Risparmiare energia in casa

Risparmiare energia in casa

Risparmiare energia in casa si può. Ci sono i grandi temi legati alle politiche e alle strategie energetiche, ma ci sono anche delle cose che ognuno di noi può fare personalmente per ridurre costi e inquinamento legati al consumo (eccessivo) di energia in casa. Piccole buone azioni quotidiane che, sommate una all’altra, danno un grande e tangibile risultato. Eccone alcune.

Arieggiare: in modo deciso ma breve. Fate corrente: Dapprima chiudere i radiatori e poi aprire le finestre. Sono sufficienti un paio di minuti per far entrare aria fresca nell’abitazione, senza far fuoriuscire il calore prezioso.

Regolare la temperatura ambiente secondo necessità. Risparmiare denaro dormendo. È molto semplice: la notte, o quando non siete in casa, chiudete i radiatori, fate attenzione, tuttavia, a non lasciar raffreddare completamente i locali: riscaldarli nuovamente da zero consuma molta energia.

Lasciare i radiatori scoperti. Tende pesanti o mobili posti davanti ai radiatori hanno un effetto isolante. E se gorgogliano? Sfiatate l’aria. Del resto, per quanto sia allettante utilizzare il radiatore come asciugabiancheria, ciò provoca l’aumento dell’importo nella vostra fattura.

Finestre: il test della candela. Avete già testato la tenuta ermetica delle vostre finestre? Sigillate fessure e spifferi fino a quando la fiamma della candela è ferma. Se di notte abbassate le tapparelle e chiudete le tende, risparmiate qualche ulteriore centesimo.

Porte chiuse. Evitate che il calore scappi dai locali riscaldati a quelli più freddi. Tenete le porte chiuse. In questo modo evitate anche l’insorgere di muffe.

Umidità dell’aria: la percentuale corretta è importante. L’aria umida viene percepita come più calda e riduce la polvere in circolazione. Le piante e gli umidificatori aumentano il confort. Attenzione però ai vapori del bagno e della cucina: questi li dovete far uscire subito di casa.

Acqua: diventa sempre più preziosa. Meno acqua, ma calda, fa bene al portafoglio. Riducete gli sprechi: rubinetti, sanitari ed elettrodomestici economici, rubinetti che non perdono, doccia anziché bagno.

Spurgare regolarmente i radiatori. Perché lo sfruttamento dell’energia funzioni in modo ottimale grazie all’acqua in circolazione.

Credits / techem.it

Pubblicato da Michele Ciceri il 18 febbraio 2013