Risparmiare energia in casa

Le strategie per operare un risparmio energetico sono numerose. Dal risparmio energetico legato al riscaldamento a quello per gli elettrodomestici. Si parla di risparmio energetico anche quando si riduce il consumo di carburante. Vediamo il decalogo delle regole necessarie per risparmiare energia in casa senza fare alcuna rinuncia.

Per risparmiare sulla bolletta elettrica si può agire in diversi modi, in passato abbiamo visto come risparmiare energia elettrica con un uso adeguato degli elettrodomestici. Oggi invece partiamo subito con le dieci regole per risparmiare energia in casa, senza fare rinunce.

  1. Il riscaldamento in casa: impostate la temperatura intorno ai 19 °C. Questa è la temperatura ideale per gli ambienti domestici, inoltre di notte, quando siamo a letto, possiamo abbassare la temperatura di tre gradi senza risentire di questa variazione. Ogni volta che aumentiamo la temperatura di un grado, i consumi salgono vertiginosamente e gravano poi sulla nostra bolletta.
  2. E’ molto utile utilizzare un cronotermostato che consente di impostare un programma orario così da far calare la temperatura in automatico quando si raggiunge una certa soglia. Quando in casa c’è troppo caldo, aprire la porta o la finestra non farà altro che dissipare calore e quindi consumare energia elettrica inutilmente.
  3. Controllate le porte e le finestre, adoperate degli appositi cuscinetti per limitare gli spifferi d’aria. L’isolamento termico è il più grande alleato del risparmio energetico tanto che in base a esso si assegnano le classi energetiche degli edifici.
  4. Quando volete “cambiare aria”, non lasciate la finestra semi aperta per tempi lunghissimi. Per una corretta areazione vi basterà spalancare totalmente la finestra per pochi minuti. In media, si può affermare che un ricambio d’aria completo, in una stanza, può avvenire in circa 3 minuti.
  5. Per mantenere una temperatura, è bene riscaldare o raffreddare ogni singola stanza. Tenere la porta della cameretta aperta e il termosifone del corridoio acceso, non aiuterà molto. Ogni stanza dovrebbe avere il suo riscaldamento/raffreddamento autonomo.
  6. Per evitare sprechi si possono installare valvole elettroniche o termostatiche. Le più efficaci sono quelle elettroniche che vanno installate sui termosifoni per mantenere la giusta temperatura in ogni camera dell’abitazione, così da non consumare inutilmente elettricità.
  7. Consultate il regolamento della vostra zona climatica. Ogni area climatica segnala un periodo dell’anno e un totale di ore massime per l’utilizzo dei riscaldamenti. Assicuratevi di non sforare queste ore e di utilizzare il riscaldamento solo nei periodi indicati.
  8. Se la caldaia si rompe, invece di aggiustarla considerate l’acquisto di una caldaia ad alto rendimento. Per risparmiare energia possono essere utilizzate anche caldaie a condensazione e pompe di calore.
  9. Prendetevi cura dei radiatori sfiatando periodicamente l’aria da essi.
  10. Non solo i radiatori vanno sfiatati periodicamente. Non dimenticate di fare i dovuti lavori di manutenzione della caldaia. Alcuni controlli sono previsti anche dalle normative vigenti così da assicurarsi un corretto rendimento della caldaia ma anche una maggiore sicurezza domestica.

Un altro nostro articolo correlato che potrebbe interessarti è: Cronotermostato Wireless.

Pubblicato da Anna De Simone il 21 marzo 2012