Mastiff: carattere e varietà

mastiff

Mastiff, una razza canina con un nome che dice tutto. No, non Mastiff, Mastiff di per sé a me non dice molto, ma deriva dall’antico termine sassone “masty” = “potente“. Infatti questa razza canina arriva dalla Gran Bretagna, appartiene ai molossoidi di tipo dogue ed è decisamente… potente.

Un celebre studioso inglese dell’800, Edwars, nella sua opera Cynographia Britannica lo ha descritto con un semplice ma illuminante paragone. Anzi, una proporsione: “ … il leone sta al gatto come il Mastiff sta al cane…”.



Mastiff: origini

Questa razza è potente ed è anche antica, risulta presente sulle isole britanniche sin dal VI secolo a.C. E a quei tempi conviveva con i legionari, i celebri Pugnaces Britanniae, arrivati durante la conquista. Visti i Mastiff li avevano subito usati, data la mole, sia come ausiliari in battaglia, sia come cani da caccia, per la grossa selvaggina.

Conquistato il cuore dei pugnantes questi cani sono stati portati a Roma per fare spettacolo combattendo nei circhi dove furono tanto apprezzati che fu istituita la carica di ufficiale apposito Procurator Cynegii al loro reperimento.

Nella storia hanno sempre avuto una buona considerazione, anche nel Medioevo, il Mastiff è rimasto il cane della nobiltà, il custode dei castelli e la guardia del corpo di cavalieri e feudatari. Fino ad oggi, oggi che il Mastiff resta un cane che piace, ricercato, non troppo comune e di bellezza e capacità riconosciute e indiscusse. D’altronde, chi osa andargli contro?

mastiff origini

Mastiff: aspetto

L’essere potente del Mastiff si traduce in un cranio massiccio e in una testa grossa e quadrata, in un torace ampio e in una taglia che prevede una altezza al garrese tra i 70 e gli 83 cm. Il peso medio di un esemplare maschio è di circa 90 Kg, per la femmina 10 Kg in meno. Resta comunque un cane molto grosso,da definire di taglia gigante senza paura di esagerare.

Il pelo del Mastiff è corto e può essere fulvo, nelle tonalità albicocca o argento, presentando tigrature o anche no. Qualsiasi “fantasia” sia il nostro Mastiff, ci deve sempre essere la mascherina scura, quindi pelo nero su muso, orecchie e intorno agli occhi.

Guardando in “faccia” il Mastiff non è così terribile e cattivo, è solo molto imponente, ma ha le labbra cadenti e un tartufo molto largo e scuro che fanno parecchia tenerezza, le orecchie sono piccole e fini, gli occhi anch’essi piccoli e color nocciola, il più scuro possibile.

mastiff aspetto

Mastiff: carattere

Un cane così, con un fisico così, è un alto rappresentante di eleganza, potenza, dignità e coraggio. Come razza di distingue per la sua indole calma e leale, non si arrabbia quasi mai anche se sviluppa un forte legame con il proprietario, diventa devoto e quindi custodisce lui, la sua famiglia e la sua casa con molta apprensione. Con un Mastiff possiamo sentirci sicuri, insomma.

Questo non vuol dire che abbiamo tra i piedi un cane da guardia al 100% , pronto solo a difenderci, anzi, il Mastiff ha un carattere mite ed è un compagno di vita che trasmette serenità. Anche in presenza di bambini, è buono, tollera tutti i loro scherzetti, anche quando lo useranno come cavallo, o almeno ci proveranno. Lui lo mette in conto.

Nonostante la massa, non essendo irrequieto, questo cane si adatta anche in un appartamento, basta dedicargli un po’ di tempo per una passeggiata che lo faccia sgranchire. Se però lo teniamo tra le mura domestiche è consigliato partire subito con l’impartirgli una rigida educazione. Se in appartamento si adatta, non si adatta affatto se abbandonato in giardino: ha necessità di vigilare sulla famiglia e vuole farlo restando incluso,facendone parte, dal soggiorno di casa o accucciato sotto al tavolo della cucina.

mastiff carattere

Mastiff: allevamenti

Gli allevamenti di Mastiff hanno avuto una grande crisi durante il periodo dei conflitti mondiali e gli affari si sono riavviati nei decenni successivi partendo dagli esemplari sopravvissuti. Oggi non si può parlare di crisi di allevamenti, anzi, non è magari tra le razze più note ma è diffusa, anche in Italia, anche se non tra le razze più di moda.

D’altronde non è sempre facile convincere famiglie in appartamento ad adottare un cane così grande nonostante il carattere mansueto. C’è da dire anche che la sua notevole mole richiede attenzioni particolari per patologie come la displasia e la torsione gastrica. Quelle classiche dei cani giganti.

Mastiff gigante

La versione gigante di un cane già gigante è cosa piuttosto rara se non ridicola, eppure ci sono esemplari da segnalare che arrivano oltre i 120 Kg di peso. Sono ovviamente Mastiff maschi, e superano di un buon 30 Kg il peso medio indicato come medio, anche se lo standard, in sè per sé, non da indicazioni stringenti. Né restringenti. Quindi va benissimo anche il Mastiff gigante.

Tra l’altro resta anche così pesante, un cane con un fisico armonico, in piena forma. Il Guinness dei primati, a proposito di Mastiff gigante, riporta che tra i cani più grossi del mondo ultimamente c’è un esemplare di questa razza che pesa 155 kg.

mastiff gigante

Mastiff: prezzo

La massa, la poca diffusione, l’impegnativo mantenimento e l’esigenza di impartire una precoce indicazione. Ecco perché un cucciolo di Mastiff riesce a costare anche 1.500 euro. Se ne trovano anche a prezzi sotto i mille euro, consiglio di controllare bene pedigree, documenti e soprattutto predisposizione alla displasia, ad esempio.

Mastiff americano

Razza nuova nuova, creata a partire dal Mastiff inglese, incrociato con il Pastore dell’ Anatolia: ecco il Mastiff americano, riconosciuto ufficialmente nel 2000 dal Club Kennel Continentale. I cuccioli sono un buon mix dei due cani incrociati, hanno un aspetto saldo e forte, e con la altrettanto forte inclinazione ad esser pigri.

mastiff

Un’altra caratteristica del Mastiff americano che lo distingue è la bocca molto meno bavosa rispetto ad altri mastini, per il resto è un cane altrettanto grande, massiccio e potente, con testa quadrata e grande, occhi ambrati, e pelo di vari colori tra cui il fulvo, l’albicocca e il tigrato.

Per quanto riguarda il pelo, queste colorazioni spuntano entro l’anno di vita, prima i cuccioli appaiono scuri e basta. Poi, crescendo appare il colore reale e scura resta solo la maschera attorno al muso. Amano i bambini e sono devotissimi alla propria famiglia proprio come i colleghi inglesi, i Mastiff americani, non sono affatto aggressivi e non hanno molti problemi di salute. Vivono in appartamento, con passeggiata quotidiana, e hanno una vita media di 10 ai 12 anni.

Se vi è piaciuto questo articolo animalesco continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi!

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Pubblicato da Marta Abbà il 9 ottobre 2018