Come installare un cronotermostato

cronotermostato

Come installare un cronotermostato, la guida completa che vi spiegherà, passo dopo passo, come montare il cronotermostato alla caldaia. Il cronotermostato è quel dispositivo che ci consente di regolare la temperatura non solo in base al fabbisogno termico ma anche in base alle fasce orarie della giornata, programmi settimanali o a seconda di intervalli preimpostati. 

Come installare un cronotermostato, la sostituzione
Se dovete montare il cronotermostato digitale al posto di quello analogico o ancora, se dovete sostituire il vecchio termostato con un cronotermostato, vi rimandiamo alla guida come montare un cronotermostato.
Come installare cronotermostato, l’occorrente
Per collegare un cronotermostato alla caldaia avrete bisogno di questi materiali:

  • un cronotermostato
  • tasselli e viti (fisher)
  • cavo per il collegamento
  • canalina elettrica
  • un metro
  • una matita
  • un trapano
  • un cacciavita

Il cronotermostato riesce a regolare la temperatura comunicando con la caldaia. Per collegare il cronotermostato alla caldaia lo schema prevede un ricevitore (che funziona a corrente, connesso alla caldaia) e il cronotermostato che funge da rilevatore e inoltra le informazioni alla caldaia mediante il ricevitore. Il cronotermostato funziona a batteria, deve essere installato lontano dalle finestre e a un’altezza dal suolo di circa 150 cm.

La prima cosa da fare è installare la scocca posteriore al muro, fissandola con delle viti. Il fissaggio al muro è molto semplice. L’operazione di fissaggio è analoga per la scocca posteriore del ricevitore (da collegare alla caldaia) e del rilevatore (da installare in una stanza della casa).

L’unica differenza sta nel fatto che il ricevitore da collegare alla caldaia funziona a corrente elettrica, quindi bisognerà predisporre gli agganci elettrici e, per questioni di sicurezza, sarà necessario scollegare la rete elettrica domestica.

Nel montare il ricevitore, fate passare i cavi elettrici per i fori previsti nella scatola e poi collegate i cavi che vanno alla caldaia. Per collegare il cronotermostato (ricevitore) alla caldaia, osservate la vostra caldaia, questa dovrebbe avere una predisposizione per il collegamento mediante un morsetto destinato ad accogliere i cavi del ricevitore. Se la caldaia non ha una predisposizione e provvede solo al riscaldamento domestico, i collegamenti al cronotermostato vanno eseguiti con un raccordo a livello del bruciatore o della pompa. Al contrario, se la caldaia provvede sia alla produzione di acqua calda, sia al riscaldamento domestico, il raccordo va eseguito a livello della pompa o del miscelatore.

Una volta collegato il cronotermostato questo dovrà essere messo in funzione:
-mettete le pile nel cronotermostato (emettitore/rilevatore) e fissatelo al muro nella base precedentemente predisposta
-attivate il ricevitore
-eseguite la procedura di riconoscimento tra emettitore (quello nella stanza) e ricevitore (quello connesso alla caldaia).

Al momento dell’acquisto di un cronotermostato si consiglia di leggere attentamente tutte le indicazioni riportate dal produttore, le istruzioni possono essere molto utili in quanto alcune specifiche potrebbero differire.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 8 novembre 2014