Risparmio sul riscaldamento

risparmio riscaldamento

Trucchi e consigli per garantirsi un buon risparmio sul riscaldamento nei mesi invernali. Ecco come riscaldare casa risparmiando.

Tutti ambiscono al risparmio sul riscaldamento domestico, eppure sono poche le persone interessate a temi come l’efficienza energetica, la coibentazione degli edifici e l’uso responsabile delle risorse… molto male, perché il risparmio sul riscaldamento è la sintesi di questi tre fattori. In una casa ricca di dispersioni termiche, la ricerca del risparmio sul riscaldamento sarà davvero difficile.

Per risparmiare sul riscaldamento non bisogna lasciare nulla al caso. In questo articolo vedremo suggerimenti su come risparmiare sul riscaldamento, sia se hai a disposizione un impianto a metano, sia se adoperi le vecchie (e costose!) stufe elettriche.

Fai valere i tendaggi

Se hai finestre esposte a sud, durante le ore di sole, apri le persiane e sfoggia un paio di tende scure. Massimizza l’esposizione solare della casa, questo potrebbe significare anche tagliare un albero sempreverde che crea ombra alla casa. L’ideale, per sfruttare al meglio la vegetazione, sarebbe piantare un albero caducifoglie che perde la vegetazione in inverno lasciano penetrare i raggi solari, e riacquista le foglie in estate fornendo preziosa ombra alla casa.

Utilizza un doppio paio di tende, nel vero senso della parola: comprate due tende scure. Raddoppiando le tende incrementerai l’isolamento dell’infisso e scegliendo tonalità scure riuscirai ad assorbire più calore. Se vuoi evitare di montare due tende, puoi scegliere delle tende termiche studiate appositamente per assorbire calore dal sole e rilasciarlo nella stanza. Non sono molto costose, per esempio, una Tenda termica isolante e oscurante è proposta al prezzo di 26,99 € su Amazon. Questi tendaggi possono essere montati anche per le finestre esposte al nord, da tenere chiusi giorno e notte (dato che su queste finestre non batte mai il sole).

Il termostato 

Se il consiglio precedente è valido universalmente, sia per chi ha un impianto di riscaldamento centralizzato, sia per chi punta al risparmio sulle stufe elettriche, l’impiego di termostato e cronotermostato è dedicato solo a chi ha termosifoni o impianti di riscaldamento centralizzati.

Se esci di casa, non lasciare i termosifoni accesi! Piuttosto attivali a distanza, poco prima del tuo rientro con il termostato Nest o programma l’orario di rientro (e di accensione) con un cronotermostato.

Termoconvettori – stufe elettriche

Se usi vecchie stufe elettriche o hai locali privi di termosifoni, valuta l’installazione di un termoconvettore facendo una ricerca nel web, anzi, puoi partire da qui: termoconvettori: vantaggi e svantaggi.

C’è chi associa le stufe elettriche ai bei tempi andati della casa-universitaria e c’è chi deve farci ancora i conti, di inverno in inverno. Se hai delle stufe elettriche datate, mandale in pensione. I progressi degli ultimi anni, in ambito di efficienza energetica, sono notevoli e una stufa elettrica, oggi, ti consente un buon risparmio in bolletta.

Umidificatori 

Se in casa hai problemi di muffa, non farlo! Anzi, ti servirà un deumidificatore. Al contrario, se tendi ad avere spesso labbra screpolate e al mattino di alzi con la gola secca, forse è il caso di usare un umidificatore. Alzando i livelli di umidità, la temperature percepita dal corpo sarà più alta così potrai abbassare l’intensità del riscaldamento.

Elimina gli spifferi 

L’anello debole della coibentazione domestica sono porte e finestre ma gli spifferi possono nascondersi anche in zone inaspettate: controlla le prese elettriche, le tubature idrauliche e la ciminiera di cappa e camino! Se ci sono spifferi, eliminali seguendo i suggerimenti che troverai nella mia guida: come eliminare gli spifferi di porte e finestre.

La manutenzione

Non dimenticare di prestare la giusta manutenzione al tuo sistema di riscaldamento. In particolare, potrai trovare suggerimenti specifici nelle mie guide:

Per non essere vittima del freddo, anche l’alimentazione fa la sua parte. La cucina macrobiotica può essere un’ottima alleata: prediligi stufati, tisane e pasti caldi. Evita di ingerire bevande e alimenti freddi. Anche questo ti aiuterà a sopportare il freddo invernale senza aumentare l’intensità del riscaldamento.

Se ti è piaciuto il mio articolo su come risparmiare sul riscaldamento puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 9 ottobre 2015