Netatmo, recensione e installazione del termostato

netatmo recensione

Netatmo: recensione, prezzo, opinioni degli utenti e tutte le istruzioni per l’installazione del termostato Netatmo e confronto con il termostato Nest.

Netatmo è un ottimo termostato wifi, si pone come alternativa al più blasonato Nest e in questa pagina vi daremo tutte le informazioni sul prezzo, l’installazione, opinioni tratte dai forum utenti e la nostra recensione dell’apparecchio. 

A cosa serve Netatmo?
Come qualsiasi termostato wifi, Netatmo consente di controllare il sistema di riscaldamento a distanza sfruttando smartphone, tablet o notebook. Come qualsiasi cronotermostato, Netatmo consente di regolare la temperatura domestica secondo una tabella di marcia prestabilita, seguendo un calendario settimanale o mensile.

Netatmo offre molte più facilities come il bilancio di risparmio energetico, la funzione Auto-Adapt e altre chicche che consentono di gestire al meglio il proprio impianto di riscaldamento. Netatmo può essere associato alla maggior parte di caldaie a combustibile, caldaie a gas o a legno.

Netatmo – installazione

Il manuale di installazione del Netatmo è molto chiaro e completo, così come la confezione d’acquisto che dà in dotazione diversi accessori:

  • Termostato
  • Supporto mobile
  • Relè
  • Adattatore per caldaia
  • Alimentatore
  • Piastra di montaggio
  • Cavo USB
  • 5 adesivi colorati
  • 3 batterie AAA
  • Viti di fissaggio con tassello

Il manuale di installazione del Netatmo prevede tre differenti guide:

  • una guida all’installazione che vede il rimpiazzo di un vecchio termostato
  • una guida all’installazione di Netatmo in sostituzione di un termostato wi-fi pre-esistente
  • una guida all’installazione di Netatmo come primo termostato.

Il caso più complesso è quello che vede il Netatmo come primo termostato usato in casa: in questo caso bisognerà eseguire operazioni direttamente sulla caldaia. Il caso più facile è l’installazione del Netatmo in sostituzione di un altro termostato wifi. Il caso più comune, quello che vedremo, è l’installazione del termostato Netatmo al posto di un termostato o cronotermostato preesistente.

Come installare il Netatmo?

E’ molto più semplice a farsi che a dirsi!

  1. Rimuovete il vecchio termostato e la piastra di sostegno. Per il fissaggio del Netatmo occorrerà fare nuovi buchi nel muro quindi vi servirà un trapano. La piastra di sostegno del Netatmo è più grande rispetto a quella della gran parte di termostati. Se il vostro modello di termostato è abbastanza grande, potreste anche essere fortunati e riuscire a riciclare i buchi preesistenti.
  2. Poggiate la mascherina del Netatmo al muro e al centro fissate il sostegno da muro del termostato. Dal sostegno, fate passare i due fili di controllo che andrete ad attaccare al posto di quelli del vecchio termostato.
  3. Collegate il relè (in dotazione nella scatola d’acquisto del Netatmo) alla rete elettrica domestica (in una presa della corrente!) e lanciate l’applicazione NetAtmo Thermostat disponibile per iPhone OS, Android OS e WindowsPhone.

Attivate il bluetooth e seguite la configurazione guidata del relè. L’app NetAtmo Thermostat partirà con un breve quiz interrogandovi sulle vostre abitudini domestiche: a che ora vi alzate, a che ora rincasate…. con poche semplici domande, l’App vi creerà una programmazione di base.

Questa programmazione potrà essere modificata in qualsiasi momento, anche se siete distanti migliaia di chilometri da casa!

Netatmo o Nest?

Siete indecisi tra l’acquisto del termostato wifi Nest e il Netatmo? In effetti questi due dispositivi sono molto diversi tra loro anche se in sostanza assolvono alle stesse funzioni.

Da un punto di vista funzionale, il Netatmo e il Nest svolgono le stesse mansioni. Probabilmente il Netatmo è più pratico anche se il Nest ha qualche vantaggio. Vediamo insieme quali sono i punti di forza e di debolezza di questi due termostati wifi.

Lo so che i gusti sono soggettivi ma… il Nest presenta un design più appetibile e il display è di qualità nettamente superiore a quello del Netatmo.

netatmo installazione

Il display del Netatmo sfrutta la tecnologia e-ink, per intenderci, quella sfruttata dagli e-book reader. La tecnologia e-ink è molto risparmiosa (infatti le batterie AAA dureranno parecchio) ma di contro non può offrire un display retroilluminato con contrasti degni di nota e anche i tempi di risposta sono un po’ lenti. Dopo aver avviato un comando, bisognerà aspettare un secondo per vedere la schermata aggiornata… la risposta non è immediata così come lo è sul Nest. Il Nest tra i suoi punti di svantaggio ha il prezzo (superiore ai 200 euro) e l’installazione. Se l’installazione e la configurazione del Netatmo sono immediate, per installare il Nest bisognerà faticare un po’ di più! Per tutte le informazioni vi invito a leggere anche la recensione del Nest alla pagina: Termostato Nest, prezzo e recensione.

Netatmo, prezzo e opinioni

Le opinioni degli utenti che hanno già acquistato il Netatmo sono tutte positive. Certo, chi ha già impiegato altri cronotermostati touchscreen potrebbero avere qualcosa da ridire sulla tecnologia e-ink con qualche perplessità su parametri quali grafica del display, tempi di risposta e illuminazione ma chi si accinge per la prima volta a provare un termostato wifi resterà indubbiamente soddisfatto.

E’ necessario specificare che la qualità è correlata al prezzo d’acquisto del Netatmo che si aggira intorno ai 145 euro, come premesso, lo stesso Nest costa circa 225 euro ed è ben più difficile da installare. Per l’acquisto vi rimandiamo alla pagina ufficiale di Amazon: Netatmo Termostato per Smartphone.

Una nota di merito al Netatmo sta nel profilo esterno che in base all’arredo può essere scelto tra cinque differenti colorazioni direttamente al momento dell’installazione (si tratta di mascherine adesive ma indubbiamente simpatiche).

L’Autore
Se vi è piaciuto questo articolo sul termostato Netatmo potete seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Altre guide sull’impiego del cronotermostato

Pubblicato da Anna De Simone