Come sostituire il cronotermostato manuale con uno digitale

sostituire cronotermostato

Come sostituire il cronotermostato manuale con un cronotermostato digitale: le istruzioni per provvedere a una sostituzione fai da te del cronotermostato


I vantaggi di un cronotermostato sono ormai risaputi, se questi vantaggi si uniscono a una buona programmazione, si otterrà un sicuro risparmio economico in bolletta. Programmare un cronotermostato manuale può essere piuttosto macchinoso, così siamo scoraggiati di operare modifiche ai programmi.

Al contrario, un cronotermostato digitale si presenta molto più intuitivo nell’utilizzo; gli ultimi modelli di termostati digitali riescono a interfacciarsi allo smartphone così da consentire la gestione in remoto della temperatura domestica. In altre parole se siamo usciti e decidiamo di rincasare prima, possiamo istantaneamente attivare l’impianto di riscaldamento alla temperatura desiderata, a prescindere dal programma impostato sul cronotermostato.

Se avete già acquistato un cronotermostato, potete prendere un attivatore telefonico GSM, nel quale verrà inserita una semplice SIM (tim, vodafone, wind…), in questo caso il cronotermostato, così come l’intera rete elettrica, potrà essere gestita tramite SMS. Il prezzo degli attivatori telefonici varia in base alla loro complessità.

Come sostituire un cronotermostato manuale con un cronotermostato digitale

La sostituzione di un cronotermostato manuale con uno digitale è estremamente semplice. Vi basterà smontare il vecchio tipo, verificare quanti sono i fili collegati e ripristinare il collegamento. L’unico dubbio potrebbe sorgere con i cronotermostati alimentati dalla rete elettrica: in questo caso, oltre ai fili di connessione con la caldaia, ci sarà il filo di alimentazione che dovrà essere isolato in quanto il cronotermostato digitale è alimentato da batterie.

Oltre a provvedere alla sostituzione del cronotermostato, bisognerà sostituire anche il “ricevitore”, ovvero quel dispositivo che comunicando con il cronotermostato modula il funzionamento della caldaia. Il “ricevitore” è installato accanto alla caldaia.

Tutte le istruzioni supplementari su come sostituire un cronotermostato manuale con un cronotermostato digitale possono essere reperite nell’articolo Come montare un cronotermostato.

Se avete dubbi su come collegare il cronotermostato alla caldaia, vi sarà utile leggere l’articolo Come installare un cronotermostato.

Cronotermostato digitale

In commercio sono molti i modelli di cronotermostati digitali, quelli di ultima generazione prevedono display sensibile al tocco. I cronotermostati touchscreen possono essere da incasso o da parete, di solito i cronotermostati da parete tendono ad avere un design più sottile e stilizzato, capace di integrarsi senza “disturbo” in qualsiasi tipo di arredamento.

cronotermostato toucscreen

Tra questi quadra il cronotermostato digitale touchscreen Vimar che controlla la temperatura (riscaldamento e condizionamento) con display retroilluminato a LED RGB. Si tratta di un cronotermostato touch screen a tre moduli, da completare con delle placchette da parete (tipo Eikon Evo, Eikon, Arké o Plana o altre placchette compatibili a scelta dell’utente).

Il cronotermostato digitale touch screen in questione prevede un ingresso per il sensore di temperatura esterna, un ingresso multifunzionale programmabile e un ingresso RJ9 per misuratore di energia. Esteticamente, il cronotermostato touchscreen Vimar si presenta con un design moderno e funzionale. L’interfaccia intuitiva consente di programmare le temperature con estrema facilità. Il prezzo da listino del cronotermostato Vimar ammonta a 175 euro ma su Amazon è proposto al prezzo promozionale di 163 euro.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 14 novembre 2014