuni portali di “crowd funding”, sono state offerte stampanti 3D innovativissime a costi inferiori dei 2.500 euro; ma non bisogna spendere così tanto per una stampante 3D, dei kit più semplici per la stampa 3d sono reperibili anche a meno di 1000 euro, ne è un esempio il “PLOTTER – 3D RAG/K” disponibile su ebay italia a 871 euro. I primi modelli di Stampante 3D possono essere acquistati per una cifra di 300 euro.

Pubblicato da Anna De Simone il 26 marzo 2013