Dormire sul lato sinistro: significato

Dormire sul lato sinistro

Dormire sul lato sinistro è una abitudine che molti hanno, ed è una bella abitudine a sentire gli esperti, esperti del sonno, si intende, e non gli esperti dormiglioni. Al di là delle ore di relax a letto che ci concediamo, e a ciò che sogniamo, sembrerebbe che dormire sul lato sinistro è meglio che sul destro. Le ragioni non sono politiche e men che meno estetiche, non sono legate al feng shui ma ai benefici di cui possiamo godere se scegliamo di dormire sul lato sinistro. E’ noto a molti che non siamo esseri simmetrici, se ci voltiamo da un lato piuttosto che dall’altro coricandoci a letto, possiamo allungarci la vita senza alcuna fatica. Non è assicurato ma vale la pena di provare.



In casi di bruciori di stomaco e di abitudine a russare, ad esempio, dormire sul lato sinistro può risultare un rimedio, utile anche per respirare meglio, per non parlare di quando si hanno dolori al collo e mal di schiena. Attenzione al lato che appoggiate al letto.

Dormire sul lato sinistro in gravidanza

Quando si attende un bambino, soprattutto quando si è agli sgoccioli, è caldamente consigliato dormire sul lato sinistro per via della circolazione. Questa postura infatti crea dei benefici in tal senso e fa in modo che l’utero non provochi troppa pressione sul fegato, migliora il flusso del sangue verso l’utero e i reni. Per le donne in gravidanza anche la schiena è sempre molto delicata e dormire sul lato sinistro dà sollievo, alleviando i dolori.

Dormire sul lato sinistro

Dormire sul lato sinistro: significato

Se può sembrare una strampalata trovata moderna, non è così: dormire sul lato sinistro è consigliato anche nell’antica medicina tradizionale indiana, perché facilita il drenaggio linfatico, migliora la circolazione del sangue verso il cuore e favorisce l’eliminazione delle tossine.

La digestione avviene meglio se si dorme sul fianco sinistro, il flusso della bile viene facilitato e noi riusciamo ad eliminare le tossine più facilmente grazie ad un migliore coinvolgimento del sistema linfatico, fondamentale per disintossicare il nostro corpo. Molto legata al lato sinistro anche la milza che, guarda caso, è parte del sistema linfatico, il suo compito è quello di filtrare il sangue e se dormiamo sul lato sinistro la affatichiamo meno.

Dormire sul lato sinistro: reflusso

Se assumiamo una corretta posizione dormendo, facilitiamo il processo di digestione evitando che si verifichino reflussi notturni estremamente fastidiosi e a volte anche pericolosi. Questo perché quando dormiamo sul lato sinistro è più fluido il passaggio degli scarti della digestione attraverso l’intestino, in particolare verso il colon discendente.

Ecco quindi, dopo una notte “di sinistra”, svegliarci in gran forma. Addirittura c’è chi consiglia di sdraiarsi sul fianco sinistro per 10 minuti dopo i pasti, anche se non è sera, 10 minuti 10 solo per aiutare il corpo a digerire correttamente il cibo, con stomaco e pancreas nella posizione ideale.

Dormire sul lato sinistro

Dormire sul lato sinistro o destro

Ci sono delle eccezioni da non tralasciare, quando si tratta di scegliere su che lato addormentarsi. Il lato sinistro è da preferire nella maggior parte dei casi ma non nel 100% dei casi. Non però se si tratta di persone che hanno avuto un infarto e ai problemi cardiaci.

In generale resta un consiglio, quello di dormire sul lato sinistro, perché la cosa più importante è che ciascuno di noi dorma serenamente. Può aiutare la federa giusta, simpatica e fresca, come ad esempio questa, di coppia, a 24 euro, ottima anche come regalo per un anniversario o per San Valentino.

Dormire sul lato sinistro

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+, Instagram 

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 18 marzo 2017