Sale blu di Persia

Sale blu di Persia

Sale blu di Persia: composizione, proprietà e consigli all’uso. Tutte le informazioni sul sale blu persiano. Dove comprarlo, prezzo e origini.

Al pari del sale rosa dell’Himalaya e del sale nero indiano, il sale blu di Persia è di tipo roccioso. E’ estratto dalle miniere nella zona geografica dell’Iran. Il suo colore è legato alla presenza di oligoelementi intrappolati nella particolare struttura cristallina del cloruro di sodio.

Sale blu di Persia, si tratta di un sale naturale?

Sì, al pari del sale rosa dell’Himalaya, il sale rosso delle Hawaii e il sale grigio bretone, anche il sale blu è del tutto naturale. Il colore del sale è legato alla presenza di oligoelementi depositati, negli anni, nella struttura cristallina del sale.

Non si tratta di sale marino ma di sale roccioso, cioè estratto da un giacimento dove un tempo sorgeva un bacino idrico.

Se per il sale grigio e per il sale rosso delle Hawaii il colore è legato al processo di cristallizzazione avvenuto a stretto contatto con argille naturali, il sale blu di Persia si è formato con un processo di cristallizzazione spontaneo.

Viene estratto dai resti dell’antico lago salato di Semnan, nell’attuale Iran. Il suo colore è legato alla presenza di cloruro di potassio.

Sale blu di Persia, composizione chimica

Al pari del classico sale da cucina, il composto molecolare principale è il cloruro di sodio. Per questo motivo è sconsigliato a chi soffre di ipertensione arteriosa o chi vuole contrastare la ritenzione idrica. Al contrario del classico sale da cucina composto solo da cloruro di sodio (o al massimo arricchito artificialmente da iodio), il sale blu di Persia contiene: potassio, calcio e magnesio.

Sale blu di Persia, usi in cucina

Il sale blu di Persia è considerato particolarmente adatto per salare pietanze altrettanto pregiate, vale a dire frutti di mare e tartufo. Si può usare al pari del classico sale da cucina ma è particolarmente indicato per preparare:

  • pesce
  • tartufo
  • frutti di mare
  • carni
  • verdure al vapore
  • insalate
  • dolci con cioccolato bianco
  • burro
  • impasto di pane e di pizze
  • brodo

Grazie al suo colore, viene usato per guarnire i piatti per ottenere un effetto scenografico, soprattutto su carni bianche.

Il suo sapore è condizionato dai composti minerali che arricchiscono la struttura cristallina del cloruro di sodio. Ha un sapore più delicato del classico sale da cucina, con una nota minerale.

Il sale rosso delle Hawaii ha un sapore legato alla massiccia presenza di ossidi di ferro. Il sale nero indiano ha un sapore condizionato fortemente dai composti solfuri in esso contenuto (zolfo). Il sale blu persiano deve i suoi “puntini blu” al potassio che ne detta una meno marcata sapidità, una maggiore leggerezza e una punta di dolcezza.

Sale blu di Persia, prezzo e dove trovarlo

Il sale blu di Persia è tra i tipi di sale più pregiati e questo fattore ha un impatto anche sul prezzo.

Per capire la pregevolézza di questo tipo di sale colorato vi basterà pensare che ogni anno se ne producono solo 100 tonnellate. Il prezzo? Un solo kg di sale blu di Persia si può comprare al costo di quasi 40 euro.

Dove comprarlo? Nei negozi di alimentari più forniti o sfruttando la compravendita online. Su Amazon, non mancano simpatiche confezioni regalo che propongono diversi tipi di sale colorato tra cui anche quello di Persia, mentre una confezione da 100 grammi si compra con 4,68 euro. Per tutte le informazioni vi rimando alla “pagina ufficiale Amazon” dedicata al sale blu di Persia.

 

Pubblicato da Anna De Simone il 19 agosto 2017