Serotonina naturale: alimenti

Serotonina

Serotonina, se non la conoscete, peccato, perché è influente. Influisce in particolare sull’umore, sull’appetito e sul sonno. E’ contenuta in particolari alimenti ed è necessario che i suoi valori nel nostro sangue rientrino in particolari limiti. Ha quindi un ruolo particolare nell’andamento della nostra vita, da approfondire e farne tesoro.

Serotonina: cosa è

La serotonina è un neurotrasmettitore, lo troviamo sopratutto nel tratto gastro-intestinale dove regola la digestione. Non solo, è ben presente anche nel sistema nervoso centrale ed è essenziale perché regolare l’umore, il sonno, l’appetito, l’apprendimento e la memoria. Un altro importante ruolo che questo neurotrasmettitore ha nel nostro corpo è quello che gioca nella formazione delle ossa.

Serotonina alta

Se è alta, l’umore è alto. Semplice, no? E funziona più o meno così, infatti è anche chiamata ormone del buonumore e quando nel sangue è presente a livelli buoni, siamo molto”up”. Di solito un valore di questo neurotrasmettitore, per essere adeguato, deve essere compreso tra 101 e 283 ng/ml, provate a fare un esame del sangue per scoprire il vostro livello di felicità e magari approfondire se è proprio la carenza di Serotonina a causare depressione, attacchi di panico, emicrania, ipertensione e insonnia.

Serotonina

Serotonina naturale

Quella che è considerata in assoluto un vero e proprio rimedio naturale contro il malumore è la griffonia. Si tratta di una leguminosa spesso utilizzata e consigliata da chi è esperto di pratiche erboristiche, quando si presentano casi in cui serve alzare i livelli.

La griffonia contiene una sostanza specifica: il 5-idrossitriptofano, un precursore della serotonina, per questo si parla di questa pianta come di Serotonina naturale, ne troviamo in giusta quantità in comodi preparati erboristici che contengono spesso e volentieri anche passiflora e melissa.

Serotonina e dopamina

Se sentiamo parlare di dopamina e di serotonina nello stesso momento, e magari anche di ossitocina e di endorfine è per via del fatto che proprio queste quattro sostanze sono responsabili del nostro buonumore. Se innescati da eventi, parole o sensazioni, poi decidono quanta felicità farci provare in un tal momento.

Apriamo quindi una parentesi sulla dopamina. E’ proprio questo neurotrasmettitore a spingerci ad agire verso obiettivi, desideri e bisogni e man mano che raggiungiamo dei risultati, ci dà un impulso che ci porta a proseguire sulla via del successo. Quando la dopamina è bassa, tendiamo al contrario a procrastinare e sentirci insicuri, demoralizzati e incapaci di entusiasmarci.

Per aiutare la dopamina a svolgere il proprio compito “incoraggiante”, possiamo mettere in atto delle strategie, come quella di dividere grandi obiettivi in piccoli pezzi in modo da poter gioire e caricarci di voglia di fare ad ogni micro traguardo raggiunto. E’ il miglior modo per proseguire convinti verso il successivo.

Serotonina

Serotonina negli alimenti

Ci sono numerosi alimenti che hanno a che fare con la Serotonina ma alcuni possono essere considerati delle vere fonti di questo neurotrasmettitore come ad esempio il cacao e il cioccolato fondente, le noci, i kiwi, le ciliegie visciole, i pomodori, le banane e le prugne. Al contrario chi non vuole far crollare i propri livelli di Serotonina è meglio che non esageri con la caffeina e le bevande energetiche che ne sono spesso ricche.

Un altro consiglio è quello di sostituire ai carboidrati semplici (pane bianco, riso bianco, dolci e snack da forno industriali) i carboidrati complessi che, essendo composti da cereali integrali, fanno incrementare i livelli di serotonina.

C’è poi una categoria di cibi che non contengono direttamente la S. ma la producono partendo dal triptofano, essi sono uova, latte e latticini, carne e salmone e anche alga spirulina disidratata, semi di soia, semi di sesamo e di girasole.

Serotonina integratori

Può capitare che, sempre sentendo un medico esperto, ci venga consigliato di assumere un integratore: mai decidere di testa propria, perché ci sono degli effetti collaterali da non sottovalutare che possono a sorpresa variare da una banale sonnolenza fino alla ben più sgradevole sindrome da serotonina che si traduce in uno stato di ansia, febbre e irrequietezza.

Su Amazon, dopo aver consultato un medico, un integratore di serotonina, a 20 euro, utile per chi soffre di sbalzi d’umore, ansia, depressione, mal di testa, emicrania, sindrome premestruale e disturbi del sonno.

Serotonina

Prima di affidarci ad un integratore, facciamo un check del nostro stile di vita verificando sia l’alimentazione sia l’attività fisica che, se regolare, ci permette di rilasciare serotonina oltre che di restare in forma. Questo non significa diventare degli alienati di palestra ma di dedicare una mezzora al giorno per camminare, meglio se all’aria aperta, e magari di valutare l’idea di iscriversi ad un corso di yoga e di meditazione visto che lo stress e la Serotonina sono molto legati.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 9 dicembre 2016