Fila brasileiro: carattere e prezzo

fila brasileiro

Fila Brasileiro, un cane che deve il suo nome alla lingua portoghese, data l’origine, in cui “fila” significa “tenere”. E’ un cane che ci tiene, quindi, al padrone, ma soprattutto che tiene. Nel suo caso tiene, teneva, gli schiavi che scappavano.

Quella del fila brasileiro è una razza canina di origine brasiliana e di tipo molossoide, a renderla nota sono il forte temperamento e la grande devozione al padrone. I punti forti del fila brasileiro, sono infatti coraggio, carattere e lealtà. E quindi normale che il fila brasileiro si distingua perché buon cane da bestiame, buon cacciatore di giaguari, buon cane da protezione e un compagno leale.



Fila brasileiro: origini

Al contrario di molte razze moderne, il fila brasileiro è un cane che è capitato, è servito ed è nato, durante la vita dei primi colonizzatori del Brasile. Non è stata creata “artificialmente”, quindi, ma semplicemente appena arrivati su quelle terre i colonizzatori avevano bisogno di un cane forte, robusto e duro lavoratore.

Ci sono alcune razze di base che hanno contribuito allo sviluppo del fila brasileiro, sono principalmente quattro: l’engelsen doggen o bulldog, il mastiff, i bloodhound antichi e il fila terceirense. Il fila brasileiro ha in se parti dell’uno e dell’altro ma riconoscibili: dell’engelsen doggen o dal bulldog antico ha conservato temperamento e testardaggine, ma anche i colori, la struttura fisica del posteriore e la grande resistenza.

fila brasifila brasileiro originileiro

Dal mastiff, invece, ha preso la grande testa pesante, la forte massa, il coraggio, i colori di base e anche la mascherina nera sul muso. Del bloodhound nel fila brasileiro si riconosce la pelle abbondante, le labbra pendenti e le orecchie. E poi l’odorato favoloso ed il senso d’orientamento in grandi spazi.

Infine c’è il suo quasi omonimo fila terceirense che gli ha lasciato la coda curvata e la capacità di condurre bestiami. Oltre a questa teoria del mix di quattro razze, queste viste, ce n’è un’altra, che resta però più sulla carta. C’è chi sostiene, per ricerche e studi teorici, che il fila brasileiro sia arrivato, dopo la scoperta del Brasile nel 1500, assieme ai colonizzatori portoghesi venuti dalle isole Azzorre.

Fila brasileiro: aspetto

Come già immaginato conoscendone le origini, il fila brasilerio è un cane dall’ossatura potente. A vederlo ha una struttura rettangolare, un fisico compatto, armonico e molto ben proporzionato. E’ grande e grosso, come si suol dire, ma non a scapito dell’agilità. Le femmine del fila brasileiro sono molto femminili e devono essere riconoscibili dai maschi.

fila brasileiro aspetto

La taglia del fila brasileiro è medio grande, al garrese misura tra i 65 e i 75 cm, se femmina qualche cm in meno, ma comunque resta grande. Come peso, non deve scendere sotto i 50 Kg, la femmina è tollerata anche di 40 Kg ma non meno. La struttura è robusta e in primo luogo lo è il tronco, largo e profondo, coperto da pelle floscia, tipica.

La testa è una testona, pesante ma proporzionata al corpo, con un tartufo grosso e nero dalla ampie narici, Il muso è profondo e mostra delle labbra con forma discendente che regalano al fila brasileiro una espressione tipica, quasi triste, molto tenera, assieme alle orecchie pendenti, grandi e spesse. Gli occhi sono abbastanza grandi, di solito, e a mandorla, di colore marrone scuro, ma variano fino al giallo facendo coppia con la tinta del mantello.

Il fila brasileiro, ha il pelo corto, liscio, folto e aderente al corpo che può apparire in tutte le tinte unite tranne il bianco e il grigio topo. Ci sono poi versioni accettate che hanno macchie o striature, o fasce di colore meno intenso o molto scuro. Non è obbligatorio che, anche su tinta unica, compaia la mascherina scura.

fila brasileiro carattere

Fila brasileiro: carattere

Coraggio, carattere e lealtà. L’ho detto subito: pur avendo un fisico memorabile e invidiabile, il fila brasileiro è famoso per queste sue doti rare. E’ un cane molto determinato ma allo stesso tempo docile sia con il proprio padrone che, cosa meno ovvia, con i bambini che possono prenderlo come un grande peluche-giocattolo.

Il fila brasileiro cerca e desidera la compagnia della famiglia e degli umani che identifica a lui famigliari ma resta aggressivo con chi non conosce e non smentisce la sua indole calma e sicura ma anche da cane da guardia, da custodia di bestiame, da caccia di animali grossi.

Quando è tranquillo, però, chi conosce bene il fila brasilerio racconta che ha una espressione calma, mai annoiata o assente, ma se torna vigile, l’occhio ha una espressione decisa e seria: non si scherza con un cane del genere.

fila brasileiro allevamento

Fila brasileiro: allevamento

Gli allevamenti di fila brasileiro, i primi, sono comparsi a inizio ‘900, la razza però ha potuto ricevere il riconoscimento ufficiale della F.C.I nel 1946, nel dopo guerra. Nella sua carriera ne ha passate, però, e l’allevamento, oltre all’addestramento, non gli è mancato. Ha avuto una carriera militare dove si è meritato la nomina di miglior cane per la guerra nella giungla.

Ha prestato servizio per l’esercito brasiliano e anche nelle file della polizia degli USA, poi lo hanno notato e allevato anche per lavorare nelle prigioni di massima sicurezza con funzioni di protezione, per fare perlustrazioni.

Negli allevamenti, il fila brasileiro è sempre più preferito, anche rispetto ad esempio al Bloodhound perché protegge il padrone. Un altro motivo di vanto per questo cane è l’odorato, e lo sono anche la velocità, la resistenza e la buona adattabilità nella giungla.

Lo splendido esemplare di Fila Brasileiro ritratto nelle fotografie del nostro articolo è Babilonia, o meglio Baby come lo chiama il suo padrone Roberto Cossa (che ringraziamo per l’utilizzo delle immagini!) figlia di una coppia importata dal Brasile da Aliosha Gennari, un caro amico di Roberto.

Potete trovare altre foto di Baby sulla pagina Facebook dell’allevamento Rugioro  e potete vedere altri cani di altre razze sulla pagina web ufficiale.

Fila brasileiro: prezzo

Diffucile dire quanto costi un cucciolo di fila brasileiro, in Italia non è un cane che si vede spesso in giro ma siamo attorno agli 800-1000 euro. Certo va trovato e, dato che non è facile, non si ha molta scelta e possibilità di trattare, ma, date le sue doti, penso che in futuro ci sarà più mercato. Quindi la concorrenza lo renderà ancora più abbordabile come prezzo.

Se vi è piaciuto questo articolo animalesco continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi! 

Articoli correlati che possono interessarti:

Pubblicato da Marta Abbà il 28 novembre 2015