Termostato Nest: prezzo, recensione e guida all’installazione

termostato nest prezzo
Il risparmio energetico prende il nome di un prodotto alla moda e amato da tutti, Nest, il termostato wifi che funziona come un cronotermostato intelligente.
In questa pagina vedremo: come installare il termostato Nest in casa, la configurazione internet wifi, il collegamento alla caldaia, l’applicazione per smartphone e la recensione completa del prodotto.

Termostato Nest

Il termostato Nest lo conosciamo tutti! La foto del termostato Nest e dei suoi componenti è mostrata in alto, dove appaiono addirittura le quattro viti di montaggio e la placchetta per il fissaggio alla parete.

Anche se il Nest è arrivato sul mercato statunitense nel 2012, questo dispositivo è stato reso compatibile per le reti elettriche italiane solo nell’aprile del 2014.
Il termostato Nest in Italia può essere installato senza alcun problema e ora vediamo come.

Come installare il termostato Nest in Italia

Nest si collega alla caldaia mediante un “contatto pulito“. La confezione d’acquisto contiene un dispositivo chiamato HeatLink (quello bianco quadrato mostrato nella foto in alto), che è un a sorta di connettore-trasformatore alimentato a 230V (dalla nostra rete elettrica) che porta la tensione a 24 V per alimentare il termostato vero e proprio, quindi non dovete mai collegare il termostato Nest direttamente alla rete elettrica domestica in quanto si brucerebbe.

L’HeatLink fa da ponte tra la caldaia e il termostato Nest consentendo il passaggio dei dati riguardo la temperatura e la gestione della caldaia. Dall’HeatLink dovrebbero uscire due cavi diretti al termostato vero e proprio (quello dall’interfaccia tonda!) e altri due cavi da collegare ai morsetti della caldaia, corrispondenti al contatto pulito di “accensione”. La nostra recensione di Nest parla chiaro: si tratta di un dispositivo moderno, dall’interfaccia utente semplice e non troppo difficile da installare.

L’installazione vera e propria è alla portata di tutti, consigliamo di installare l’HeatLink non troppo distante dalla caldaia. Il problema insorge nel collegamento dei cavi elettrici che avrà bisogno di una canalina per “nascondere” i fili nel muro, qui chi non è abbastanza pratico farebbe meglio ad affidarsi all’elettricista di fiducia, il lavoro è dei più semplici quindi anche a buon mercato.

Il termostato Nest è venduto a seguito di un manuale utente molto esaustivo, sia nello spiegare i dettagli dell’installazione Nest, sia nello spiegarne il funzionamento e la configurazione con il collegamento a internet wifi.

Come configurare il termostato Nest

Al momento della prima accensione, sei i collegamenti sono stati eseguiti bene, il termostato vi chiedere di eseguire la prima configurazione. Le lingue disponibili per la configurazioni di Nest sono: inglese, francese e spagnolo… non c’è l’italiano ma i passi da eseguire sono facili e ve li spieghiamo noi, con la nostra recensione!

Per configurare Nest dovrete far roteare la ghiera metallica posta sulla circonferenza del dispositivo. Questa fase è semplice, dovreste infatti inserire il luogo in cui si trova il termostato (questo nome viene usato per identificare il dispositivo al momento del lancio dell’applicazione, utile se intendete installare diversi termostati Nest), il tipo di riscaldamento presente in casa (a gas, elettrico, radiatore, a pavimento….), fino ad arrivare a inserire le credenziali Wifi di casa; Nest è un termostato wifi a tutti gli effetti, infatti comprare Nest è consigliato solo a chi vuole utilizzare il termostato attraverso internet.

E’ proprio attraverso internet che il termostato riceverà gli aggiornamenti software, le previsioni meteo per regolare attivamente il riscaldamento e tutti i comandi inviati dall’applicazione per smartphone, tablet e PC.

termostato nest prezzo

In più, con il passar dei giorni, Nest imparerà a conoscere le nostre abitudini e con i dati raccolti creerà un programma personalizzato dal funzionamento analogo a quanto visto per il cronotermostato: Nest spegnerà il riscaldamento quando uscirete di casa e lo riaccenderà poco prima del vostro arrivo per farvi trovare l’ambiente domestico alla vostra temperatura preferita.

Dall’applicazione per smartphone, tablet e Pc/Mac, sarà possibile conoscere tutti i dettagli sull’impiego del riscaldamento in casa così da consentirvi di ottimizzare ulteriormente i consumi.

Termostato Nest, Prezzo

Al momento dell’acquisto, assicuratevi che la vostra caldaia sia compatibile con il collegamento richiesto dal termostato Nest, proprio come spiegato nella nostra recensione. Altra premura, assicuratevi di comprare la versione di Nest per l’Europa e quindi compatibile con le reti domestiche presenti qui in Italia. La versione UK (Regno Unito) è compatibile con le reti elettriche italiane sfruttando i consigli segnalati in precedenza.

Il prezzo da sborsare per portare a casa il termostato Nest è di circa 225 euro. Vi rimandiamo al link su Amazon, dove il Nest – Termostato auto-programmante Europa è proposto al costo di 226 euro.

Aggiornamento:
il venditore ha inserito la versione “Regno Unito” con adattatore a tre spine. Il cavo britannico dovrà essere sostituito con una presa elettrica italiana con ingresso USB come quella che si usa per caricare gli smartphone e mostrata nella foto in alto. Come premesso, per l’impiego in Italia, nella confezione d’acquisto è fornito il un dispositivo chiamato “HeatLink”, si tratta di una sorta di trasformatore, alimentato a 230V che in uscita porta la tensione a 24V e va collegato direttamente al Nest.

Netatmo o Nest?

Se siete indecisi tra l’acquisto del Netatmo o del Nest vi invito a leggere la recensione del Netatmo in cui mettiamo a confronto i due dispositivi. Premetto che il Netatmo si installa molto più facilmente ma è dotato di una tecnologia touchscreen poco appetitosa. Tutti i dettagli nella pagina: Netatmo, recensione e installazione del termostato.

Pubblicato da Anna De Simone