Feng Shui: l’architettura del benessere

giardino feng shui

Il mondo dell’immobiliare italiano è poco concentrato sul Feng Shui, eppure questo tipo di arredamento ha fama di riuscire a influenzare la salute psichica e fisica dell’uomo. Il Feng Shui è un’antica arte taoista cinese e i suoi principi, applicati all’architettura e all’arredamento, dovrebbero conferire energie positive agli ambienti. La filosofia su cui si basa il Feng Shui  verte sul concetto -molto sensato- che le nostre vite sono profondamente influenzate dal nostro corpo e dalla fisicità che ci circonda.

Se ci circondiamo di simboli negativi, il disprezzo e l’indifferenza diventeranno padroni della nostra vita, al contrario, applicando i principi del Feng Shui, armonia  e serenità prenderanno il sopravvento proprio perché ogni camera e ogni costruzione sarà colma di dolcezza, gentilezza, simpatia… tutto incorniciato dal pieno equilibrio con la Natura e la Madre Terra. E’ per questo che il Feng Shui può sposarsi perfettamente con la bio edilizia: molto spazio è dato all’illuminazione naturale, al rispetto per la natura, al verde e ai materiali ecofriendly.

Certo, anche nell’arredamento Feng Shui non mancano le speculazioni: cartoncini, applicazioni in plastica, wall tattoo e molti altri oggetti, spesso sono commercializzati come simboli del Feng Shui ma non hanno nulla a che fare con la vera “architettura dalle radici taoiste“. Nessuno specchio ottagonale, nessuna luna di cristallo riuscirà a migliorare la salute psicofisica di un abitante se il luogo in cui vive manca di armonia.

Feng Shui significa “vento e acqua”, il vento soffia e l’acqua scorre, entrambi simboli di energia positiva fluttuante. Come con l’acqua, il Feng Shui si rifà a cinque elementi naturali, prevede l’impiego di colori positivi, determinate forme esteriori, paesaggi e perfino la predilezione di specifici orientamenti e posizioni per ogni camera. Con un attento studio, il Feng Shui può essere applicato anche a interi edifici, fabbriche o aziende.

5 elementi l.d.

Nella filosofia taoista sono cinque gli elementi che compongono l’universo, questi sono anche i cinque elementi fondamentali del Feng Shui: metallo, acqua, legno, fuoco e terra. Questi elementi sono considerati i cinque stati di energia e di intensità. Secondo la teoria Feng Shui, nel disegno di ogni uomo predomina un elemento, così, un architetto, prima di iniziare i lavori, dovrebbe indagare sulla vita del suo cliente e individuare il suo elemento chiave e in base a questo procedere con la scelta degli orientamenti, dei materiali edili, delle forme e dei colori.

Generalizzando, i cinque elementi sono così ripartiti:
-l’Acqua è l’elemento chiave dell’uomo che ha consacrato la sua vita alla carriera. Connota la ricchezza e “la scintilla” intesa come genio lavorativo.
-Il Legno è l’elemento tipico di chi porta all’interno di sé una forte dedizione per la famiglia e al contempo connota crescita, stabilità e flessibilità.
-La Terra è l’elemento di un uomo forte, solido, auspica salute e prosperità.
-Il Metallo si concentra sulla creatività, infonde potere, fermezza e ricchezza.
-Il Fuoco è l’elemento cardine di molte stelle del cinema, esso infatti auspica la fame, attira i riflettori e si concentra sulla buona reputazione.

Ti potrebbe interessare anche il nostro articolo Architettura organica: definizione ed esempi

Pubblicato da Anna De Simone il 30 ottobre 2013