Segugio Posavatz: allevamenti e cuccioli

segugio posavatz

Segugio Posavatz, un segugio croato e di antichissime origini, che purtroppo fuori dal suo Paese è ancora poco noto rispetto a tanti suoi colleghi. Eppure non ha nulla di meno di loro, anzi, probabilmente lo invidiano per come caccia la lepre e il cinghiale.



Iniziamo a farne la conoscenza, in attesa che arrivi anche in Italia dove già almeno un allevamento lo ospita. Robusto ma di taglia media, il Segugio Posavatz ha una ossatura leggera ma che non compromette affatto le sue performance di appartenente al Gruppo 6, quello dei segugi e dei cani per pista di sangue.

Segugio Posavatz: caratteristiche

Proporzionato e solido, questo cane ha un tronco medio e squadrato e degli arti perfettamente che non solo gli regalano una andatura spedita ma anche una eccellente spinta. Dotato di una muscolatura asciutta, il suo fisico termina con una coda che sembra un prolungamento del dorso, andandosi ad assottigliare sempre di più: la porta a sciabola, ricoperta di soffici peli.

La testa di questo segugio è decisamente la classica testa del braccoide, proporzionata, e termina con un tartufo sempre di colore nero e con narici ben aperte. Le orecchie sbucano ma subito sono pendenti lungo le guance, piatte e con punte arrotondate mentre gli occhi spiccano per come sono grandi e di colore scuro. Il Segugio Posavatz ha uno sguardo profondamente intelligente e lo è.

segugio posavatz

Segugio Posavatz: cuccioli

Piccoli ma non troppo, i cuccioli di Segugio Posavatz arriveranno da adulti a misurare 50 cm al garrese, se maschio, mentre 48 o poco meno se femmina. Fin da piccolo questo cane ha il pelo “definitivo” e si tratta di un pelo lungo 3 cm, denso e piatto, sul ventre leggermente più lungo come anche sui bordi posteriori degli arti e sul lato inferiore della coda.

Se stiamo cercando un cucciolo di Segugio Posavatz, non speriamo di trovarlo marrone o color cioccolato, perché le sfumature previste dallo standard sono quelle del formentino rossastro. Sul un fondo così, possiamo poi trovare anche macchie bianche, nella zona della testa, ad esempio, e spesso a forma di stella oppure di linee o forme più estese.

Una particolarità di questo cane, non solo sua, ma di certo che nel suo caso salta all’occhio, è la presenza frequente di una sorta di collare formato dal pelo bianco e che si prolunga sulla pettorina, sotto il ventre, sulla parte inferiore degli arti e sulla punta della coda.

segugio posavatz

Segugio Posavatz: carattere

Intelligente, l’ho già anticipato, ma non solo intelligente, anche abile, veloce, ubbidiente e dolce. Non è un cane senza difetti ma ha certamente un buon carattere. Certo non va affatto bene per padroni pigri perché è e resta un segugio creato per essere un resistente cacciatore di lepri e caprioli. Oltretutto è un grande abbaiatore, grintoso, allegro, che vuole sempre giocare o andare a cacciare.

Possiamo tenerlo in famiglia e con i bambini è un cane responsabile e delicato, non richiede particolari attenzioni se non le passeggiate all’aria aperta. Come quasi tutti i segugi, nati per correre nel verde.

Segugio Posavatz: allevamenti

Anche se non molto comune in Italia, il Segugio Posavatz al contrario di altri segugi, è allevato. In Molise, in provincia di Isernia, c’è l’unico allevamento che ad oggi ENCI riconosce ufficialmente per questa razza e lì viene allevata assieme a quella di un’altro segugio, quello d’Istria, a pelo raso.

Segugio Posavatz da cinghiale

Anche se la sua specialità è la lepre, questo cane è dedito anche al cinghiale, al suo inseguimento. Si tratta sempre di pratiche che risalgono alle sue origini, conservate a seconda dell’ambiente in cui il cane si trova a vivere.

Certo, il cinghiale e la lepre erano sue prede in patria, dove è chiamato Posavski gonic anche se nel 1955 era stato registrato come “Segugio del bacino di Kras”. Oggi è ufficialmente Segugio Posavatz o “Segugio della valle della Save”, perché si ricordi da dove arriva, anche se, come segugio, dovrebbe non perdere le proprie tracce.

segugio posavatz

Segugio Posavatz: prezzo

Per conoscere il prezzo di un cucciolo di Segugio Posavatz conviene rivolgersi direttamente all’allevamento italiano che ne tiene degli esemplari, per darvi un’idea, non dovrebbe essere meno di 500 euro, ma neanche molto di più. I difetti più frequenti per questa razza sono una andatura scorretta, le orecchie portate male, il tartufo depigmentato, la coda torta, o un carattere aggressivo o timido.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest  

Articoli correlati che potrebbero interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 14 settembre 2016